HomePrima PaginaCoronavirus, lo sfogo di Caronno: "Noi tabaccai a rischio, non vedo i...

Coronavirus, lo sfogo di Caronno: “Noi tabaccai a rischio, non vedo i miei figli da settimane”

“Quello che ci hanno chiesto è stato di morire di coronavirus oppure di fallire”. E’ lo sfogo di Cristina Cinquemani, di Caronno Pertusella, la quale lavora come tabaccaia a Milano in via Rubens.

Adesso la categoria dei tabaccai ha ottenuto la facoltà di poter scegliere se tenere l’attività aperta o chiusa, “ma fino a martedì della scorsa abbiamo dovuto per forza lavorare otto ore al giorno – si sfoga la caronnese – senza possibilità di chiudere anche se le sigarette e le giocate al Lotto non sono servizi di prima necessità”.

Il caso di Cristina è emblematico della situazione venuta a crearsi: “Non vedo i miei figli di otto e quattro anni da  due settimane – spiega – Obbligandoci a lavorare senza mascherine né guanti, al contatto coi clienti, rischiamo di infettarci ogni giorno e non posso portare il virus ai miei piccoli, che ho lasciato a ai nonni”. Cristina avrebbe voluto poter scegliere se lasciare la sua tabaccheria aperta o chiusa, “ma ci hanno costretto a stare aperti dalle 7 del mattino alle 7 di sera con la sola pausa pranzo. In pratica il Governo ci dice: state al vostro posto per guadagnare il 10 per cento sulle sigarette, su giocate e gratta e vinci. Ma non dev’essere un obbligo, bensì una scelta. Ho il terrore di non poter rivedere più i miei bambini, di non poterli crescere”.

Settimana scorsa è stato concesso di lavorare mezza giornata, garantendo cinque ore invece di otto e lasciando il distributore di sigarette in funzione: “Anche se non è molto, va sicuramente meglio – commenta la tabaccaia – Il massimo sarebbe rimanere chiusi e coi conti congelati dal momento della chiusura, per poi rimovimentarli all’apertura dell’esercizio. Ma avendo fatto un ordine molto alto di sigarette (essendo in zona l’unica aperta) devo poter rientrare dei costi”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

A Caronno raffica di furti di biciclette. E qualcuno riconosce la sua per strada…

Due settimane fa è stato presentato il progetto “Fli”, promosso da Fnm, FerrovieNord e Trenord insieme con Regione Lombardia, che prevede la realizzazione di...

Lombardia, bus incendiato a Varenna. Il riconoscimento del Consiglio regionale a Mascetti e Lo...

Un lungo e affettuoso applauso di tutto il Consiglio regionale ha accolto Mauro Mascetti e Giovanni Lo Dato, ospiti questa mattina a Palazzo Pirelli nell’Aula del parlamento...

Uboldo, un euro a pizza per far tornare a sorridere Jessica

In questi giorni sono tutti mobilitati per aiutare Jessica Di Ciommo, la 28enne di Uboldo che si trova in stato vegetativo da quando è...

Rho, carabinieri inseguono auto che tenta di investirli, poi sparano per fermarla

I carabinieri di Rho hanno inseguito un veicolo in fuga e sparato per bloccarlo dopo che il conducente aveva speronato l’auto dei militari e...
Novate merce sequestrata

Novate Milanese, merce sequestrata nel magazzino da incubo | FOTO

Merce sequestrata nel magazzino-incubo a Novate Milanese. La Polizia locale novatese, al termine di un’indagine che aveva preso origine a fine maggio, ha compiuto settimana...
Bollate incendio box

Bollate, incendio nei box delle case comunali: preoccupazione tra i residenti

Incendio nei box delle case comunali a Bollate. E la preoccupazione cresce dopo questo episodio, dal momento che come riferiscono i residenti “La situazione di...
lentate vigili del fuoco

Lentate, ramo spezzato sul corridoio del Comune, intervento dei pompieri di Lazzate | FOTO

Il ramo di un grosso albero è caduto questa notte sul corridoio sopraelevato di collegamento tra i due edifici della sede del Municipio a...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !