HomeSERIE TV"Marcella", fra giallo e thriller la storia di una donna tormentata

“Marcella”, fra giallo e thriller la storia di una donna tormentata

Mai una serie tv ha avuto un titolo così poco azzeccato. Si chiama MARCELLA la nostra ultima scoperta di Netflix. Un nome che di certo non attira l’attenzione del serial mind tra la sfilza di prodotti originali della piattaforma di streaming. Eppure si tratta di una delle migliori serie in circolazione, come non se ne vedevano da anni.
 
Tanto per cominciare è un giallo: uno di quelli tosti, però, dove i rischi di depistaggi mentali (per noi poveri spettatori che non siamo detective) sono sempre dietro l’angolo. I personaggi sono tanti e tali, così oscuri e ambigui, che dietro qualunque volto potrebbe nascondersi il killer che, imitando gli omicidi del 2005, uccide donne e uomini nelle loro case soffocandoli con un sacchetto.
 
Addirittura si nutrono dubbi sulla protagonista: la detective Marcella Backland, ex agente che torna al Metropolitan Police Service di Londra dopo un periodo di crisi per la morte prematura della figlia in culla. Questa serie non è solo un giallo ma anche la storia di una donna tormentata, splendidamente interpretata da Anna Friel, che nel 2017 ha ricevuto un Emmy Award come migliore attrice per questo ruolo.
 
La vicenda comincia infatti con la protagonista che si risveglia, sporca e piena di sangue, in una vasca da bagno. Poi il salto temporale all’indietro: disperata perché abbandonata dal marito, subisce un tale choc che diventeranno più frequenti gli episodi di blackout mentale, che la fanno tornare in sé senza ricordare nulla di ciò che ha fatto.
 
Perché vedere MARCELLA? Perché per la prima volta si può amare una protagonista detective e al contempo detestarla. Per il montaggio scattante, che non annoia mai, per le storie appassionanti che racconta, per l’azione e la suspense, anche dopo avere scoperto l’identità dell’assassino, per la fotografia che getta uno sguardo su una Londra diversa, periferica, cupa come la vicenda narrata.
Netflix ha pubblicato ieri la terza stagione, dopo la seconda incentrata su omicidi commessi nel mondo della pedofilia (riprendendo questioni lasciate in sospeso con la prima stagione).

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Elezioni del presidente della Repubblica: al primo scrutinio un voto per Elio Fagioli di...

Il presidente della Repubblica? Elio Fagioli, il papà dell'ex sindaco di Saronno. C'è chi ha votato il militante della Lega saronnese durante il primo...

Raid animalista contro il circo a Gerenzano: “Gli animali non si divertono”

“Non vogliamo il circo che fa esibire gli animali”. Monito del gruppo “Centopercentoanimalisti”, che stavolta prende di mira l’autorizzazione del Comune di Gerenzano all’allestimento...
Misinto ribaltata

Misinto, auto si ribalta sulla carreggiata, donna in ospedale

Una donna di 40 anni, residente a Lazzate, è rimasta ferita, per fortuna in maniera non grave, nel ribaltamento della sua auto avvenuto oggi...

Contagi a Cormano e Novate Milanese, calano i nuovi positivi (ma i dati sono...

Com'è la situazione dei contagi a Cormano e Novate Milanese? Le due Amministrazioni comunali hanno pubblicato il bollettino settimanale.  A Cormano sono 712 i casi...
televisore telecomando

Perché non si vedono i canali Rai in Lombardia? Come risintonizzare il digitale terrestre

Perché non si vedono i canali Rai del digitale terrestre? Da questa mattina è partita anche in Lombardia la riorganizzazione dei canali Rai. La novità è...
vaccino

Lombardia, arriva il vaccino Novavax, ecco come funziona

A partire dal mese di febbraio prenderà il via anche in Lombardia la somministrazione del vaccino anti-Covid Novavax che, diversamente dagli altri già in...
aspettativa vita

Covid, iniziano a diminuire i ricoveri al San Gerardo di Monza

Dopo settimane di continua crescita, comincia finalmente la riduzione dei ricoverati Covid all’ospedale San Gerardo di Monza. Alla verifica di oggi, lunedì 24 gennaio,...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !