HomeCRONACA -Coronavirus e infodemia: imparate a selezionare le informazioni

Coronavirus e infodemia: imparate a selezionare le informazioni

coronavirus fake news
Foto di Markus Distelrath da Pixabay

L’organizzazione mondiale della sanità (OMS) l’ha definita un’ “Infodemia”, un’abbondanza di informazioni – alcune accurate e altre no – che rendono difficile per le persone trovare fonti affidabili e una guida affidabile quando ne hanno bisogno.

Le fake news circolano quasi più rapidamente del Covid-19 

Si tratterebbe, secondo Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore dell’OMS, di una malattia che si sta diffondendo quasi più rapidamente del COVID-19 soprattutto attraverso i social media e porrebbe un grave problema per la salute pubblica. Un gruppo di ricerca dell’Università di Trento e dell’Università di Harvard ha recentemente raccolto e analizzato più di 100 milioni di Tweets (poco meno di 1 terabyte di dati) postati online a partire dal 21 gennaio 2020 (https://covid19obs.fbk.eu/#/).

I ricercatori hanno utilizzato degli algoritmi per definire quanti di questi messaggi fossero stati postati da esseri umani e quanti da “robot”. Hanno quindi analizzato la qualità dell’informazione diffusa rispetto a COVID. Hanno scoperto che, in Italia, man mano che la pandemia si diffondeva, i Tweet erano sempre meno “veritieri” e sempre più forieri di “fake news”.

Informazione Covid in Italia, India e Usa 

Nella classifica internazionale dei paesi in cui le fake news su COVID sono circolate più rapidamente, l’Italia occupa attualmente il 36esimo posto, preceduta dagli Stati Uniti al 35esimo posto e seguita dall’India al 37esimo. Quando l’informazione può diventare nociva? Le scienze sociali da anni ormai mettono in guardia sul rischio grave di diffondere troppa informazione, soprattutto attraverso i social media.

Anzitutto troppa informazione potrebbe creare polarizzazione tra idee diverse e scontro sociale come Christopher Bail e colleghi hanno mostrato (https://www.pnas.org/content/115/37/9216). Inoltre, il cosiddetto sovraccarico cognitivo dovuto all’abbondanza dell’informazione, può avere effetti deleteri in termini di salute mentale e, soprattutto, essere causa di depressione e ansia (https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0268401217310629). Mai come oggi è quindi importante imparare a selezionare le informazioni che riceviamo e che utilizziamo quotidianamente per prendere decisioni.

Valentina Rotondi, ricercatrice Oxford University


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Maltempo: sottopassi allagati, crolli, situazione critica in provincia di Varese | FOTO

Pioggia intensa e vento stanno creando grossi problemi dal primo pomeriggio di oggi soprattutto nella provincia di Varese per sottopassi allagati e crolli sulle...

La figlia di Bearzot a Gerenzano: sarà intitolato al padre il centro sportivo

Avrà luogo domani, domenica 19 settembre, l’intitolazione del centro sportivo di Gerenzano a Enzo Bearzot. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale e dell’Asd Gerenzanese Calcio, che...

Origgio nel circuito “Ville aperte in Brianza”: visite guidate a Villa Borletti e...

Quest’anno anche Origgio partecipa alla manifestazione “Ville aperte in Brianza”, organizzata dalla Provincia di Monza e Brianza e giunta alla sua 19ma edizione. Hanno...
solaro rotatoria

Solaro, auto ribaltata nella rotatoria, anche un bambino tra i feriti

Un incidente nella rotatoria, con auto ribaltata, ha provocato il ferimento di tre persone questa mattina a Solaro, tra cui un bambino di 12...
gianetti 0408

Gianetti, nessun accordo, tutti licenziati: rabbia dei sindacati contro azienda e Ministero

Una riunione fiume, durata oltre 12 ore, venerdì in Regione Lombardia, non è servita a trovare una soluzione meno drastica per i 152 lavoratori...

Paderno, venerdì sera di fuoco a Palazzolo: in fiamme un’auto abbandonata

Venerdì sera in fiamme a Paderno Dugnano. Poco dopo le 20:30 è andata a fuoco una vecchia Jaguar in sosta in via Faverio Pogliani....

Paderno, un’altra auto chiusa nel passaggio a livello: ritardi a Palazzolo

Auto chiusa nel passaggio a livello di Palazzolo nuovo disagi all’altezza di Paderno Dugnano. Attorno alle 18:30, un’auto è rimasta chiusa nella sede ferroviaria...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !