HomeBOLLATESEDalla pista da sci (sfumata) a nuove case: quale futuro per l'ex...

Dalla pista da sci (sfumata) a nuove case: quale futuro per l’ex Alfa di Arese?

L’area ex Alfa Romeo è diventata la “Bella addormentata”? Che cosa sta accadendo attorno all’Accordo di programma che interessa le aree ancora non oggetto di riconversione a Garbagnate, Arese e Lainate?

Di questo argomento stiamo scrivendo ormai da anni, eppure nulla sembra muoversi, anzi, la situazione appare sempre più impantanata ed è difficile capirne il motivo. Quando, alcuni mesi fa, fu annunciato ufficialmente che il progetto della pista da sci indoor era tramontato (clicca qui per l’articolo), qualcuno esultò di gioia ritenendo che sfumava un pericoloso attentato all’ambiente.

Non ci sono dubbi che l’aria nella nostra zona sia inquinata, ma esultare perché non si fa una pista da sci indoor ci era parso davvero poco lungimirante. Perchè? Perché quello che verrà al posto di tale pista sarà sicuramente a maggior impatto di traffico e di inquinamento.

Basti pensare che la prima ipotesi avanzata era quella di un grosso palazzo dello sport, ossia una struttura che ad ogni apertura porta 4-5mila auto tutte insieme. Adesso però tutto sembra tacere, e la cosa è molto strana.

Circolano voci che la proprietà abbia avanzato l’idea di trasformare parte dell’area in residenziale, cosa che però non piacerebbe ai comuni interessati (in particolare Garbagnate). Significherebbe dover costruire scuole, asili, dare servizi di trasporto, assistenziali.

Insomma, un grosso onere che rischierebbe di scaricarsi su tutta la comunità. Al momento, però, tutto tace: l’ultimo tavolo di confronto è stato convocato in Regione Lombardia l’8 novembre del 2019, ossia tre mesi fa, poi più nulla, silenzio totale. Come mai questo immobilismo? Nessuno sembra saperlo. Che la Regione non sia interessata a far sviluppare l’area ex Alfa? Oppure è la proprietà a voler prendere una pausa di riflessione? O forse è colpa dei Comuni che, tra ipotesi di metrò, treno, bus e cabinovia, hanno creato troppo disorientamento?

Per capirlo non resta che rimanere in attesa degli sviluppi, ma certo le prospettive per il futuro dell’area non sono le migliori: se dalla pista da sci si passa a un’ipotesi di edilizia residenziale, vuol dire che le idee sono proprio finite.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Limbiate vaccino

Lombardia, da lunedì 10 maggio i cittadini tra i 50 e 59 anni possono...

Da lunedì 10 maggio in Lombardia apriranno le prenotazioni al vaccino anti-Covid per i cittadini di età compresa tra i 50 e i 59...
Bollate scritte shock

Bollate, “Forza Hitrer” e “Viva Covid”: scritte shock sotto indagine

“Forza Hitrer” e “Viva Covid”: sconcerto a Bollate per le scritte comparse in due zone della città. Nei giorni scorsi un anonimo bollatese (ma non...

Saronno, i lavoratori del wedding in crisi: “Stop a feste nuziali abusive, fateci ripartire”

"Sì lo voglio, o forse no". Maggio è da sempre un mese gettonato per chi decide di convolare a nozze, per migliaia di operatori...
bar aperto tavolini

Coffee & Covid

I contagi da Covid nella nostra zona sono tornati a crescere. Di poco, ma stanno crescendo. I telegiornali non ve lo dicono ancora, perché...

Grave incidente tra Ceriano e Rovello, tre feriti in un frontale | FOTO

È di pochi istanti fa l'incidente che si è verificato sulla Sp31, strada provinciale che da Ceriano Laghetto porta a Rovello Porro. Si...

Monza e Brianza, 380mila euro per migliorare sicurezza e impianti di videosorveglianza

"Migliorare la sicurezza sui territori, anche con con la realizzazione di nuovi impianti di videosorveglianza". È questo uno degli obiettivi fondamentali di Regione Lombardia...

Caronno: scoperta serra di marijuana in casa, 48enne ai domiciliari

Aveva allestito alcune stanze di casa come serre, con tanto di lampade solari, per la produzione di marijuana: è così finito in manette un...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !