HomeSERIE TV"La casa di carta", una rapina contro il sistema

“La casa di carta”, una rapina contro il sistema

Stavolta gli spagnoli hanno dato una lezione agli americani: con LA CASA DI CARTA, perla di Netflix, hanno dimostrato che anche in Europa si possono produrre serie di qualità sotto ogni profilo: trama, approfondimento psicologico dei personaggi, fotografia (i colori sono accesi, così lontani dalle atmosfere rarefatte dei serial nordeuropei) e un montaggio che segue la strada della tensione e dell’adrenalina.
Una banda compie una rapina, con tanto di ostaggi, alla Zecca di Stato: vuole stampare banconote per poi fuggire scavando un tunnel.
La storia può sembrare classica, ma lo è solo in apparenza. Qui niente è normale: dai rapinatori, che per non riconoscersi a vicenda si sono dati i nomi di città, tutti con storie drammatiche alle spalle, agli ostaggi pronti a tutto per sopravvivere, agli incredibili eventi che vedono protagonista la banda nei giorni in cui tiene sotto scacco le autorità spagnole. Il piano, orchestrato nei minimi dettagli in quattro mesi trascorsi dai componenti – guidati dal Professore – in un vecchio cascinale, sembra perfetto ma non lo è. Gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo. E alla fine noi spettatori ci sentiamo come gli spagnoli che seguono le imprese dei rapinatori alla tv, parteggiando per loro, non per la polizia. Anche quando si tenterà il colpo alla Banca di Spagna.
Sì, perché rappresentano la ribellione verso il sistema. Lo dice il Professore, a un certo punto, alla donna ispettore di cui si è innamorato suo malgrado, mettendo a rischio il piano: “La Banca Centrale Europea, in questi anni, ha stampato milioni di banconote non per la povera gente, ma per le banche. La chiamano iniezione di liquidità: io, rubando tutti questi soldi, ho dato una iniezione di liquidità al sistema, ai miei amici. Perché in fondo siamo tutti dei poveretti”.
Un consiglio: vedete LA CASA DI CARTA sospendendo l’incredulità. Qui tutto è improbabile e poco credibile: ma il divertimento, con un pizzico di morale di fondo, è assicurato. In barba ai critici, che hanno stroncato tutte le tre stagioni (e c’è da aspettarsi che lo faranno anche con la quarta uscita ieri), strabuzzando gli occhi di fronte a dati di ascolto che hanno fanno della CASA DE PAPEL un fenomeno mondiale.
 
Foto: Netflix / Everyeye

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Pattinaggio, da Origgio alla Colombia: Andrea Cremaschi racconta il suo oro mondiale I VIDEO

In Italia, il pattinaggio non è di certo lo sport più diffuso. Ma le rotelle scalpitano e nei vivai nascono giovani eccellenze che in...
coda polaris vaccino

Da Solaro a Carate Brianza per la terza dose: coda in piedi e al...

Destinazioni scomode, tempi d’attesa lunghi, coda e disagi: la terza dose di vaccino anti Covid può diventare un’odissea, come quella vissuta da una donna...
carabinieri donna precipita

Ragazzo di Turate accoltellato a Gerenzano, forse futili motivi

Dev’essere ancora chiarito quanto successo ieri sera, intorno alle 21.30, nei pressi della stazione di Gerenzano e Turate, dove un’ambulanza del 118 ha soccorso...
carabinieri giorno

Carabinieri di Saronno in cattedra: incontri anti-truffa nei centri anziani

I carabinieri della Compagnia di Saronno insegnano come difendersi dai truffatori. Si susseguono gli appuntamenti della campagna informativa sui raggiri porta a porta, specialmente...
ra

Cogliate, ennesimo tentativo di raggiro con Sms che rimanda a un negozio in Bangladesh

L'invito via Sms ad un uomo di Cogliate: collegarsi subito ad un sito per "certificare i dati": l'ennesimo tentativo di raggiro corre sul telefonino.  Chissà...

Incidente a Origgio: camion sbatte contro capannone

Un camion sbatte violentemente contro un capannone in via Primo Maggio, ma il conducente non ha riportato ferite gravi. E’ successo nella zona industriale di...

Cislago, tribuna nuova ma non coperta: è polemica

Sarà un lungo inverno sotto la pioggia per i tifosi del Cistellum 2016: dovranno seguire le partite della squadra di casa nella tribuna del...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !