HomeEDITORIALIVirus, la spagnola

Virus, la spagnola

spagnola virusQuante volte ci sentiamo dire che bisogna avere memoria del passato per costruire il futuro, che si deve ricordare ciò che è stato per non commettere gli stessi errori… Belle parole, che poi, al momento della verità, vengono spesso dimenticate. Come sta avvenendo in questi mesi di pandemia: guardiamo tutti avanti, attendiamo che il “lockdown” finisca, che si torni alla normalità, ci si preoccupa della ripresa economica, si scommette tutti se questo incubo finirà a maggio o a giugno… Ma siamo proprio sicuri che andrà così?

Io quando ero bambino avevo una zia molto anziana, nata nel 1910, e ricordo bene che mi raccontava della “Spagnola”, l’epidemia che colpì il mondo nel 1918: ne parlava come di un incubo che le era rimasto impresso per tutta la vita. Un’epidemia che aveva molte analogie con quella attuale, un virus molto aggressivo che colpiva i polmoni, che raggiunse tutto il mondo e causò dai 30 ai 50 milioni di morti. Nella nostra zona arrivò a inizio primavera del 1918, come spiega un prezioso studio di Carlo Preatoni di cui scriviamo nelle pagine di Garbagnate, ma quella fu solo la prima ondata: non avendo infettato tutti (poiché l’arrivo dell’estate la attenuò, come accade per qualunque virus influenzale), riesplose in ottobre e fu allora che fece strage tra la nostra gente.

Se vogliamo imparare dalla memoria, dunque, va bene guardare alla ripresa, alla riapertura delle attività, ma prepariamoci seriamente anche al peggio, al possibile ritorno aggressivo del virus in autunno, per non trovarci senza strategie, senza mascherine e senza ossigeno. Perché, se la storia insegna, è bene ascoltarla.

Piero Uboldi


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Traffico paralizzato in Milano Meda per un tamponamento a catena: tre feriti

  Un tamponamento fra tre veicoli in Milano Meda ha generato nel tardo pomeriggio grandi disagi alla circolazione in direzione di Milano, dove i veicoli...

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !