HomeBRIANZASaronno, ricovero record: 73 giorni per sconfiggere il coronavirus

Saronno, ricovero record: 73 giorni per sconfiggere il coronavirus

 Giuseppe Alfano, 67enne di Trapani, ha sconfitto il coronavirus dopo 73 giorni di ricovero all’ospedale di Saronno,    lontano dalla propria famiglia e dalla sua terra d’origine, trovatosi ospite in Lombardia proprio nel pieno della pandemia.

Lo scorso febbraio infatti, l’uomo e la moglie,  sono venuti in Lombardia per trascorre un po’ di tempo coi figli. Ben presto il lockdown li ha bloccati a casa della famiglia della figlia a Lazzate con i nipotini.

“Purtroppo siamo rimasti tutti contagiati – spiega il genero Giuseppe Accardi – noi abbiamo avuto i sintomi per alcuni giorni e dopo circa una settimana abbiamo iniziato a mostrare segni di miglioramento mentre mio suocero peggiorava”.

La situazione è degenerata rapidamente tanto che il 17 marzo il personale sanitario ha consigliato un ricovero all’ospedale di Saronno.

“E’ stato in terapia semi-intensiva ed era quasi sempre semicosciente. Almeno così ci hanno detto visto che noi non potevamo andarlo a trovarlo. Potevamo avere sue notizie solo telefonando all’ospedale, cosa non sempre semplice vista la grande mole di lavoro e il gran numero di casi che il personale doveva affrontare”.

Le condizioni di Giuseppe Alfano sono state gravi per una decina di giorni ma l’incubo era ancora lontano da finire.

Il 67enne è stato sottoposto 8 volte al tampone di verifica e il risultato che permetteva la dimissione è arrivato solo venerdì 29 maggio quando è stato dimesso.

“Per lui ci sono stati 73 giorni di ricovero, il personale ci ha detto che è il “record” di quest’emergenza per quanto riguarda l’ospedale di Saronno”.

Ad accogliere il 67enne alcuni cartelloni realizzati dai nipotini.

“Abbiamo voluto raccontare la nostra storia – conclude il genero Giuseppe Accardi – per dare una speranza a quanti hanno dei familiari che stanno lottando contro la malattia Covid 19 ma soprattutto vogliamo dire grazie al personale dell’ospedale di Saronno che ha fatto il possibile non solo per curare Giuseppe ma anche per farci sentire meno la distanza”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Rivoluzione fra Cislago e Gerenzano: in arrivo fast-food e ciclabile

Sulla Varesina tra Cislago e Gerenzano stanno per arrivare grosse novità. La più significativa è il prossimo insediamento di un fast-food nel triangolo di...
magliette guardia di finanza

Maglie false dell’Inter, del Barcellona, del Real e del Psg sequestrate a Trezzano dalla...

Inter, Real Madrid, Barcellona, Paris Saint Germain e la Nazionale azzurra: tutte magliette rigorosamente false. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza...

Paderno, famiglia di anatroccoli bloccata nel canale, salvati dai Vigili del fuoco |FOTO |VIDEO

    Una famiglia di anatroccoli bloccata nel canaletto che costeggia la Comasina, è successo questa mattina, giovedì 6 maggio, pochi minuti dopo le 11, quando...

Bollate, apre la nuova complanare che collega via Piave con via Don Uboldi

Dopo un anno di attesa, apre finalmente questa notte la nuova complanare di Bollate che collega via Piave con via Don Uboldi e la...
Limbiate vaccino

Lombardia, da lunedì 10 maggio i cittadini tra i 50 e 59 anni possono...

Da lunedì 10 maggio in Lombardia apriranno le prenotazioni al vaccino anti-Covid per i cittadini di età compresa tra i 50 e i 59...
Bollate scritte shock

Bollate, “Forza Hitrer” e “Viva Covid”: scritte shock sotto indagine

“Forza Hitrer” e “Viva Covid”: sconcerto a Bollate per le scritte comparse in due zone della città. Nei giorni scorsi un anonimo bollatese (ma non...

Saronno, i lavoratori del wedding in crisi: “Stop a feste nuziali abusive, fateci ripartire”

"Sì lo voglio, o forse no". Maggio è da sempre un mese gettonato per chi decide di convolare a nozze, per migliaia di operatori...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !