Home EDITORIALI Falò vietati ma… al cuor non si comanda

Falò vietati ma… al cuor non si comanda

falòVenerdì scorso nella nostra zona è andata in scena una classica “italianata”. La situazione era splendida: da centinaia di anni la notte di Sant’Antonio i contadini accendono i falò per bruciare i rimasugli della pulizia dei campi, una tradizione ma anche una necessità. Lo facevano quando ci si scaldava a legna, quando ci si scaldava a carbone (e l’aria era molto più inquinata di oggi), quando ci si scaldava a petrolio, quando è arrivato il boom delle auto (e l’aria era centinaia di volte più inquinata di oggi)…

L’hanno sempre fatto e nessuno l’ha mai vietato. Venerdì scorso i falò sono stati vietati dalla Regione Lombardia che deve attenersi alle disposizioni dell’Unione Europea. Poco importa che l’aria oggi sia molto meno inquinata rispetto agli anni ‘60 e ‘70 quando puzzava di smog e nafta, poco importa che il riscaldamento globale non sia certo dovuto ai falò di Sant’Antonio: bisogna vietarli e basta.

I sindaci, a malincuore, hanno emesso ordinanze e avvisi che ricordavano tale divieto, e così gli organizzatori degli antichi falò, che sono un meraviglioso e genuino momento di aggregazione tra la gente, si sono trovati a dover decidere: rispettare la norma o rispettare la tradizione? Noi siamo italiani e così gran parte degli organizzatori (incluse molte parrocchie) hanno agito col cuore più che con la testa e i falò sono stati accesi.

Qualcuno è stato perfino multato con una sanzione di 50 euro, che ha pagato volentieri... Perchè siamo fatti così, da noi al cuor non si comanda.

 

Piero Uboldi



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Caronno, la scrittrice per ragazzi Nicoletta Bortolotti pubblica il suo nono libro

La chiusura forzata anche delle case editrici ha bloccato l’uscita di nuovi libri per qualche mese, ma di certo non ha fermato Nicoletta Bortolotti...
controllo ponti milano-meda

Milano-Meda: i ponti sono garantiti ancora per un anno

I tre principali ponti brianzoli della Milano-Meda sono certificati ancora per un anno. Concluse nei giorni scorsi le prove di carico, per i ponti...

Paderno, furgone abbatte barriera del passaggio a livello di Palazzolo e fugge: treni in...

Ha abbattuto una barriera in movimento del passaggio a livello di Palazzolo e poi è scappato facendo perdere le proprie tracce. E' successo poco...

Raddoppia l’Isola del Riuso di Caronno: beni riciclabili a prezzi simbolici

“Siamo in dirittura d’arrivo. Manca poco e l’ampliamento dell’Isola del Riuso sarà cosa fatta”, dicevano gli amministratori comunali di Caronno Pertusella a marzo, prima...
Ceriano Alice capelli

Da Ceriano la lezione di Alice: dona i suoi capelli per chi lotta contro...

“Per donare il sangue sono troppo piccola, ma questo posso farlo”. Così Alice ha spiegato la sua decisione di tagliarsi i lunghi capelli per...
saronno ospedale comitato

Saronno: sull’ospedale il Comitato chiede conto alla Regione

Il  Comitato per la salvaguardia e il rilancio dell’Ospedale di Saronno chiede conto alla Regione Lombardia sul piano di investimenti e sul futuro del...

Origgio, postina ferita in un incidente sulla Varesina

Una postina si è ferita in un incidente accaduto nel tardo pomeriggio di oggi sulla trafficata Varesina di Origgio. Si tratta di un maxitamponamento...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !