HomePrima PaginaCaronno Pertusella: ufficialmente nullatenente, muove un milione di euro, arrestato

Caronno Pertusella: ufficialmente nullatenente, muove un milione di euro, arrestato

La Polizia di Asti ha arrestato un uomo residente a Caronno Pertusella con l’accusa di riciclaggio.

L’uomo avrebbe movimentato su conti correnti di società fittizie e carte di credito poco meno di 1 milione di euro in un anno, pur risultando ufficialmente senza reddito e senza proprietà.

Indagine partita da Asti ha portato a Caronno 

L’attività d’indagine trae origine nel settembre 2019 da uno spunto investigativo della Sezione di Polizia Giudiziaria – Aliquota Polizia di Stato – presso il Tribunale di Asti.

Le indagini condotte dai poliziotti della Sezione di P.G., coordinate dal Procuratore della Repubblica di Asti  Perduca e dal Sostituto Procuratore  Macciò, hanno consentito di acquisire gravi indizi di colpevolezza a carico di un noto pregiudicato,   per plurimi fatti di riciclaggio.
Dagli accertamenti svolti dagli agenti è emerso che la somma riciclata dall’indagato in poco più di un anno sia di circa  900.000 euro

 

L’uomo è stato arrestato a Caronno 

Il provvedimento di custodia cautelare in carcere è stato eseguito il 10 giugno scorso a Caronno Pertusella, luogo dove viveva l’indagato, dalla Sezione di Polizia giudiziaria/aliquota Polizia di Stato che ha potuto avvalersi della collaborazione della Polizia locale di Caronno.

Le indagini, durate circa 6 mesi, hanno consentito di accertare come l’indagato, con a carico numerosi precedenti di polizia e giudiziari, si sia prestato a maneggiare denaro riconducibile ad una variegata tipologia di delitti, tra cui associazione per delinquere, appropriazione indebita, truffa, riciclaggio, autoriciclaggio, bancarotta fraudolenta e furto.

La tecnica per far sparire i soldi 

In particolare il denaro veniva accreditato su conti correnti e carte intestati all’indagato e/o alle sue ditte che di fatto non erano operative, provenendo da più società già coinvolte, al pari dei loro responsabili, in indagini penali anche per fatti di criminalità organizzata.

Il ruolo centrale e determinante dell’indagato è consistito nel ricevere su propri conti correnti ingenti somme di denaro che, immediatamente, per lo più lo stesso giorno dell’accredito, venivano ritirate in contanti presso Uffici postali e sportelli ATM di almeno 22 Comuni distribuiti su ben tre Regioni quali: Piemonte, Lombardia e Liguria. Con il risultato che, con tali prelievi effettuati a velocità davvero insolita e priva di alcuna giustificazione commerciale, i conti correnti e le carte venivano svuotati rendendo del tutto oscura la destinazione delle relative somme.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Anche Gerenzano ha il suo Valentino: campione di minimoto premiato dal sindaco

Anche Gerenzano ha il suo Valentino Rossi: è la giovane promessa Valentino Sponga, 13 anni, pilota di moto che con passione e determinazione sta...
Garbagnate PD Macrì

Garbagnate, il Pd si porta avanti, presentato il candidato sindaco per il 2022

Il Partito democratico di Garbagnate ha presentato oggi il candidato sindaco per le elezioni comunali che si svolgeranno nella primavera del 2022. L’assemblea degli iscritti...

Petizione popolare a Caronno: “Vogliamo un parco e un’area cani”

Al via la raccolta firme per trasformare in parco giochi e area cani il boschetto tra via Nino Bixio e via Bainsizza a Caronno...

Bollate, volontari al lavoro nel weekend per togliere le scritte dai muri

Un fine settimana impegnativo quello dei volontari guidati da Alessandro Parisi, coordinatore della Velostazione di Bollate, che si sono dedicati alla pulizia dei muri...

Saronno, Caronno, Origgio, Uboldo, Gerenzano, Cislago: in 800 col reddito di cittadinanza ma senza...

Nella zona del Saronnese sono 798 i percettori del reddito di cittadinanza, dei quali lavora solo qualche decina. Tutta colpa di una legge troppo...
rovello porro

Quattro camion rubati a Seveso per bloccare le strade di Rovello e assaltare il...

Una banda di malviventi ha rubato quattro camion per la raccolta rifiuti di Gelsia Ambiente stanotte a Seveso per mettere a segno l’assalto al...
Solaro Monegato

Monegato, da Solaro, primo italiano a completare l’ultramaratona Sparta-Atene di 246 km

Piergiuseppe Monegato, di Solaro, è uno dei finishers della più importante ultramaratona del mondo, la Sparta-Atene, sulla distanza di 246 km. Precisamente, Monegato, è...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !