Home EDITORIALI La ripartenza ...siamo noi

La ripartenza …siamo noi

negozio acquisti
Foto di Kasjan Farbisz da Pixabay

Da giorni ormai, dopo la grande paura dell’epidemia, in Italia si guarda al momento della ripartenza, alla fine dell’obbligo di restare a casa. E’ necessario ripartire, perché il benessere a cui ci eravamo abituati è fondato sul lavoro nelle fabbriche e negli uffici, ma anche sul nostro andare dal parrucchiere, in palestra, al ristorante, a comprare vestiti o a bere un aperitivo al bar. Forse non potremo rifare subito tutto questo, sicuramente non potremo farlo nello stesso modo che in passato, ma c’è una cosa che dobbiamo capire: la ripartenza non è qualcosa che decide solo il Governo, la ripartenza siamo noi e la decidiamo noi. Ed è fondamentale saperlo: se dal 4 maggio, data in cui dovrebbe finire la fase 1 del lockdown, ci limiteremo a uscire di casa soltanto per andare a lavorare o per andare a fare jogging perché abbiamo paura del virus, l’Italia non ripartirà più.

Ripartire significa ricominciare a produrre, ma anche a consumare, ad acquistare, ad andare a comprarsi un paio di scarpe nuove, a visitare un museo, a bere un caffè al bar… Tutti distanziati, sia chiaro, tutti con la mascherina, perché il nostro stile di vita cambierà in tante cose, ma dobbiamo tornare a vivere. Vivere con attenzione ma senza avere paura.
Da qui al 4 maggio mancano ancora 10 giorni: giusto il tempo per pensare a un elenco di 10 cose che volete fare quando si potrà tornare a uscire.

Ma che siano idee utili a far ripartire l’economia. Non dunque “Andare a trovare la zia Peppina”, ma semmai “Andare a trovare la zia Peppina portandole un mazzo di fiori o dei pasticcini”, così da far girare l’economia. Pensateci bene, perché c’è bisogno di tutti noi per ripartire.

Piero Uboldi 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

misinto andrea marchiori

Tragedia nel comando dei vigili di Lecco, morto un ufficiale di Misinto

La tragedia si è consumata nella sede della Polizia locale di Lecco: a togliersi la vita è stato ufficiale residente a Misinto. Andrea Marchiori,...

Auto svedese intestata a prestanome: folle inseguimento a Bollate

Inseguimento rocambolesco sabato notte nelle vie di Bollate dopo che le pattuglie di Polizia locale in servizio straordinario hanno fermato un cittadino croato (o...

Bollate, parcheggio libero e gratuito per tutto il periodo natalizio

Anche quest'anno a Bollate l'Amministrazione Comunale ha sospeso la sosta a pagamento, sia sulle strisce blu sia su quelle gialle, per tutto il periodo...
Palazzo Lombardia Regione

Lombardia, sanità al collasso, 81 sindaci della provincia di Milano alla Regione: cambiamo la...

Ci sono le firme di 81 sindaci dell’Area metropolitana di Milano sotto la lettera che è stata inviata al presidente della Regione Lombardia, Attilio...

Caronno, sgravi per affittare case agli sfrattati: appello inascoltato

L’emergenza casa a Caronno Pertusella è tale che sono stati diffusi molti appelli del sindaco Marco Giudici a mettere a disposizione immobili a canone...
scuola covid

Da Paderno a Bollate, da Senago a Garbagnate lo sfogo delle presidi: “La scuola...

Una lettera inviata al direttore del Notiziario e firmata da sei dirigenti scolastici di Paderno, Senago, Bollate, Garbagnate e Rho per denunciare le difficoltà...

Ceriano, odori molesti al Villaggio Brollo. Arpa chiede le “sentinelle”

Dopo le segnalazioni dei mesi scorsi e gli interventi di persona sul posto, il sindaco di Ceriano Laghetto Roberto Crippa ha ricevuto nei giorni...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !