HomeSERIE TV"Defending Jacob" - La recensione. Un ragazzo accusato di omicidio, il...

“Defending Jacob” – La recensione. Un ragazzo accusato di omicidio, il dubbio dei genitori

DEFENDING JACOB è una delle più belle serie del 2020, assolutamente imperdibile e ancora troppo poco conosciuta perché distribuita sulla piattaforma Apple Tv+ (i cui abbonamenti sono ancora limitati). Comunque sia, segnatevela: chissà che in un prossimo futuro non passi in qualche grosso network come Netflix.
E’ la storia della famiglia di Andy Barber, assistente procuratore distrettuale di una cittadina del Massachusetts, sconvolta da un omicidio: il figlio Jacob, 14 anni, è accusato di avere ucciso un compagno di scuola. Da quel momento il paradiso della tipica famiglia americana benestante si trasforma in un inferno, gettando genitori e figlio nell’incubo dei tribunali, degli avvocati, dei mass media che non danno tregua.
La trama non è proprio originale, ma il pregio di DEFENDING JACOB è l’introspezione psicologica dei protagonisti: gli autori, più che risolvere il giallo e creare mistero attorno alla morte dell’amico (in verità non proprio) di Jacob, focalizzano l’attenzione su come reagisce la famiglia a questo dramma, su come cambia la sua vita. Ma, soprattutto, insinuano il dubbio che il ragazzo non sia innocente: sono i suoi comportamenti sospetti, l’atteggiamento taciturno e i suoi segreti da adolescente a rendere dubbiosi i genitori (di conseguenza noi spettatori), più di quanto vogliano mai ammettere.
Il cast, che dev’essere stato frutto di una scelta certosina, brilla come raramente si è visto in una serie televisiva: Chris Evans è bravissimo nei panni del procuratore che improvvisamente si trova dall’altra parte della barricata: non deve accusare ma difendere, per giunta suo figlio. Il ruolo della madre è affidato niente meno che a Michelle Dockery, reduce dal successo della serie e del film DOWNTON ABBEY: eccezionale nella parte di una donna combattuta fra l’istinto di credere al figlio e l’incertezza, che la assale al punto da commettere un colpo di testa nell’ultimo episodio. Azzeccato anche Jaeden Martell per interpretare Jacob: per quanto giovane, recita in modo naturale e convicente.
La scrittura della serie è sempre sostenuta, non perde la sua forza nemmeno nelle sequenze più lente, ed è apprezzabile la scelta degli autori di piazzare in ogni episodio (otto in tutto) il flashforward di ciò che accadrà nell’ultima puntata, tenendo alta l’attenzione e suscitando la curiosità dello spettatore. Fredda la fotografia, che da sola trasmette la sensazione di angoscia che attanaglia la famiglia.
DEFENDING JACOB è un ottimo family drama, ma anche un thriller psicologico più che un giallo. Tutti gli ingredienti giusti per far presa sullo spettatore, ma a non farlo finire nel dimenticatoio sono le grandi interpretazioni dei protagonisti, che riescono a farci immedesimare chiedendoci: “Come reagirei io in quella situazione?”.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Disabili e pandemia. Gerenzano: “Mia figlia promossa e… abbandonata”

“Avrei preferito che mia figlia fosse bocciata piuttosto che farle concludere le superiori senza che abbiamo le idee chiare sul suo futuro, su quale...

Omicidio Arese, dopo avere ucciso la moglie, ha provato ad ammazzare anche il figlio

“Ho ucciso tua madre, ora tocca a te”. Sono le parole che avrebbe pronunciato Jaime Moises Rodriguez Diaz, il 41enne messicano che sabato mattina...
caronno danni temporale

Vento e temporale, danni a Caronno Pertusella e pianta caduta sulla Milano-Meda

Numerosi interventi dei Vigili del fuoco nella nostra zona per il maltempo di questo pomeriggio, domenica 20 giugno. Situazioni più critiche nella zona tra...

Biassono, i Vigili del Fuoco salvano uno scoiattolo caduto dentro una canna fumaria |...

Oggi, domenica 20 giugno, alle ore 8.30 intervento di soccorso particolare nel Comune di Biassono, in Via Alberto da Giussano 26B, per il recupero...
carabinieri chiusura locale

Rapinata gioielleria a Saronno, persa la refurtiva durante la fuga

Due rapinatori di una gioielleria in fuga, perdono la refurtiva inseguiti da passanti e carabinieri, e adesso sono ricercati. E' successo a Saronno questo pomeriggio...

Piove al palasport di Caronno, il Volley: “Rischiamo il prossimo campionato”

Ogni volta che c’è un temporale, continua a piovere dal tetto del palasport di Caronno Pertusella, col risultato che le partite di basket e...

Omicidio ad Arese, in casa anche i tre figli della coppia che hanno dato...

C’erano anche i tre figli della coppia questa mattina in casa ad Arese, dove un uomo di 41 anni ha ucciso a coltellate la...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !