Home Prima Pagina Novartis di Origgio, cartelli contro la sperimentazione sui macachi

Novartis di Origgio, cartelli contro la sperimentazione sui macachi

Manifesto animalista contro la vivisezione, posizionato sulla cancellata della Novartis di Origgio. L’iniziativa è degli attivisti anti-vivisezionisti del Coordinamento Macachi Liberi, i quali non rinunciano a dare battaglia al progetto che vede l’Università di Torino e Parma coinvolte nell’esperimento della durata di cinque anni sui deficit visivi umani causati da traumi: per farlo saranno utilizzati sei macachi che a fine esperimento saranno soppressi.

L’esperimento ha ottenuto un finanziamento per due milioni di euro di fondi pubblici dall’European Research Council.

Durante la notte sono stati appesi numerosi striscioni per la liberazione dei macachi e oggi, in più di 30 città italiane (compreso Origgio) sono visibili le scritte che chiedono con forza al ministro Roberto Speranza di bloccare l’esperimento. Anche questa azione, come la precedente del 26 novembre, ha visto i cancelli di decine di Facoltà scientifiche e di Psicologia nonché diversi luoghi strategici, fra cui la sede del Ministero della Salute a Roma, portare il messaggio di liberazione dei macachi.

Una nota del Coordinamento sottolinea: “Com’è possibile sapere se un primate ha la consapevolezza di uno stimolo visivo? Evidentemente non lo è, infatti è dal 1974 che si cerca di usare il fenomeno di visione cieca per riabilitare persone ipovedenti, sempre e solo sperimentando su primati non umani, e non si è arrivati a nessuna conclusione. Pazienti affetti da cecità corticale si sono proposti come volontari per studi non invasivi, ma non sono stati tenuti in considerazione”. Di qui la richiesta che “questi animali siano liberati e affidati a un centro di recupero e chiediamo al Ministero della Salute una ricerca scientifica etica, sicura ed efficace condotta coi già esistenti metodi sostitutivi. Sempre e comunque nel rispetto di ogni forma di vita”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Milano-Meda, chiusa l’uscita per Paderno Dugnano: camion in panne sullo svincolo

Chiusa l'uscita della Milano-Meda di via Santi a Paderno Dugnano. Un pesante tir è in panne proprio sullo svincolo per il centro città. Il...

Ruba l’elettricità al Comune di Uboldo, condannato a risarcire

E’ stato condannato e dovrà risarcire il Comune un uomo che si era attaccato abusivamente alla rete elettrica pubblica. E’ una vicenda davvero unica...
carabinieri auto

Si fingevano corrieri e rubavano nelle case di riposo: un arresto anche a Barlassina

Il Gip del Tribunale di Varese ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per due uomini, un 49enne residente ad Arcisate (Varese) e...

Grande Fratello Vip, per l’influencer milanese Tommaso Zorzi una vittoria annunciata

Alla fine ha vinto lui. Il milanese Tommaso Zorzi ha conquistato la quinta edizione del “Grande Fratello Vip" la più longeva per il ventennale...
Polizia

Donna ordina una pizza al 112 per chiedere aiuto, la Polizia arresta compagno violento...

La  Polizia di Stato ha arrestato un cittadino marocchino di 25 anni per il reato di lesioni personali aggravate nei confronti della ex compagna,...

Bollate, il sindaco scrive a Fontana: “Vaccinate subito i bollatesi”

Il sindaco di Bollate Francesco Vassallo ha scritto oggi una lettera al presidente della Regione Attilio Fontana per chiedere che Regione Lombardia si attivi...

Bollate, papà Salvatore scende in campo contro la scuola chiusa: “Bastava seguire il protocollo”

Dopo quasi un mese dalla chiusura della scuola di Via Montessori a Bollate, scendono in campo i genitori, nella figura di Salvatore Romano, padre...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !