Home Prima Pagina Incidenti sul lavoro: 997 morti nel 2019. Vittime anche a Paderno, Uboldo...

Incidenti sul lavoro: 997 morti nel 2019. Vittime anche a Paderno, Uboldo e Arese

Sono 997 le vittime di incidenti sul lavoro nei primi 11 mesi del 2019. Lo rende noto l?Inail, l’Istituto nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro. Anche i nostri Comuni hanno le loro croci di chi ha perso la vita mentre lavorava nell’anno appena concluso. 

Tra gennaio e novembre del 2019 le morti hanno sfiorato soglia 1.000, ossia 49 in meno rispetto alle 1.046 dei primi 11 mesi del 2018. Invece sono 590mila le denunce di infortunio presentate all’Inail. La flessione, sottolinea l’istituto nazionale, “non è da ritenere però rassicurante”, in quanto legata soprattutto agli “incidenti plurimi”, quelli che causano la morte di almeno due lavoratori e che per loro natura ed entità possono influenzare l’andamento del fenomeno. Il 2018 fu un anno davvero tragico perché tra gennaio e novembre gli incidenti plurimi erano stati 23 e avevano causato 80 vittime.

Anche noi ci siamo occupati degli incidenti mortali nei nostri Comuni nel corso del 2019. Ad aprile è morto un operaio di appena 28 anni in un cantiere del Varesotto:stava scendendo all’interno di una camera interrata alta circa due metri, presumibilmente è scivolato dalla scala posizionata per l’operazione.

A settembre un operaio di Uboldo, Gabriele Carmine, di 49 anni, è morto in un incidente sul lavoro a Bovisio Masciago (clicca qui per l’articolo). L’operaio stava lavorando in un cantiere edile dove si sta realizzando una palazzina in via Gaetana Agnesi. Secondo una prima ricostruzione è stato schiacciato da 16 quintali di lastre di legno che gli sono cadute addosso.

Il 23 novembre invece è morto un operaio a Paderno Dugnano (clicca qui per l’articolo). Il titolare di un’officina di via Brigate Partigiane sul confine con Bollate era al lavoro per riparare un camion. Qualcosa però è andato storto, forse per un cedimento improvviso, l’operaio è stato schiacciato dal mezzo. Per lui non c’è stato scampo.

Il 2019 si è chiuso con un incidente a Il Centro di Arese. Un operaio è stato trovato riverso in un cassone del vetro schiacciato da un compattatore dei rifiuti. Dopo una settimana tra la vita e la morte, l’uomo è morto nei primi giorni del nuovo anno (clicca qui per l’articolo). 

 

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Voto

Una testa un voto (anche se è bacata)

Secondo voi è giusto che uno studente universitario che lavora come cameriere per mantenersi agli studi e uno spacciatore di droga che rovina la...

Milano-Meda: auto fuori strada dopo l’autovelox di Paderno. Code e due feriti

Inizia già con un incidente questo giovedì 23 gennaio per la Milano-Meda. Poco prima delle 7, un'auto è finita fuori strada a Paderno Dugnano....
Senago Machete droga

Senago, spacciatori in fuga nel parco delle Groane: lanciano machete e droga

Continua l'attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti per gli agenti della Polizia Locale  di Senago. Poco dopo le 15 gli uomini di pattuglia sulla...
carabinieri

Limbiate, accoltella il vicino: non sopportava il pianto del figlio piccolo

Non sopportava più il  pianto del bimbo di un anno del suo vicino di casa ed è per questo motivo che stamattina un 76enne...

Bollate, i funerali di Massimiliano Galli: l’ultimo saluto in San Martino

Si terranno giovedì 23 gennaio i funerali di Massimiliano Galli, il commerciante di abbigliamento di Bollate, morto tragicamente lunedì pomeriggio (clicca qui per l'articolo)....

prima pagina Notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
 

SCEGLI L’ABBONAMENTO !