Home EDITORIALI Dovrete darci delle risposte!

Dovrete darci delle risposte!

Oggi è il momento dell’impegno, della calma e della solidarietà di fronte all’assalto del Coronavirus, perché l’emergenza si sta facendo drammatica. Non è il momento di fare polemiche. Tuttavia qualche domanda è necessario segnarsela, perché un domani noi lombardi qualche spiegazione dovremo averla.

Perché si è agito con tanta confusione? Perché le drastiche misure scattate domenica e ieri sono partite solo quando c’erano già migliaia di casi e centinaia di morti, mentre in altre regioni sono state attuate identiche misure subito, quando il virus cominciava appena ad affacciarsi?

Dovevano sapere che non era “come una normale influenza solo un po’ più aggressiva”, bensì un virus che causa una grave forma di polmonite: perchè non ce l’hanno detto? Forse per non diffondere il panico? E’ come se in un bosco ci trovassimo di fronte a un orso e ci mettessimo a fischiettare per non spaventare i nostri figli, anziché farli fuggire.

E così abbiamo visto i bar prima chiusi alle 18, poi riaperti col servizio ai tavoli, poi di nuovo chiusi alle 18, ora chiusi del tutto. I ristoranti prima aperti, poi chiusi alle 18, ora chiusi del tutto. I municipi prima tutti blindati, poi, a caso, alcuni chiusi, altri aperti su appuntamento… I musei chiusi, poi riaperti, poi richiusi. I centri commerciali prima chiusi nei weekend, poi riaperti, poi richiusi…

Ma come è stata gestita questa emergenza? Eppure perfino noi, noi “ignoranti” del Notiziario, il 28 febbraio in prima pagina scrivevamo che, se il virus si fosse diffuso, si sarebbero ammalati in molti, sarebbero finiti i posti nelle terapie intensive e sarebbe stato un disastro. Era il 28 febbraio, andate a leggerlo! C’era tempo per agire bene, invece si sono succeduti decreti caotici, passi in avanti e passi indietro: un disastro. E a pagarne le conseguenze ora siamo noi lombardi.

Piero Uboldi



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Coronavirus: 15 morti a Senago, 3 decessi a Lazzate

A Senago sono arrivati a 15  i morti  per Covid-19 dichiarati ufficialmente da Ats e comunicati pubblicamente dal sindaco Magda Beretta.  "Il primo pensiero dell’Amministrazione...

Nuovo appello del canile di Uboldo: “Ci serve aiuto per curare i cani”

Nuovo Sos dal canile "Una luce fuori dal lager" di Uboldo, che da quando è scoppiata l'emergenza Coronavirus sta attraversando grosse difficoltà nell'approvvigionamento di...

A Origgio e Uboldo arrivano i droni: li userà la polizia locale

In dotazione della polizia locale consorziata di Uboldo e Origgio stanno per arrivare due droni: serviranno per sorvegliare il territorio dall’alto in particolari circostanze,...

Limbiate, anziana finisce nel canale con il cane: liberata e poi sanzionata

Un’anziana donna di Limbiate ed il suo cane sono stati liberati dall’intervento dei Vigili del fuoco e della Polizia locale, dopo che erano rimasti...
Coda Esselunga

Coronavirus, code all’Esselunga di Garbagnate: “Sindaco, anche noi ingressi per cognome”

Lunghe code anche questa mattina all'ingresso dell'Esselunga di Garbagnate. La situazione è peggiorata anche dal fatto che Esselunga ha istituito ormai da una settimana, di...

Incendio a Novate Milanese nella notte, in fiamme una cantina

Incendio nella notte a Novate Milanese. Attorno alle 3 sono divampate le fiamme in una palazzina di via De Amicis. Ad allertare i Vigili...

Paderno, la missione di Rino: “Preparo e porto pizze e pasti gratis negli ospedali...

“Per noi rimanere chiusi è un danno, ma anziché stare a casa a piangerci addosso vogliamo dare la nostra mano a chi ci aiuta”....
prima pagina notiziarioil notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !