Home CRONACA - Coronavirus e infodemia: imparate a selezionare le informazioni

Coronavirus e infodemia: imparate a selezionare le informazioni

coronavirus fake news
Foto di Markus Distelrath da Pixabay

L’organizzazione mondiale della sanità (OMS) l’ha definita un’ “Infodemia”, un’abbondanza di informazioni – alcune accurate e altre no – che rendono difficile per le persone trovare fonti affidabili e una guida affidabile quando ne hanno bisogno.

Le fake news circolano quasi più rapidamente del Covid-19 

Si tratterebbe, secondo Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore dell’OMS, di una malattia che si sta diffondendo quasi più rapidamente del COVID-19 soprattutto attraverso i social media e porrebbe un grave problema per la salute pubblica. Un gruppo di ricerca dell’Università di Trento e dell’Università di Harvard ha recentemente raccolto e analizzato più di 100 milioni di Tweets (poco meno di 1 terabyte di dati) postati online a partire dal 21 gennaio 2020 (https://covid19obs.fbk.eu/#/).

I ricercatori hanno utilizzato degli algoritmi per definire quanti di questi messaggi fossero stati postati da esseri umani e quanti da “robot”. Hanno quindi analizzato la qualità dell’informazione diffusa rispetto a COVID. Hanno scoperto che, in Italia, man mano che la pandemia si diffondeva, i Tweet erano sempre meno “veritieri” e sempre più forieri di “fake news”.

Informazione Covid in Italia, India e Usa 

Nella classifica internazionale dei paesi in cui le fake news su COVID sono circolate più rapidamente, l’Italia occupa attualmente il 36esimo posto, preceduta dagli Stati Uniti al 35esimo posto e seguita dall’India al 37esimo. Quando l’informazione può diventare nociva? Le scienze sociali da anni ormai mettono in guardia sul rischio grave di diffondere troppa informazione, soprattutto attraverso i social media.

Anzitutto troppa informazione potrebbe creare polarizzazione tra idee diverse e scontro sociale come Christopher Bail e colleghi hanno mostrato (https://www.pnas.org/content/115/37/9216). Inoltre, il cosiddetto sovraccarico cognitivo dovuto all’abbondanza dell’informazione, può avere effetti deleteri in termini di salute mentale e, soprattutto, essere causa di depressione e ansia (https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0268401217310629). Mai come oggi è quindi importante imparare a selezionare le informazioni che riceviamo e che utilizziamo quotidianamente per prendere decisioni.

Valentina Rotondi, ricercatrice Oxford University


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Luca Attanasio, l’addio di Limbiate al “suo” ambasciatore I VIDEO

"Ai miei amici, alle loro belle famiglie, ai piccoli e ai grandi" Risuonano le ultime parole di Luca Attanasio in un messaggio vocale inviato agli...

Auto si schianta contro un palo a Origgio, ragazzo salvo per miracolo

Si è salvato miracolosamente il giovane alla guida di un'auto che questo pomeriggio (27 febbraio) si è schiantato contro un palo della luce a...

Barlassina, Audi fuori controllo sfonda una recinzione | FOTO

Un uomo, questa mattina a Barlassina, ha perso il controllo dell’auto e ha demolito una recinzione infilandosi sotto le inferriate. L’incidente stradale si è...
Misinto civetta

Misinto, i pompieri di Lazzate liberano una civetta dal camino | VIDEO

I vigili del fuoco del distaccamento di Lazzate sono intervenuti questa mattina verso  le  7.30  a Misinto per salvataggio animale. I pompieri si sono...

Limbiate, i funerali di Luca Attanasio: l’ultimo saluto all’ambasciatore ucciso in Congo

Oggi a Limbiate, si sono tenuti i funerali di Luca Attanasio, l'Ambasciatore italiano tragicamente ucciso in un attentato nella Repubblica Democratica del Congo. Dopo...

Lombardia zona gialla, sabato 27 e domenica 28: centri commerciali chiusi, supermercati aperti

La Lombardia si prepara a vivere il suo ultimo weekend di zona gialla prima del passaggio alla zona arancione, che inizierà l'1 marzo. Bar e...
mascherine scuola

Studenti contro la scuole chiuse, il Tar del Lazio riconosce le carenze del Dpcm

La prima sezione del Tar Lazio si è pronunciata oggi sulla richiesta di sospensiva dell'ultimo Dpcm, dando  una grande soddisfazione a un gruppo di...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !