Home NEI DINTORNI Chiusa l'officina dei 2 euro falsi, sequestrate droga, pistole e bomba a...

Chiusa l’officina dei 2 euro falsi, sequestrate droga, pistole e bomba a mano, 16 arresti | VIDEO

Maxi operazione di carabinieri in 6 province per l’arresto di 16 persone accusate di produzione di monete false e spaccio di stupefacenti.
L’intervento dei militari dell’Arma si è sviluppato nelle province di Como, Lecco, Monza Brianza, Milano, Imperia e Cremona e ha presto spunto da un arresto effettuato a fine agosto 2019 a Cermenate (Co), durante il quale sono stati sequestrati ingenti quantitativi di monete da 2 euro false e di sostanza stupefacente.

I carabinieri hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 16 indagati (per 15 è stata disposta la custodia cautelare in carcere – 2 già detenuti, per 1 misura cautelare degli arresti domiciliari), ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere e fabbricazione e spendita di monete false, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
L’indagine, condotta dall’aliquota Operativa del nucleo radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cantù, trae origine dall’arresto dello scorso 30 agosto 2019, in Cermenate (CO), di un soggetto trovato in possesso di 426 grammi di cocaina e di oltre 4.200 monete false da 2 euro.

L’attività investigativa, ha consentito di individuare un’organizzazione criminale dedita alla fabbricazione ed alla spendita di monete false della pezzatura da 2 euro, nonché il luogo di produzione, in cui erano occultati i sofisticati macchinari, sequestrati insieme ad altre migliaia di monete contraffatte e materia prima per la produzione delle monete false, delineare i ruoli specifici ricoperti da ciascuno degli indagati e le modalità di produzione e spendita del denaro falso in tutta Europa.
Sono state recuperate complessivamente 10mila monete da 2 euro false.

L’indagine ha inoltre permesso di individuare i canali di fornitura della sostanza stupefacente sequestrata il 30 agosto 2019, documentando una rete di spaccio di stupefacenti, costituita da almeno 7 persone ed attiva nella provincia di Como e da altri pusher localizzati nelle province limitrofe, riuscendo a quantificare uno smercio di circa kg 1,5 circa di cocaina, kg 6 circa di hashish, per un valore complessivo di circa 70.000 euro.
Sono stati sequestrati circa 600 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, per un valore di circa 20.000 euro, nonché una pistola ed una bomba a mano, illegalmente detenute.

Gli operanti hanno proceduto a perquisizioni domiciliari delegate a carico di persone pregiudicate dimoranti nelle province di Como, Monza Brianza, Cremona e Milano, con i quali gli indagati hanno mantenuto rapporti.

Durante le perquisizioni nelle abitazioni state rinvenute e sequestrate ulteriori 2600 monete da 2 euro contraffatte, una banconota falsa da 100 euro nonché una pistola scacciacani.

NEL VIDEO  Il comandante della Compagnia Carabinieri di Cantù, capitano Francesco Coratti



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Paderno, Ferrovie Nord e il passaggio a livello di Palazzolo: “Chiusura totale entro un...

Ferrovienord vuole chiudere per sempre il passaggio a livello di Palazzolo e lo comunica al sindaco di Paderno Dugnano con un anticipo di 30...
Senago rsa

Senago, 138 posti di lavoro nelle nuove Rsa, ecco come candidarsi

Da oggi, mercoledì 27 maggio e fino al prossimo 18 giugno sono aperte le candidature per i 138 posti di lavoro disponibili nelle nuove...
Bollate Baranzate ospedale Galeazzi cantiere

Garbagnate, ladri con la mazza in farmacia scappano con la cassaforte | FOTO

Ladri forzano a colpi di mazza la porta: entrano in farmacia e scappano  con la cassaforte. Hanno messo a segno un colpo che sembrava quasi...
nuovo Bollate Garbagnate ospedale galeazzi cantiere

Tra Bollate e Baranzate prende forma il nuovo ospedale Galeazzi

Tra Bollate e Baranzate prende forma il nuovo ospedale Galeazzi. Chi percorre la Varesina da Bollate verso Baranzate quando arriva all’altezza dell’Esselunga, se guarda a...
test sierologici

Coronavirus, test sierologici, da Bollate a Saronno, ecco a chi potrebbe arrivare la telefonata

Da ieri, lunedì 25 maggio, i residenti di diversi comuni della zona potrebbero ricevere una chiamata telefonica da Roma per partecipare ai test sierologici...
lavoro Regione Lombardia imprese

Coronavirus, da Regione Lombardia finanziamenti per la riapertura delle piccole imprese

Da Regione Lombardia contributi a fondo perduto per coprire fino al 70% dei costi sostenuti da piccole e micro imprese per riaprire in sicurezza. Saranno...

Uboldo, impenna la moto al semaforo: multa e fermo per 60 giorni

Singolare quanto successo a un giovane centauro di Gerenzano: gli è costato caro impennare la moto, sottoposta a fermo amministrativo per 60 giorni. E’ capitato...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !