Home BOLLATESE Garbagnate, muore manager vicino ai Berlusconi e lascia grossa eredità al Comune

Garbagnate, muore manager vicino ai Berlusconi e lascia grossa eredità al Comune

Garbagnate, Zoagli, manager, Berlusconi, eredità comune
La zona di Zoagli dove si trova una delle abitazioni di Giacomo Mareggini

Un  manager di Garbagnate vicino alla famiglia  Berlusconi, è morto  lasciando in eredità una fortuna al Comune.

All’inizio del mese di maggio si è spento all’età di 85 anni un garbagnatese che era poco conosciuto a molti suoi concittadini, poiché non amava le luci della ribalta, ma che in realtà era amico e stretto collaboratore della famiglia Berlusconi.

Si tratta di Giacomo Mareggini, che ci viene descritto come un uomo molto vicino alla famiglia del Cavaliere. Lavorava per l’ospedale San Raffaele e si è spento, a quanto pare, per gli effetti del Covid.

Basta guardare i necrologi pubblicati dal Corriere della Sera ai primi di maggio per rendersi conto di chi potesse essere Mareggini.

In uno si legge: “Il presidente Fedele Confalonieri, il vicepresidente e amministratore delegato Pier Silvio Berlusconi, i consiglieri d’amministrazione, i dirigenti e tutto il personale del gruppo Mediaset partecipano al lutto per la scomparsa del preziosissimo collaboratore Giacomo Mareggini”.

In un altro “Pier Silvio Berlusconi ricorda con stima e affetto il caro collaboratore Giacomo Mareggini”, poi ancora “Annick e Fedele Confalonieri piangono il caro amico Giacomo Mareggini”, “Il presidente Marina Berlusconi, l’amministratore delegato Danilo Pellegrino, i dipendenti e i collaboratori di Fininvest partecipano al lutto dei famigliari per la perdita del caro Giacomo Mareggini”, e via discorrendo.

Insomma, Mareggini era davvero un nome stimato e rispettato nella galassia Mediaset e Fininvest, e fin qui la notizia si limiterebbe al dolore per la scomparsa di un uomo e un garbagnatese dalle grandi capacità manageriali.

Ma nelle settimane successive alla sua morte si è scoperta una notizia che ha lasciato tutti a bocca aperta, a partire dal sindaco Davide Barletta: Giacomo Mareggini ha lasciato gran parte della sua eredità al Comune di Garbagnate Milanese.

Ebbene sì, il manager di Mediaset, rimasto vedovo da qualche anno, senza figli né eredi in linea retta (figli o figli dei propri figli), ha scritto un testamento olografo che ora è nelle mani di un notaio, nel quale dichiara di voler lasciare al Comune di Garbagnate i propri beni, ad eccezione di alcune polizze vita che ha deciso di lasciare alla persona che gli è stata vicina e lo ha assistito in questi ultimi anni di vita.

Il sindaco Barletta ci ha confermato la notizia, spiegandoci di averne dato già comunicazione a tutti i consiglieri comunali.

Ma che beni lascia esattamente Giacomo Mareggini al Comune di Garbagnate?

Una casa a Garbagnate e una a Zoagli 

Questa domanda al momento ha una risposta solo parziale, poiché ancora si deve fare l’inventario preciso e si deve capire, studiando i documenti, se avesse conti correnti o cassette di sicurezza in qualche banca. Di sicuro Mareggini lascia al Comune due immobili: la sua abitazione garbagnatese di via Libertà al civico 3, con l’impegno però che il Comune la utilizzi per finalità sociali, e soprattutto lascia l’appartamento in villa al mare, in Liguria, per la precisione a Zoagli, al civico 61 di via Aurelia, la strada che collega Rapallo con Zoagli e Chiavari.

Si tratta di un appartamento non grande, una cinquantina di metri quadri, ma sicuramente di grande valore economico, e forse ha anche il posto auto riservato proprio in cima alla salita che dal centro di Zoagli porta all’Aurelia.

E non è tutto, poiché occorre vedere che cosa contengono le due abitazioni tra oggetti d’arte, argenterie e altri valori, oltre – come già detto – ai conti in banca su cui sarà necessario fare accertamenti. Insomma, a essere prudenti, la comunità di Garbagnate ha ereditato una piccola fortuna valutabile in quasi un milione di euro.

Ma questo solo in base a ciò che si conosce. La cifra in realtà potrebbe essere anche molto più elevata.

Resta solo un ultimo ostacolo: il notaio sta facendo un’indagine per appurare che Mareggini non abbia lasciato anche altri testamenti con disposizioni diverse.

Non si sa mai. Nel giro di qualche settimana si dovrebbe avere dunque la certezza dell’eredità.



Caro lettore, dall’inizio dell’emergenza Covid-19 abbiamo subito un pesante crollo delle entrate pubblicitarie, che rappresentano da sempre un’importante entrata per sostenere il lavoro della redazione del Notiziario che realizza questo sito e il settimanale del venerdì in formato cartaceo o sfogliabile digitale.
Per garantire un’informazione quanto più possibile puntuale e autorevole dal nostro territorio, sono al lavoro giornalisti, liberi professionisti, che vedono fortemente minacciati i loro compensi dall’improvvisa diminuzione dei ricavi pubblicitari. Se apprezzi il nostro lavoro, ti chiediamo, se ti è possibile, di contribuire acquistando l’edizione sfogliabile del nostro settimanale (CLICCA QUI) oppure con una piccola donazione, seguendo i pulsanti qui sotto.
Bastano pochi clic, in totale sicurezza, con carta di credito o Paypal. Grazie.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

mascherina bus

Coronavirus: in Lombardia all’aperto senza mascherina, ma con distanza. Torna il bagaglio a mano...

O mascherina o distanza interpersonale all’aperto. Sarà questa la regola che entrerà in vigore da domani in tutta la Lombardia, con la nuova ordinanza...
carabinieri blitz

Paderno, blitz all’alba, sgominata la banda dei furti nelle case: 15 arresti

Carabinieri in azione dalle prime ore di questa mattina a Paderno Dugnano e in diverse altre località delle province di Milano, Forlì e Savona,...
truffe matrimoni poliziavideo

Furti da conti online, matrimoni combinati, truffe: 4 arrestati tra Milano e Varese |...

La Polizia Postale ha arrestato 4 persone  indagate per accesso abusivo a sistema informatico, autoriciclaggio, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina in concorso, ingresso e permanenza illegale...

Caronno, i commercianti sistemano le aiuole e… rischiano la multa

  Gli incivili imbrattano e ad abbellire i marciapiedi pensano i commercianti. Succede in corso della Vittoria, dove alcuni titolari di negozi si sono messi...

Limbiate, vandali nel parco inclusivo: chi rovina i giochi dei bimbi? | FOTO

  Bulloni svitati sui giochi per i bambini inaugurati appena 4 giorni fa a Limbiate. Ha dell’incredibile quanto accaduto nel parco “inclusivo” di via Turati...

Bollate, assalto dei ladri in piazza: tre colpi in una notte

A Bollate  una banda di ladri ha tentato e messo a segno tre colpi contro esercizi pubblici del centro.  Un martello di quelli da carpentiere,...

Rho-Monza: apre la complanare di Paderno, chiude uno svincolo a Cormano

Buone notizie con aperture di svincoli sulla Rho-Monza.  Dal 14 luglio viene chiuso il ramo dell’interconnessione con la Milano-Meda in entrata da Milano per carreggiata nord...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !