HomeBOLLATESECoronavirus, dopo ordinanza e decreto, piste ciclabili deserte nel Parco delle Groane

Coronavirus, dopo ordinanza e decreto, piste ciclabili deserte nel Parco delle Groane

pista ciclabile parco groanePiste ciclabili deserte nel Parco delle Groane  in questo fine settimana, dopo il giro di vite imposto per il contenimento del contagio da coronavirus. 

Prima il decreto del ministro della salute, quindi l’ordinanza del presidente della Regione Lombardia,   è scattato il divieto di accesso ai parchi e anche il Parco delle Groane si organizza rilanciando l’appello sul proprio sito e sulla relativa pagina Facebook
“Negli ultimi giorni ci sono state segnalate lungo le piste ciclo-pedonali tante persone a passeggio o a fare jogging. Anche all’aria aperta e in mezzo alla natura è possibile contagiarsi l’un con l’altro, soprattutto se si creano assembramenti di due o più persone. Oltre ai provvedimenti in atto, decreti ministeriali e ordinanze, che regolano – come ben conoscete – la situazione, anche da parte nostra invitiamo caldamente la cittadinanza in questa fase di pesante emergenza sanitaria a non uscire di casa. Fatelo per voi, fatelo per gli altri, fatelo per tutti. Poi ci sarà il tempo per godere del nostro bellissimo Parco”.

I controlli sul rispetto dei decreti all’interno del Parco delle Groane spettano alle Polizie locali dei singoli comuni e alle Forze dell’ordine.

I volontari sono operativi in sede solo per le emergenze antincendio. “Nei giorni scorsi, prima dell’entrata in vigore del nuovo decreto, i nostri operatori del comando hanno incontrato più volte ciclisti o runners in gruppo all’interno del Parco e li hanno invitati a distanziarsi nel rispetto delle misure di sicurezza” -spiega Mario Girelli, direttore generale del Parco delle Groane. L’ente, in questo periodo ha ridotto i servizi chiudendo gli uffici. 

Intanto, comuni che fanno parte del Parco delle Groane, come Bollate hanno emesso ordinanze specifiche che vietano l’accesso ai sentieri e alle piste ciclabili del Parco delle Groane per l’attività all’aperto.

A Cogliate, il sindaco Andrea Basilico ha emesso un’ordinanza in cui fissa a 200 metri dalla propria abitazione il limite massimo di spostamento anche per i bisogni dei cani. 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

A Caronno torna la banda dei box: ladri in fuga con gli attrezzi

In città c’è una banda che ruba gli attrezzi dai garage. L’ipotesi è che agisca su commissione, rubando proprio gli utensili di cui ha...
cesate incidente

Cesate, perde il controllo dell’auto e schianta contro il muro: 35 enne gravissimo ...

Un 35enne alla guida di un'auto che stava percorrendo  la via Verdi di Cesate ha perso il controllo della vettura   andandosi a schiantare su...

Da Saronno a Nairobi, Giorgia Marcomin ai mondiali di atletica under 20

Nemmeno il tempo di disfare la valigia ed è nuovamente tempo di partire. Ad un mese dalla partecipazione agli europei di Tallin, l'ostacolista dell'Osa...

Limbiate, incendio furgone nel parcheggio, due squadre dei vigili del fuoco sul posto

Incendio di un furgone nel parcheggio di via Pasquale Sottocorno a Limbiate. Erano circa le 6 di oggi, martedì 3 agosto, quando dal parcheggio...

Vaccino anti Covid in farmacia: la sperimentazione è partita anche a Garbagnate

Questa mattina, martedì 3 agosto, la Regione Lombardia ha dato avvio alla prima sperimentazione di somministrazione dei vaccini anti Covid direttamente in farmacia. Tra le...
Cusano Esellunga

Cusano: l’Esselunga si amplia, 2,3 milioni di euro al Comune

Esselunga: il complesso commerciale si amplia a Cusano Milanino, diventando da media struttura a grande struttura di vendita organizzata in forma unitaria. La convenzione sottoscritta...
Bollate pappagallo municipio

Bollate: pappagallo intrappolato in municipio

Pappagallo intrappolato dentro al municipio di Bollate. Un pappagallo di piccole dimensioni, uno dei cosiddetti “inseparabili”, resta chiuso dentro il palazzo comunale il venerdì sera...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !