HomeBRIANZAAltra cassa integrazione e rischio tagli, tensione alla Gianetti ruote di Ceriano...

Altra cassa integrazione e rischio tagli, tensione alla Gianetti ruote di Ceriano Laghetto

gianetti ruote Situazione sindacale tesissima alla Gianetti Ruote di Ceriano Laghetto, storica azienda metalmeccanica che produce cerchi per moto, auto e camion dove lavorano attualmente circa 140 dipendenti. All’orizzonte ci  sono altre 5 settimane di cassa integrazione senza anticipi e minacce di taglio della quattordicesima.

Un comunicato unitario diffuso da Fim, Fiom e Uilm di Monza e Brianza, denuncia una situazione di forte tensione nei rapporti tra i lavoratori e l’azienda che ha fornito anche marchi storici come Harley Davidson e Volvo.

Gianetti ruote la denuncia dei sindacati 

“Le decisioni dell’azienda -scrivono i sindacati riferendosi all’emergenza Covid- sono state quelle di voler passare sopra tutto e sopra tutti al fine di proteggere i propri interessi, non hanno rispettato né propri dipendenti, né le Organizzazioni Sindacali e, a nostro parere nemmeno le Istituzioni”.
“Stiamo discutendo senza trovare soluzione per mancanza di volontà da parte aziendale di diverse questioni importanti per la tutela dei lavoratori, dell’occupazione e del reddito in una fase complicata mai vista prima” -afferma Stefano Bucchioni della Fiom – Cgil Brianza.

“Le mancanze vanno dalla carenza in tema sicurezza per evitare il contagio da Corona virus alla mancata applicazione del contratto di secondo livello, dal premio mensile non erogato durante la cassa integrazione” dice Francesco Caruso della Uilm – Uil.
Tiziano Ripamonti della Fim – Cisl aggiunge “C’è anche da segnalare la mancata retribuzione degli scorrimenti e flessibilità previste dagli accordi, la retribuzione stile dumping dei lavoratori somministrati”.

Cassa integrazione senza anticipo 

Per tutelare gli interessi dei lavoratori, le Rsu e le Organizzazioni si stanno muovendo su più fronti, dalle segnalazioni alle Ats e all’Ispettorato del Lavoro, fino alla causa in base all’articolo 28 dello Statuto dei lavoratori. Il 3 luglio 2020 al Tribunale di Monza si terrà l’udienza per la denuncia di comportamento antisindacale depositata da Fim Fiom e Uilm.
“In questi mesi abbiamo anche vissuto il mancato anticipo della cassa integrazione – rincarano in modo animato i delegati della Rsu – sono tutti colpi bassi sferrati ai dipendenti da una società che bada più a come fare bancomat con le tasche delle lavoratrici e dei lavoratori.

Questa Proprietà non ha nessun interesse a mantenere le attività produttive a Ceriano Laghetto, anzi ci conferma il contrario e cioè l’intenzione di chiudere e di portarsi via il lavoro. Secondo i dettami della proprietà le lavoratrici e i lavoratori dovrebbero stare a casa metà luglio e metà agosto senza paga aspettando l’erogazione del trattamento da parte dell’Inps. E’ inaccettabile che la chiusura collettiva venga fatta con l’utilizzo dell’ammortizzatore sociale, a carico della collettività, anziché utilizzando le ferie”. Inoltre, secondo i sindacati, ci sarebbe l’intenzione dell’azienda di cancellare la quattordicesima per rendere competitivo il costo del lavoro dello stabilimento italiano rispetto a quello turco.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Grave incidente sulla Tangenziale Nord tra Monza e Sesto, cabina del tir distrutta, 2...

Un grave incidente stradale ha provocato due feriti questo pomeriggio sulla Tangenziale Nord, A52 tra Sesto San Giovanni e Monza Sant’Alessandro. L’incidente stradale si è...

Rivoluzione fra Cislago e Gerenzano: in arrivo fast-food e ciclabile

Sulla Varesina tra Cislago e Gerenzano stanno per arrivare grosse novità. La più significativa è il prossimo insediamento di un fast-food nel triangolo di...
magliette guardia di finanza

Maglie false dell’Inter, del Barcellona, del Real e del Psg sequestrate a Trezzano dalla...

Inter, Real Madrid, Barcellona, Paris Saint Germain e la Nazionale azzurra: tutte magliette rigorosamente false. I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza...

Paderno, famiglia di anatroccoli bloccata nel canale, salvati dai Vigili del fuoco |FOTO |VIDEO

    Una famiglia di anatroccoli bloccata nel canaletto che costeggia la Comasina, è successo questa mattina, giovedì 6 maggio, pochi minuti dopo le 11, quando...

Bollate, apre la nuova complanare che collega via Piave con via Don Uboldi

Dopo un anno di attesa, apre finalmente questa notte la nuova complanare di Bollate che collega via Piave con via Don Uboldi e la...
Limbiate vaccino

Lombardia, da lunedì 10 maggio i cittadini tra i 50 e 59 anni possono...

Da lunedì 10 maggio in Lombardia apriranno le prenotazioni al vaccino anti-Covid per i cittadini di età compresa tra i 50 e i 59...
Bollate scritte shock

Bollate, “Forza Hitrer” e “Viva Covid”: scritte shock sotto indagine

“Forza Hitrer” e “Viva Covid”: sconcerto a Bollate per le scritte comparse in due zone della città. Nei giorni scorsi un anonimo bollatese (ma non...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !