HomeBOLLATESEGarbagnate, muore manager vicino ai Berlusconi e lascia grossa eredità al Comune

Garbagnate, muore manager vicino ai Berlusconi e lascia grossa eredità al Comune

Garbagnate, Zoagli, manager, Berlusconi, eredità comune
La zona di Zoagli dove si trova una delle abitazioni di Giacomo Mareggini

Un  manager di Garbagnate vicino alla famiglia  Berlusconi, è morto  lasciando in eredità una fortuna al Comune.

All’inizio del mese di maggio si è spento all’età di 85 anni un garbagnatese che era poco conosciuto a molti suoi concittadini, poiché non amava le luci della ribalta, ma che in realtà era amico e stretto collaboratore della famiglia Berlusconi.

Si tratta di Giacomo Mareggini, che ci viene descritto come un uomo molto vicino alla famiglia del Cavaliere. Lavorava per l’ospedale San Raffaele e si è spento, a quanto pare, per gli effetti del Covid.

Basta guardare i necrologi pubblicati dal Corriere della Sera ai primi di maggio per rendersi conto di chi potesse essere Mareggini.

In uno si legge: “Il presidente Fedele Confalonieri, il vicepresidente e amministratore delegato Pier Silvio Berlusconi, i consiglieri d’amministrazione, i dirigenti e tutto il personale del gruppo Mediaset partecipano al lutto per la scomparsa del preziosissimo collaboratore Giacomo Mareggini”.

In un altro “Pier Silvio Berlusconi ricorda con stima e affetto il caro collaboratore Giacomo Mareggini”, poi ancora “Annick e Fedele Confalonieri piangono il caro amico Giacomo Mareggini”, “Il presidente Marina Berlusconi, l’amministratore delegato Danilo Pellegrino, i dipendenti e i collaboratori di Fininvest partecipano al lutto dei famigliari per la perdita del caro Giacomo Mareggini”, e via discorrendo.

Insomma, Mareggini era davvero un nome stimato e rispettato nella galassia Mediaset e Fininvest, e fin qui la notizia si limiterebbe al dolore per la scomparsa di un uomo e un garbagnatese dalle grandi capacità manageriali.

Ma nelle settimane successive alla sua morte si è scoperta una notizia che ha lasciato tutti a bocca aperta, a partire dal sindaco Davide Barletta: Giacomo Mareggini ha lasciato gran parte della sua eredità al Comune di Garbagnate Milanese.

Ebbene sì, il manager di Mediaset, rimasto vedovo da qualche anno, senza figli né eredi in linea retta (figli o figli dei propri figli), ha scritto un testamento olografo che ora è nelle mani di un notaio, nel quale dichiara di voler lasciare al Comune di Garbagnate i propri beni, ad eccezione di alcune polizze vita che ha deciso di lasciare alla persona che gli è stata vicina e lo ha assistito in questi ultimi anni di vita.

Il sindaco Barletta ci ha confermato la notizia, spiegandoci di averne dato già comunicazione a tutti i consiglieri comunali.

Ma che beni lascia esattamente Giacomo Mareggini al Comune di Garbagnate?

Una casa a Garbagnate e una a Zoagli 

Questa domanda al momento ha una risposta solo parziale, poiché ancora si deve fare l’inventario preciso e si deve capire, studiando i documenti, se avesse conti correnti o cassette di sicurezza in qualche banca. Di sicuro Mareggini lascia al Comune due immobili: la sua abitazione garbagnatese di via Libertà al civico 3, con l’impegno però che il Comune la utilizzi per finalità sociali, e soprattutto lascia l’appartamento in villa al mare, in Liguria, per la precisione a Zoagli, al civico 61 di via Aurelia, la strada che collega Rapallo con Zoagli e Chiavari.

Si tratta di un appartamento non grande, una cinquantina di metri quadri, ma sicuramente di grande valore economico, e forse ha anche il posto auto riservato proprio in cima alla salita che dal centro di Zoagli porta all’Aurelia.

E non è tutto, poiché occorre vedere che cosa contengono le due abitazioni tra oggetti d’arte, argenterie e altri valori, oltre – come già detto – ai conti in banca su cui sarà necessario fare accertamenti. Insomma, a essere prudenti, la comunità di Garbagnate ha ereditato una piccola fortuna valutabile in quasi un milione di euro.

Ma questo solo in base a ciò che si conosce. La cifra in realtà potrebbe essere anche molto più elevata.

Resta solo un ultimo ostacolo: il notaio sta facendo un’indagine per appurare che Mareggini non abbia lasciato anche altri testamenti con disposizioni diverse.

Non si sa mai. Nel giro di qualche settimana si dovrebbe avere dunque la certezza dell’eredità.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Traffico paralizzato in Milano Meda per un tamponamento a catena: tre feriti

  Un tamponamento fra tre veicoli in Milano Meda ha generato nel tardo pomeriggio grandi disagi alla circolazione in direzione di Milano, dove i veicoli...

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !