Home CRONACA - Si fingono assistenti civici a Milano, i “The Show” denunciati dalla Polizia

Si fingono assistenti civici a Milano, i “The Show” denunciati dalla Polizia

assistenti civici the showLa Polizia di Stato, ha denunciato a piede libero i “The Show”, celebre coppia di youtubers italiani, per usurpazione di titolo.

Ai due, fondatori di un canale con oltre 3 milioni di  followers e autori di servizi anche per la Rai, è stata sequestrata una pettorina gialla con la scritta “Comune di Milano – Assistente Civico” e due tesserini plastificati con la loro fotografia e il logo del Comune di Milano.

I The Show, famosissimi su Youtube e non solo 

La coppia di 29enni milanesi, Alessandro e Alessio, è diventata celebre realizzando video in cui sono protagonisti di situazioni surreali, spesso facendo scherzi alle ignare vittime, a volte anche per denunciare atteggiamenti scorretti e comportamenti deprecabili (celebri gli episodi in cui simulano forzatamente atteggiamenti razzisti per verificare le reazioni dei passanti). Gli sketch si concludono sempre svelando alle ignare vittime che si tratta appunto di uno scherzo, suscitando una risata e spesso anche motivi di riflessione interessanti.

Ma questa volta l’operazione non è andata a buon fine, perché la vittima non l’ha presa decisamente bene.

Ecco cosa è successo, secondo la nota della Questura di Milano.

Finti assistenti civici a Milano 

Gli agenti del Commissariato Monforte/Vittoria sono intervenuti dopo che venerdì scorso il titolare di un negozio alimentare in corso Lodi, mentre conversava con un cliente, era stato avvicinato da un ragazzo, con la pettorina gialla con la dicitura “Comune di Milano – Assistente Civico” e con il badge con fotografia e stemma del Comune di Milano, che, qualificatosi quale pubblico ufficiale, aveva intimato ai due di allontanarsi perché, a suo dire, erano troppo vicini.

Alla richiesta di spiegazioni da parte del negoziante, il presunto Assistente Civico ha ripetuto loro che i due non erano a debita distanza come previsto dalle misure anti-Covid19 e, dopo aver estratto un petardo dal marsupio, lo ha posizionato sul tavolo del locale. L’esercente, temendo per la sua e altrui incolumità, ha, quindi, afferrato l’artifizio scagliandolo lontano. Il ragazzo, allora, ha reiterato il gesto accendendo un secondo petardo che l’uomo ha afferrato, fronteggiando contemporaneamente lo sconosciuto prendendolo per il bavero della camicia e allontanandolo con vigore di alcuni metri per poi tornare verso il locale.

Il giovane ha seguito il negoziante e, dopo aver estratto un blocchetto, gli ha detto che avrebbe provveduto a verbalizzare la violazione ed elevare la relativa contravvenzione.

L’uomo si è reso conto, a quel punto, che non era un blocchetto per verbali ma per ricevute, intuendo che non si trattava quindi di un Pubblico Ufficiale.

Il giovane, dopo avergli detto che si trattava di uno scherzo, è stato riconosciuto da un dipendente del locale come uno dei due youtubers del canale denominato The Show, seguito da milioni di “followers” e, con il suo amico che era lì nei pressi, si è allontanato facendo perdere le tracce.

La denuncia del negoziante dopo lo scherzo 

Il titolare dell’esercizio commerciale domenica ha inviato una mail Pec al Commissariato Monforte/Vittoria segnalando l’episodio e i poliziotti lunedì mattina 1 giugno si sono recati da lui per delucidazioni sull’accaduto: in quel frangente, i due giovani sono stati notati in Piazza Medaglie d’Oro poiché riconosciuti dall’esercente mentre transitavano a piedi.

Gli agenti hanno, quindi, fermato i due giovani uno dei quali stava proprio indossando la pettorina lungo la strada in modo tale, considerate le misure anti Covid19 in atto, da ingenerare confusione nei passanti in relazione alla presunta “qualifica” rivestita.

Subito dopo i due 29enni, sono stati accompagnati presso gli Uffici di via Poma, dove i poliziotti, dopo aver posto sotto sequestro il materiale, li hanno deferiti all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà per usurpazione di titoli.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

cocaina mascherina monopattino

Cocaina nella mascherina e fuga in monopattino, spacciatore arrestato a Milano

La Polizia di Stato ha arrestato l’altra notte a Milano un uomo per detenzione e spaccio di droga: aveva la cocaina nascosta nella mascherina...
metropolitana coltello

Vuol salire in metropolitana senza mascherina e tira fuori un coltello, 71enne arrestato

La Polizia è intervenuta ieri mattina alla fermata della metropolitana di Lambrate dove un 71enne senza mascherina pretendeva di salire a bordo di uno...

Gianni Rodari insegnò a Uboldo: conservato qui uno dei suoi quaderni

Nel centesimo anno dalla nascita di Gianni Rodari, celebrato ieri, si riscopre il forte legame di Uboldo col famoso scrittore di libri per bambini. Un...
donna computer mail

Brugherio, quasi 2 anni di mail oscene ad una coppia e ai loro amici,...

Due anni di insulti a sfondo sessuale inviati a una coppia di coniugi e a loro colleghi e conoscenti: i carabinieri di Brugherio sono...

Covid, l’appello del sindaco di Cislago ai ragazzi: “Aiutateci, rinunciate a divertimento e socialità”

In questo periodo d’impennata dei contagi da Covid-19, il sindaco di Cislago Gianluigi Cartabia si appella ai giovani: “Aiutateci. i vostri bis bisnonni avevano...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO

Covid, numeri impressionanti, mentre mancano vaccini e medici; a Saronno caso di Tbc a...

Apertura inevitabilmente dedicata all’emergenza sanitaria anche questa settimana per il notiziario: la situazione è critica anche perché non ci sono ancora i vaccini antinfluenzali...

Dopo Saronno ci prova Caronno: in arrivo raffica di “Zone 30”

Dopo la sperimentazione non proprio felice di Saronno, dove il limite di 30 all’ora aveva creato una valanga di contestazioni, ci prova Caronno Pertusella:...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !