HomeEDITORIALIUna testa un voto (anche se è bacata)

Una testa un voto (anche se è bacata)

Voto
Foto di Ulrike Leone da Pixabay

Secondo voi è giusto che uno studente universitario che lavora come cameriere per mantenersi agli studi e uno spacciatore di droga che rovina la vita degli altri per fare soldi facili abbiano lo stesso diritto di decidere le sorti del nostro Paese?

Secondo voi è corretto che il volontario che in ambulanza si dedica gratuitamente a soccorrere chi sta male e il farabutto che truffa gli anziani abbiano lo stesso diritto di decidere le sorti del nostro Paese? Ed è giusto che il giovane nuotatore che si allena come un silenzioso eroe per diventare un campione e tenere alto il nome della nostra Italia debba avere lo stesso diritto di decidere le sorti del nostro Paese del prestanome che si fa intestare 100 auto di delinquenti che possono così circolare raggirando la legge?

Secondo Mnislav Zeleny, un grande antropologo che sicuramente nessuno di voi conosce, no. Secondo Zeleny una democrazia non può funzionare se si dà lo stesso peso a persone così diverse, se al momento delle elezioni il voto di un ignorante che vende la sua preferenza a un mafioso conta come il voto di uno scienziato come Carlo Rubbia.

In Italia questo di Zeleny è un discorso tabù, nessuno può contestare la legge divina del “una testa un voto”, ma siamo proprio sicuri che sia giusto così? Siamo certi che l’Italia non potrebbe essere migliore se per eleggere il Parlamento si desse più peso al voto di chi ha dimostrato di sapersi sacrificare, di saper sudare e di saper rispettare le leggi? Probabilmente in Parlamento avremmo meno Ilone Staller, meno mafiosi e più gente preparata.

Piero Uboldi


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

auto medica areu

Paullo, incidente sul lavoro, operaio folgorato da alta tensione in cima ad un ponteggio

Un nuovo gravissimo incidente sul lavoro in questo gennaio nero in Lombardia: a Paullo un operaio di 30 anni è rimasto folgorato dopo avere...

L’Ema ha dato l’ok per Paxlovid, la pillola anti-Covid di Pfizer

Nella giornata di oggi, giovedì 27 gennaio, l'Ema, l'Agenzia europea del farmaco, ha autorizzato l'immissione in commercio condizionale per il Paxlovid, la pillola anti-Covid...

Si brucia la pompa del depuratore, appello del canile di Uboldo: “Da soli non...

Si brucia la pompa del depuratore del canile rifugio “Una luce fuori dal lager” di Uboldo e, in emergenza, è stato necessario acquistarne una...

Pedemontana al posto della Milano-Meda, cantieri entro 13 mesi

I lavori per la tratta B2 di Pedemontana, da Lentate sul Seveso a Cesano Maderno, potrebbero partire nel giro di un anno e andranno...

Italiani, brava gente… arrabbiata

Gli Italiani sono un popolo che nel mondo ha un’immagine di gente allegra e simpatica, ma questa immagine io faccio molta fatica a vederla,...

Saronno, la Polizia Locale rinnova il suo parco auto con mezzi non inquinanti

Ad inizio anno sono arrivati a Saronno tre nuovi mezzi che andranno a potenziare il parco auto a disposizione del comando di Polizia Locale...

Uboldo e Origgio: blitz e camminate frenano lo spaccio nei boschi

Buone notizie sul fronte dello spaccio di stupefacenti: sembra che il fenomeno, che attanaglia da sempre il territorio del Saronnese e in particolare il...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !