Home Prima Pagina Fase 2, Conte a Milano: "Sì alle visite ai parenti, non agli...

Fase 2, Conte a Milano: “Sì alle visite ai parenti, non agli amici dal 4 maggio”

“Congiunti non significa che si potrà andare a trovare amici a fare festa. Ma parenti con relazioni affettive. Non si potrà ritrovarsi nelle case perché un quarto dei contagi avviene tra le mura domestiche”. Lo dice Giuseppe Conte in visita in Lombardia. Dopo l’incontro in Prefettura con il governatore di Regione Lombardia, il presidente del consiglio ha puntualizzato alcuni aspetti dopo l’annuncio della Fase 2.

“Molti cittadini non sono rimasti contenti dell’ultimo decreto, lo stiamo rivedendo. Non ci sono le condizioni per tornare alla normalità. La fase 2 è quella della convivenza con il virus, non quella del liberi tutti. Abbiamo 105mila contagiati, se si affrontasse questa fase senza un atteggiamento prudente avremmo la conseguenza di comportamenti imprudenti e la curva epidemiologica ci sfuggirebbe di mano”, ha dichiarato il premier Conte.

Ha anche annunciato un protocollo per partecipare alle funzioni liturgiche nelle chiese. Dal 4 maggio saranno consentiti i funerali “con un massimo di 15 persone e preferibilmente all’aperto”, come riportato nella bozza di ieri.

“Con questo provvedimento mandiamo al lavoro 4 milioni e mezzo di lavoratori che utilizzeranno anche i mezzi pubblici che creeranno condizioni di contagio. E poi ci sarà un altro il blocco il 18 maggio e un altro il 1 giugno. Non possiamo essere imprudenti lo dobbiamo a chi è morto. Stiamo facendo tanti sacrifici non è il momento di mollare”, ha ribadito Conte. Proprio la gestione del trasporto pubblico è stato tra i punti affrontati con Fontana. “E’ imperativo definire chi può occuparsi, e con quale titolo (i funzionari / controllori delle aziende di trasporto non sono pubblici ufficiali), dei controlli all’ingresso delle stazioni e sui mezzi pubblici e del mantenimento delle distanze al loro interno”, ha detto il governatore. A proposito del sostegno alle famiglie è stata affrontata la necessità di coniugare il rientro al lavoro dei genitori con la gestione dei figli e ipotesi di congedi parentali: “Il 50% della retribuzione non è sufficiente”, ha detto Fontana che si è occupato anche dei sostegni alle imprese. “C’è la necessità di rispondere in tempi rapidi alle richieste delle aziende e semplificazione per far ripartire i cantieri e le attività produttive”.

Dal 4 maggio sarà consentito fare attività sportiva anche lontano da casa, ci sarà libero sfogo all’attività motoria nei parchi pubblici. “Alleviamo le sofferenze anche psicologiche che tutti stiamo affrontando”, ha detto Conte. Sarà a Brescia, a Bergamo, poi a Codogno, Lodi, Piacenza. “Tornerò presto, questa è la fase di grande emergenza ma che do meno intralcio”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Fermi a comprare droga in macchina, rischio incidenti a Origgio e Uboldo

“Continuiamo a rischiare incidenti per colpa di chi si ferma a comprare droga”. Si moltiplicano le segnalazioni di automobilisti esasperati da quanto sia divenuta...
lavori strada

Milano-Meda: cantieri mobili di giorno e chiusure di notte per manutenzione

Riprendono da stanotte i cantieri sulla Milano – Meda per attività di manutenzione straordinaria e per le indagini previste nell’operazione ponti sicuri. I controlli sotto...
vaccino sindaci

Vaccino: Lazzate, Misinto, Cogliate e Ceriano lo fanno in proprio, nella sede della Croce...

Da questo pomeriggio gli anziani over 80 di Lazzate, Misinto, Cogliate e Ceriano Laghetto, stanno ricevendo la vaccinazione anti-Covid dal loro medico di base,...
carabinieri controllo Groane

Carabinieri travestiti da runners prendono pusher 22enne tra Solaro e Limbiate

Nella giornata di sabato 6 marzo i Carabinieri del Nucleo operativo di Saronno hanno arrestato un 22enne di origine marocchina per spaccio di sostanze...

8 marzo, “Just Like a woman” uno spettacolo sull’universo femminile col patrocinio di Saronno

«Femminicidio fenomeno impressionante, scuote la coscienza del paese». Lo ha detto questa mattina il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della celebrazione al...

Covid, Draghi valuta l’idea di una super zona rossa per tutta Italia da settimana...

La situazione covid in Italia è tornata a complicarsi ulteriormente nelle ultime settimane e, nonostante le misure restrittive prese negli ultimi giorni (tra cui...

Troppo difficile lavorare a casa? A Origgio si può fare smart-working a Villa Borletti

Possono essere tanti gli ostacoli allo smart-working: figli a casa da scuola che hanno bisogno di attenzioni, rumori e vociare continui, incombenze domestiche varie....
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !
"