Home SERIE TV "You", quando lo stalking arriva alle estreme conseguenze

“You”, quando lo stalking arriva alle estreme conseguenze

YOU, serie in streaming disponibile sulla piattaforma Netflix, è stata una piacevole scoperta.
La sua originalità sta nell’essere un po’ comedy romantica e un po’ thriller, una formula finora sperimentata solo da KILLING EVE.
 
Come a voler dimostrare che dietro al volto più ingenuo e solare, la tipica persona della porta accanto, può nascondersi un inimmaginabile cuore nero, capace delle azioni più efferate. Per questo YOU ti sorprende quando meno te lo aspetti, lasciandoti senza fiato.
 
Tutto comincia con l’incontro fra Jo, proprietario di una libreria di New York, e Beck. Inizialmente, ingannati dalla voce narrante di Jo fuori campo (a proposito, azzecatissima la voce del doppiatore David Chevalier per il protagonista Pen Padgley, lo ricordate in GOSSIP GIRL?), pensiamo di trovarci di fronte a una bella storia d’amore: forse un po’ scontata, ma raccontata bene.
 
Andando avanti, però, l’amore del libraio si trasforma in ossessione, al punto da rivelarsi uno stalker.
 
E qui entra in scena non solo la mente perversa del protagonista, che arriva a seguire la sua preda (interpretata dalla brava Elizabeth Lail) ovunque senza farsi mai notare, ma anche il ruolo che i social network possono avere in un simile contesto psicologico o in ambiti più innocenti: consentono infatti di spiare chiunque, perché se sei online puoi mettere tutte le restrizioni che vuoi ma la tua vita privata non resterà più tale.
Nella mente contorta di Jo è possibile fare qualunque cosa pur di salvare il proprio amore: anche uccidere chi può ostacolarlo. Mantenendo però quel lato umano che, malgrado tutto, fa affezionare a lui noi spettatori, facendoci macinare puntata dopo puntata prima di cominciare effettivamente a odiarlo. Come se la storia raccontata fosse lo specchio della vita: amare e voler bene a una persona, pur percependo che potrebbe avere una mente disturbata, è possibile? Non per Beck, che quando scopre la verità tenterà di tutto per uscirne viva (meglio non proseguire per evitare spoiler).
 
Applausi alla fotografia, che passa dai colori accesi di case e strade newyorkesi alle tonalità spente della cantina segreta di Jo, quasi a simboleggiare la sua mente oscura.
In conclusione: YOU non è certo un capolavoro, ma merita di essere visto se cercate una pausa più leggera dalle serie tv più impegnate.
 
Qua e là noterete sbavature (suvvia, è impossibile inseguire ossessivamente una persona in bar e luoghi all’aperto senza essere notati), ma conviene sospendere l’incredulità per riflettere sullo stalking e sui rischi legati ai social media dei giorni nostri.
 
Basata sul romanzo “Tu” e sul suo seguito “Hidden Bodies”, scritti da Caroline Kepnes, questa produzione statunitense è andata in onda in America su Lifetime, per poi essere lanciata a livello internazionale da Netflix. La prima stagione è composta da dieci episodi di 45 minuti circa. La seconda stagione sarà pubblicata il 23 dicembre.
 
Foto: Thrillernord / Cinematographe
 
 
 
 
 

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Voto

Una testa un voto (anche se è bacata)

Secondo voi è giusto che uno studente universitario che lavora come cameriere per mantenersi agli studi e uno spacciatore di droga che rovina la...

Milano-Meda: auto fuori strada dopo l’autovelox di Paderno. Code e due feriti

Inizia già con un incidente questo giovedì 23 gennaio per la Milano-Meda. Poco prima delle 7, un'auto è finita fuori strada a Paderno Dugnano....
Senago Machete droga

Senago, spacciatori in fuga nel parco delle Groane: lanciano machete e droga

Continua l'attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti per gli agenti della Polizia Locale  di Senago. Poco dopo le 15 gli uomini di pattuglia sulla...
carabinieri

Limbiate, accoltella il vicino: non sopportava il pianto del figlio piccolo

Non sopportava più il  pianto del bimbo di un anno del suo vicino di casa ed è per questo motivo che stamattina un 76enne...

Bollate, i funerali di Massimiliano Galli: l’ultimo saluto in San Martino

Si terranno giovedì 23 gennaio i funerali di Massimiliano Galli, il commerciante di abbigliamento di Bollate, morto tragicamente lunedì pomeriggio (clicca qui per l'articolo)....

prima pagina Notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
 

SCEGLI L’ABBONAMENTO !