Home Prima Pagina Perchè la fiducia nella scienza è importante per sconfiggere il coronavirus

Perchè la fiducia nella scienza è importante per sconfiggere il coronavirus

grafico fiducia scienza
Figura 1: Decessi giornalieri e crescita percentuale (sinistra) e fiducia nella scienza (destra). Fonti: protezione civile nazionale (sinistra) e dati ottenuti dalla Twitter API tra il 24/2 e il 15/4 aprile (destra).

La fiducia nella scienza è un elemento fondamentale del sostegno pubblico alle politiche di contenimento, alle restrizioni e alle linee guida utili a tutelare la salute pubblica. Tuttavia, sostenere la fiducia può essere particolarmente difficile in periodi di estrema incertezza.

Nei primi giorni dell’epidemia di Ebola nell’Africa occidentale nel 2013, ad esempio, la mancanza di fiducia negli operatori sanitari ha spinto numerose famiglie a nascondere i propri membri malati per evitare che venissero visitati dagli operatori sanitari, diffondendo così ulteriormente il virus tra la popolazione (Heidi J. Larson “Vaccine trust and the limits of information” Science, 353(6305): 1207–1208, 2016).

Comprendere come la fiducia nella scienza evolva durante una pandemia è, perciò, fondamentale.

In che modo la fiducia nella scienza e negli esperti influenza il successo dei messaggi di sanità pubblica e il sostegno dei cittadini alle politiche di contenimento? Un articolo da poco disponibile online (https://osf.io/twuhj/) cerca di dare una prima risposta a questa domanda studiando la dinamica della fiducia nella scienza in tempo reale in Italia utilizzando le “tracce digitali” lasciate dagli utenti su Twitter, Telegram, e Facebook.

Le tracce digitali lasciate dagli utenti su Twitter mostrano come la fiducia nella scienza segua una traiettoria ad U rovesciata: cresce, raggiunge un massimo e decresce man mano che la pandemia si diffonde (si veda Figura 1). Questa tendenza è confermata dai dati raccolti attraverso Telegram.

Esperimento su Facebook per valutare la fiducia nella scienza 

I dati raccolti attraverso un esperimento randomizzato condotto su Facebook mostrano che coloro che hanno più fiducia nella scienza sono più propensi a rispettare le misure di contenimento. Tuttavia, nonostante la conoscenza delle informazioni più rilevanti rispetto al COVID-19 e alle misure di contenimento sia piuttosto diffusa, coloro che hanno credenze sbagliate rispetto al COVID-19 danno spesso minore importanza alle informazioni sul virus quando la fonte di tali informazioni è scientifica rispetto a quando è anonima.

Questi risultati ci ricordano che la frustrazione e lo scetticismo nei confronti delle autorità possono erodere la fiducia negli esperti con conseguenze gravi in termini di diffusione della pandemia soprattutto durante la cosiddetta “fase 2”.

Valentina Rotondi, ricercatrice Oxford University 



EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

ceriano cartolina

Ceriano Laghetto, le Forze dell’ordine impediscono la riapertura annunciata del ristorante

Carabinieri e Polizia locale hanno impedito questa sera a Ceriano Laghetto la riapertura del ristorante annunciata dal titolare Alfonso Bassani e dal suo dipendente...

Nuovi poveri: a Caronno pacchi di alimenti a 60 famiglie, in gran parte italiane

Anche in piena pandemia il Centro di Ascolto Caritas resta aperto. Sono tanti e tali i nuovi poveri che non si può nemmeno pensare...
bomba seregno

Droga e una bomba nelle cantine, due arrestati a Seregno

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Seregno, hanno arrestato in flagranza per spaccio di sostanze stupefacenti, due calabresi 64enni –...

Caronno, nuovo punto tamponi drive-through attivo dal 11 dicembre

A partire da venerdì 11 dicembre sarà possibile effettuare anche a Caronno Pertusella il tampone rapido per il covid in modalità drive-through, eseguibile presso...

Nuovo Dpcm, Lombardia chiede modifica: “Si pensi ai piccoli comuni”

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente della Lombardia Attilio Fontana al nuovo dpcm presentato ieri sera da Giuseppe Conte. La Conferenza delle...
prima pagina Notiziario

Brumotti contro lo spaccio tra Senago e Bollate; vaccini antinfluenzali finiti | ANTEPRIMA

L’apertura della nuova edizione del Notiziario è affidata questa settimana all’incursione di Vittorio Brumotti dalle nostre parti, a caccia di spacciatori di droga. Il...

Nuovo Dpcm, Conte: “A Natale e Capodanno non ricevete persone non conviventi”

Coprifuoco, spostamenti vietati, pranzi e cene ridotti. Queste le novità nel nuovo Dpcm in vigore da oggi fino a metà gennaio per tutte le...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !