HomeSERIE TVTales from the loop, quando l'arte si fa serie tv: la nostra...

Tales from the loop, quando l’arte si fa serie tv: la nostra recensione senza spoiler

Se non cercate l’azione ma un prodotto differente, innovativo e per certi versi rivoluzionario, TALES FROM THE LOOP fa per voi. Raramente una serie televisiva o un film prendono spunto dall’arte figurativa anziché da un libro o da un fatto di cronaca. Nathaniel Halpern, creatore di questa novità di Amazon Prime Video rilasciata a inizio mese, si è ispirato ai dipinti dell’artista svedese Simon Stålenhag, raccolti in un volume che porta il titolo della serie. Quadri surrealisti, dove i paesaggi bucolici della Svezia sono punteggiati da strane creature, mostri e robot.
I racconti di ogni singolo episodio si svolgono proprio in questi luoghi, rappresentati con una fotografia curata al limite del maniacale, che rendono l’atmosfera a tratti rarefatta, a tratti onirica, tavolta inquietante.
Non si tratta di una serie antologica. Ogni episodio ha una sua storia e protagonisti diversi ma comunque legati l’uno all’altro e, soprattutto, al loop: un misterioso laboratorio sotterraneo, di un’immaginaria cittadina americana, dove si svolgono ricerche per risolvere i misteri dell’universo. La vita del paese, ambientata in un periodo imprecisato che ricorda STRANGER THINGS, è profondamente legata a questa struttura, che influenzerà le vite di tutti con strani avvenimenti. Assisteremo a salti temporali, scambi d’identità , universi paralleli… Ma non è fantascienza: TALES FROM THE LOOP è molto di più. Invece di fornirci risposte sul quel che accade di inspiegabile, i racconti si concentrano sulle reazioni dei protagonisti, interpretati da attori di grande spessore (bambini compresi), guidati da una regia che rende quasi realistica anche la scena più improbabile. Facile identificarsi, chiedendosi: come reagirei io al posto suo? Ogni racconto spinge alla riflessione sul senso della vita, sul tempo che passa, sulle conseguenze delle proprie scelte quando non sono ben meditate e incentrate solo sul proprio interesse.
Il primo episodio potrebbe non convincere, ma consigliamo di proseguire: entrati nell’atmosfera e compresi i meccanismi della narrazione, non si può che farsi rapire dalle ambientazioni e dalle storie. Certo TALES FROM THE LOOP non è un prodotto di facile visione ma proprio per questo va apprezzata la scommessa di Amazon, che vuol competere alla grande coi prodotti innovativi della nuova concorrente Apple Tv+ e con le rare perle fra la miriade di titoli sfornati da Netflix.
 
Foto: Nonsolotv / Cinematographe

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Arcieri di Turate agli animalisti: “Non toglieremo le sagome degli animali”

La Compagnia Arcieri dell’Airone di Turate, per il momento, non rimuoverà al Parco dei Veterani le sagome a forma di animali che avevano suscitato...

Lombardia, da giovedì 20 maggio i cittadini tra i 40 e 49 anni possono...

Regione Lombardia ha fissato le date per le prenotazioni al vaccino anti-covid per tutte le fasce d'età rimanenti: i cittadini di età compresa tra...

Ruba bicicletta al centro minori di Saronno, arrestato 50enne di Cesate

Arrestato per avere rubato una bicicletta. Nei guai è finito un 50enne di Cesate, fermato ieri pomeriggio dalla pattuglia dell'Aliquota Radiomobile della Compagnia di...
solaro auto mattoni

Solaro, rubano le ruote del Suv e lo sollevano con mattoni presi dal marciapiede

Ladri di ruote in azione nella notte a Solaro, dove hanno staccato gomme e cerchi da un grosso Suv. Brutta sorpresa questa mattina per...
droga ovetti kinder

Droga negli ovetti Kinder: due spacciatori arrestati a Muggiò

I carabinieri hanno arrestato a Muggiò due spacciatori che utilizzavano i contenitori della sorpresa degli ovetti Kinder per nascondere e trasportare droga’. Lo spaccio avveniva...
prima pagina notiziario

Il David di Donatello a Saronno, 13 kg di droga in casa a Garbagnate...

Questa settimana dedichiamo l’apertura de Notiziario ad un “maestro” nell’arte del trucco, sebbene ancora giovanissimo: Andrea Leanza di Saronno ha vinto il prestigioso premio...

Paderno, ambulante con borse e occhiali griffati: maxi sequestro di patacche

Occhiali da sole per 45 paia, 20 borse di noti brand da Gucci, Armani e Louis Vuitton, oltre a portafogli e cinture. Tutti grandi...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !