Home EDITORIALI Lo sciopero dei francesi

Lo sciopero dei francesi

sciopero franciaNoi Italiani non amiamo molto i Francesi, sebbene li consideriamo nostri “cugini transalpini”. Non li amiamo perché hanno un carattere assai diverso dal nostro, sono molto nazionalisti, orgogliosi della loro Francia e un po’ superbi.

Però, se noi davvero non siamo superbi come loro, dovremmo avere l’onestà di ammettere che su certe cose i Francesi ci bagnano decisamente il naso. Un esempio? Gli scioperi.

I Francesi si sono arrabbiati perché il Governo Macron vuole attuare una riforma delle pensioni che prolungherebbe l’età lavorativa portandola grossomodo allo stesso livello che c’è in Italia.

I sindacati francesi hanno proclamato uno sciopero che è cominciato giovedì scorso, ed è uno sciopero serio, non come quelli che si fanno in Italia. E’ uno sciopero che potrebbe andare avanti addirittura fino a Natale.

Una nostra collega lo scorso weekend è stata a Parigi e si è trovata davanti una città semi paralizzata: metrò chiusi, treni fermi, autobus inesistenti, taxi con le tariffe raddoppiate, volo di ritorno in Italia annullato… Insomma, uno sciopero, lasciatecelo dire in modo un po’ volgare, “con i controcoglioni”. E si va avanti.

Noi non siamo qui a dire se quello sciopero sia giusto o no, siamo qui a scrivere che i Francesi sanno scioperare molto meglio di noi Italiani.

I nostri sindacati (disuniti, frammentati…) proclamano gli scioperi quasi sempre il venerdì, per una giornata sola, e ne proclamano così tanti (specie nei trasporti) che la gente non sa neppure più perché scioperano. E cosa ottengono?
Forse, e lo diciamo senza voler offendere nessuno, i nostri sindacati dovrebbero andare a prendere lezione dai colleghi francesi…

Piero Uboldi


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

gito Italia

Il Giro d’Italia 2021 passerà anche da Senago, l’anticipazione del sindaco

Il titolo del post pubblicato dal sindaco di Senago  Magda Beretta sulla sua pagina facebook, sembra davvero inequivocabile. “Senago si tinge di rosa” e...
Baranzate bomba musulmano

Baranzate, “Ho una bomba, voglio morire da musulmano!” e si spoglia nudo in strada

Qualche giorno fa a Baranzate un uomo si è messo a gridare in strada “Ho una bomba, voglio morire da musulmano!” e si è...

Desio, focolaio covid nel reparto di ortopedia dell’ospedale: positivi 12 pazienti e 3 operatori...

Occhi puntati sull'Ospedale di Desio, dove si sarebbe acceso un focolaio di covid all'interno del reparto di ortopedia. Stando alle informazioni filtrate per ora,...

Garbagnate Milanese, piromani appiccano un incendio nella chiesa dell’ex ospedale

Nel pomeriggio di domenica 21 febbraio dei vandali hanno fatto irruzione all'interno della chiesa abbandonata dell'ex Ospedale G. Salvini di Garbagnate Milanese, appiccando un...
Baranzatese Covid positivo test sierologici

Un atleta è positivo: la Baranzatese distribuisce a tutti i test sierologici

Un atleta della Baranzatese è risultato positivo al Covid e la società sportiva distribuisce a tutti i test sierologici. La lotta al Covid passa anche...
fily misinto

Misinto, in ricordo di Fily, 60mila euro alla ricerca contro i tumori

Nel terzo anniversario della morte di Filippo Finocchio, scomparso a soli 15 anni per un tumore, l’associazione Insieme per Fily, nata per mantenere il...
Attanasio ambasciatore limbiatee

Limbiate, venerdì in Comune l’addio all’ambasciatore morto in Congo, sabato funerali al centro sportivo

La salma dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, di Limbiate, insieme a quella del carabiniere Vittorio Iacovacci, di Sonnino (Latina), morti nell’agguato di lunedì...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !