Home SERIE TV "The Morning Show": le molestie nel mondo delle news tv

“The Morning Show”: le molestie nel mondo delle news tv

Una delle prime serie originali del nuovo servizio di streaming Apple Tv è l’imperdibile THE MORNING SHOW, che già sola vale il primo mese di abbonamento. Tanto per cominciare per le protagoniste e produttrici: Jennifer Aniston (che finalmente sveste i panni dell’eterna fidanzata e ragazza della porta accanto sul grande schermo) e Reese Witherspoon (famosa nella serie BIG LITTLE LIES con Nicole Kidman). Un’accoppiata davvero vincente, che insieme al co-protagonista Steve Carell non possiamo che promuovere a pieni voti.
Di estrema attualità i temi trattati: non solo cosa si nasconde dietro le quinte dei programmi televisivi del mattino, con sotterfugi e rivalità paragonabili ad HOUSE OF CARDS (a proposito, uno degli autori è lo stesso) ma anche le molestie sui posti di lavoro (chiari i riferimenti al fenomeno Me Too e all’arresto di Harvey Weinstein).
La storia comincia infatti quando il co-conduttore del “Morning Show”, il programma del mattino più popolare d’America, Mitch Kessler, viene licenziato per cattiva condotta sessuale, scatenando l’indignazione di tutti. Sconvolta, la sua collega di conduzione Alex Levy (interpretata dalla Aniston), mentre riceve un premio giornalistico nomina come nuova co-conduttrice Bradley Jackson (personaggio che calza a pennello all’esuberante Witherspoon), una giornalista locale catapultata dell’universo dei media nazionali.
 
 
Si scatenerà così una guerra senza esclusione di colpi, dove tutti i colleghi della redazione hanno qualcosa da nascondere: a smascherare la loro silenziosa connivenza con le molestie commesse da Mitch sarà proprio Bradley, a costo di perdere il suo nuovo lavoro. Fino all’imprevedibile finale, che apre le porte alla seconda stagione.
 
Le dieci puntate, forse, sono troppo lunghe, ma è raro annoiarsi davanti a questa serie di altissima qualità, dove ogni attore è perfetto nella parte, di sicuro anche grazie ai tre registi che si sono divisi la direzione degli episodi. Tutti bravi nel rappresentare, per altro, lo stress da lavoro nella frenetica New York (che buca lo schermo grazie a una fotografia da applausi) e nel frenetico mondo dei media, mostrandoci cosa sta dietro un’intervista esclusiva o l’attività di inviato: un esercito di professionisti che non si fermano mai, sempre pronti a dare il massimo nei tempi ristretti delle dirette.
 
Al netto di questo, ciò che resta dopo la visione è l’amarezza per le dilaganti molestie negli ambienti di lavoro, alle quali molte donne non hanno potuto sottrarsi: facile giudicarle quando si espongono dopo anni, senza sapere che cos’hanno passato e i traumi subiti. Soprattutto nella libera e democratica America, dove la donna non è affatto emancipata come sembra.
THE MORNING SHOW si e’ guadagnato due nomination ai prossimi Golden Globe come migliore serie drammatica e la candidatura di Jennifer Aniston e Reese Witherspoon nella categoria delle migliori attrici protagoniste.
 
Foto: Filmpost.it / serial.everyeye.it

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

prestanizzi pizza

Da Bollate a Barcellona: Pino Prestanizzi star di Youtube

Da Bollate a Barcellona e dal bancone della pizzeria al canale Youtube. È il percorso di Giuseppe Prestanizzi, bollatese di origine ma ormai trapiantato in...

Paderno, Annalisa Bergna premiata da Mattarella: è nel team che ha isolato il Covid

Annalisa Bergna, la ricercatrice di Paderno Dugnano, è stata premiata da Sergio Mattarella. C'è anche la 30enne padernese tra i Cavalieri della Repubblica nominato...
Noe Cornaredo

Smaltimento rifiuti: 16 arresti, coinvolte anche discarica abusiva e impresa di Origgio

Una discarica abusiva e un’impresa di Origgio sono coinvolte nella maxi operazione dei carabinieri del Noe di Milano che, con il supporto dei comandi...

Covid, proposta della Lombardia: coprifuoco dalle 23 e centri commerciali chiusi nel weekend

Coprifuoco dalle 23 alle 5 a partire da giovedì 22 ottobre e centri commerciali chiusi nel weekend a eccezione dei generi alimentari. E' la proposta...
vittorio demicheli

Covid, Ats in ritardo nel tracciamento dei contagiati a Milano e in Brianza

Il virus è più veloce delle Ats, che non riescono a star dietro all’aumento dei contagiati. Lo ha rivelato Vittorio Demicheli, direttore sanitario dell’Ats Milano...
calcio bambini

“Uno schiaffo allo sport giovanile”: il calcio dilettantistico contro Regione Lombardia

Il Comitato Regionale Lombardia della Lega nazionale dilettanti (che coordina l’attività dilettantistica del gioco del calcio), ha inviato una durissima nota a Regione Lombardia...

Sindaco di Origgio in auto isolamento, ma è negativo al tampone del Covid

“Nel weekend avevo la febbre a 38 e mi sono subito auto isolato, ma sto bene e lavoro da casa”. Via telefono dalla sua...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !