HomeBUONO A SAPERSICoronavirus: aumentano i casi di trombosi ma la causa non è il...

Coronavirus: aumentano i casi di trombosi ma la causa non è il virus

coronavirus trombosi Gabriele Di Luca
Gabriele Di Luca

Durante la pandemia di Coronavirus sono davvero aumentati i casi di trombosi ma la causa non sarebbe il virus in sè.

La stasi del lockdown, che ha comportato meno attività fisica e movimento in generale, ha semplicemente peggiorato le situazioni già a rischio. Lo afferma il dottor Gabriele Di Luca, chirurgo vascolare dell’ASST Gaetano Pini-CTO.

Coronavirus e trombosi

Si è parlato più volte di trombosi venosa tra gli effetti, a volte fatali, dell’infezione da Covid-19.

Il dottor Gabriele Di Luca, chirurgo vascolare dell’ASST Gaetano Pini-CTO, negli ultimi mesi ha notato un aumento di casi di trombosi venosa, ma non tra i pazienti contagiati dal virus.

“Rispetto al periodo di osservazione clinica pre-Covid19 tra i pazienti dell’ASST Gaetano Pini-CTO ho riscontrato un aumento del verificarsi di complicanze trombotiche arteriose, in particolare nei pazienti che presentano già alterazioni di alcuni distretti (cerebrale, apparato gastroenterico, degli arti superiori o inferiori o sottoposti a cateterismi arteriosi diretti)”.

“In alcune di queste situazioni si è persino giunti a eventi di tipo ischemico e alla gangrena dei distretti più periferici degli arti inferiori (dita dei piedi). Questo perché gli esiti sono stati difficilmente controllabili con una terapia farmacologica e i pazienti non potevano essere sottoposti a un intervento chirurgico per la grave e importante co-morbidità presente” dice il dottor Di Luca.

Coronavirus e trombosi: il ruolo dell’attività fisica

Durante i lunghi mesi della pandemia, il chirurgo vascolare ha notato un aumento dell’incidenza di complicanze trombotiche venose a carico degli arti inferiori nei pazienti ambulatoriali: “La causa probabile di questo fenomeno è la riduzione dell’attività fisica e dei movimenti durante il lockdown. Uno stile di vita sedentario e il sovrappeso a esso correlato possono aumentare il rischio di sviluppare una complicanza trombotica a livello degli assi venosi degli arti inferiori e pelvici. Ricordiamoci, infatti che il meccanismo scatenato dal rallentamento del ritorno venoso (stasi) è uno dei principali fattori della ‘Triade di Virchow’”.

Trombosi: più colpite le donne

Ultima caratteristica peculiare della trombosi venosa è che la patologia affligge maggiormente il sesso femminile e tende ad avere un’incidenza sempre maggiore con l’avanzare dell’età.

Il rapporto tra donne e uomini è di 2 a 3. La causa di una maggiore prevalenza tra le donne sembra risiedere nella presenza di un quadro ormonale dove la percentuale di ormoni femminili circolanti (estrogeni e in modo minore i progestinici) è maggiore.

“La terapia ormonale – spiega il chirurgo vascolare dell’ASST Gaetano Pini-CTO – può in alcuni casi concorrere allo sviluppo di eventi trombotici soprattutto a livello dell’apparato venoso, provocando la riduzione di alcune sostanze prodotte a livello epatico (Proteina S e Proteina C epatiche) che possiedono proprietà modulanti e di controllo sull’attivazione indiscriminata dei meccanismi della cosiddetta cascata coagulatoria”.

“Le variazioni anche fisiologiche (menarca, gravidanza e menopausa) del tasso percentuale di estrogeni e progestinici circolanti, possono inoltre interferire con alcuni fattori e meccanismi del sistema coagulatorio”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Limbiate incendio

Incendio ex Snia a Varedo, Arpa: bruciano 2000 tonnellate di rifiuti, oggi doveva iniziare...

Nel maxi incendio in corso nell’ex Snia di Varedo stanno andando a fuoco 2000 tonnellate di rifiuti in un capannone sotto sequestro che proprio...

Limbiate, fumo denso in strada per il maxi incendio all’ex Snia di Varedo |...

Fumo denso nelle strade di Limbiate e Varedo per il maxi incendio che si è sviluppato questa mattina prima delle 6 nell’ex Snia. In...

Centro sportivo intitolato a Bearzot, ospitata la figlia

Intitolato il centro sportivo a Bearzot.  La giunta e l’Asd Gerenzanese hanno ospitato per l’occasione la figlia di Enzo Bearzot, Cinzia, e il nipote,...
Unieuro

Limbiate, ha aperto Unieuro al posto di Galimberti spa

Da venerdì a Limbiate c’è Unieuro al posto di Galimberti Spa. Ha riaperto con una nuova insegna dopo oltre 7 mesi di chiusura, il...
Straceriano

Ceriano Laghetto, torna la Straceriano, alla 25esima edizione

Domani, domenica 26 settembre, a Ceriano Laghetto torna la “Straceriano”, trofeo Il Notiziario, alla sua 25esima edizione, dopo la sospensione forzata delle ultime due...

Varedo, maxi incendio di rifiuti nell’ex Snia, decine di vigili del fuoco sul...

Un gigantesco incendio si è sviluppato questa mattina nell’ex Snia di Varedo. Stanno bruciando tonnellate di rifiuti stoccati abusivamente all’interno dell’ex fabbrica di filati. Il...

“Alla 13a ora”, il nuovo libro di Marta Leandra Mandelli ambientato a Villa Arconati

Si apre un nuovo capitolo nella storia di Villa Arconati. Nella giornata di domenica 26 settembre si terrà nella Sala Museo di Villa Arconati...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !