Home EDITORIALI Falò vietati ma… al cuor non si comanda

Falò vietati ma… al cuor non si comanda

falòVenerdì scorso nella nostra zona è andata in scena una classica “italianata”. La situazione era splendida: da centinaia di anni la notte di Sant’Antonio i contadini accendono i falò per bruciare i rimasugli della pulizia dei campi, una tradizione ma anche una necessità. Lo facevano quando ci si scaldava a legna, quando ci si scaldava a carbone (e l’aria era molto più inquinata di oggi), quando ci si scaldava a petrolio, quando è arrivato il boom delle auto (e l’aria era centinaia di volte più inquinata di oggi)…

L’hanno sempre fatto e nessuno l’ha mai vietato. Venerdì scorso i falò sono stati vietati dalla Regione Lombardia che deve attenersi alle disposizioni dell’Unione Europea. Poco importa che l’aria oggi sia molto meno inquinata rispetto agli anni ‘60 e ‘70 quando puzzava di smog e nafta, poco importa che il riscaldamento globale non sia certo dovuto ai falò di Sant’Antonio: bisogna vietarli e basta.

I sindaci, a malincuore, hanno emesso ordinanze e avvisi che ricordavano tale divieto, e così gli organizzatori degli antichi falò, che sono un meraviglioso e genuino momento di aggregazione tra la gente, si sono trovati a dover decidere: rispettare la norma o rispettare la tradizione? Noi siamo italiani e così gran parte degli organizzatori (incluse molte parrocchie) hanno agito col cuore più che con la testa e i falò sono stati accesi.

Qualcuno è stato perfino multato con una sanzione di 50 euro, che ha pagato volentieri... Perchè siamo fatti così, da noi al cuor non si comanda.

 

Piero Uboldi

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Coronavirus, Elisa De Panicis (l’influencer di Solaro): “Il Sud ha vinto sul Nord”

L'influencer di Solaro Elisa De Panicis torna al centro della polemica, questa volta per una sua uscita poco felice su Instagram a proposito del...
Mentana Saronno

Coronavirus: l’ordinanza (dei 1.200 morti) a Saronno vista da Enrico Mentana

L’ordinanza “catastrofista” del sindaco di Saronno, Alessandro Fagioli, è stata citata anche sulla pagina Facebook di Enrico Mentana, direttore del Tg La7, fondatore di...

Coronavirus, la truffa del tampone a Solaro su La7: “Ho visto i truffatori”

Il caso della truffa dei falsi tamponi per il coronavirus finisce a La7 a L'aria che tira, dopo il nostro primo articolo (clicca qui...
bar cameriere

Coronavirus, i bar possono restare aperti dopo le 18 con servizio al tavolo

I bar della Lombardia  possono restare aperti da questa sera anche dopo le 18 purché servano ai clienti da bere al tavolo e non...

Coronavirus, donna di Bollate in quarantena: spacciatrice nella zona rossa di Lodi

Ci sarebbe la prima donna di Bollate in quarantena poiché sostiene di essersi recata a spacciare nella zona rossa del Lodigiano, come riferisce il...

prima pagina notiziario

La nuova edizione
è già disponibile!

Acquistala in edicola,
oppure sfogliala in formato digitale
 

SCEGLI L’ABBONAMENTO !