Home BRIANZA Ceriano, nell'ex bosco della droga trovata la quinta pistola

Ceriano, nell’ex bosco della droga trovata la quinta pistola

ceriano pistola
la quinta pistola trovata nel bosco di Ceriano

Spunta anche la quinta pistola nell’ex bosco della droga di Ceriano Laghetto. E’ solo l’ultimo inquietante ritrovamento   nell’area  dei boschi del Parco delle Groane tra le due stazioni ferroviarie di Ceriano Laghetto. Qui, da ormai quasi 80 giorni, sono operativi i volontari del Gst, Gruppo supporto territoriale con lo specialista “Serpico” coordinati dalla Polizia Locale che, con l’utilizzo del metal detector, hanno messo a segno una serie di “scoperte” decisamente interessanti sul vero e proprio arsenale a disposizione degli spacciatori di droga che avevano fatto di quest’area, tra le più belle del Parco delle Groane, il loro regno incontrastato.

Ben 120 oggetti confezionati e sotterrati dagli spacciatori

Sono stati portati alla luce ben 120 involucri, tutti accuratamente confezionati in diversi strati di pellicola trasparente, prima di essere occultati sotto diversi centimetri di terreno. Tra gli ultimi ritrovamenti anche una pistola, la quinta ritrovata nel corso delle operazioni effettuate in questi mesi.

Droga e telefonini con la sim 

In questo caso si tratta di un’arma in grado di sparare piombini calibro 4,5, che va ad aggiungersi alle precedenti trovate anche con i relativi proiettili. Oltre a confezioni di stupefacenti pronte per essere smerciate, nel corso delle operazioni di ricerca sono stati trovati anche ben 44 telefoni cellulari.

Gran parte di questi avevano ancora la Sim inserita, che può rivelarsi interessante per le indagini affidate alla Procura, a cui viene inviato tutto il materiale recuperato.

Gran parte dell’attività degli spacciatori si svolgeva infatti tramite l’utilizzo di smartphone, con scambi rapidi di messaggini tra acquirente e venditore per concordare la consegna che avveniva all’interno del bosco o a bordo strada.

Dai machete alla spada, passando per i coltelli da macelleria 

Ricchissima la collezione di armi da taglio portata in superficie, nella quale spiccano 8 machete, 8 coltellacci da macelleria, una mannaia, una falce, una accetta, 3 coltelli serramanico, un coltello tirapugni, 2 coltellini svizzeri, una lama libera da 30 cm e persino una spada con lama da quasi un metro.

Non potevano mancare i bilancini di precisione, ben 16, per misurare gli stupefacenti durante le preparazioni delle dosi. Vi si aggiungono anche diversi strumenti elettronici come Pc, rilevatore Gps, macchine fotografiche digitali, tablet, ma anche documenti personali e contabili.

Qui spacciatori e tossicodipendenti sono ormai scomparsi da qualche mese e a quanto pare il problema si è spostato più a Sud, verso Bollate 

In questo periodo sono stati controllati circa 700mila metri quadrati di bosco, un terzo dei quali ripassato più volte, con ritrovamenti diversi. “Un lavoro enorme, per il quale non potremo mai ringraziare abbastanza la nostra Polizia Locale e i nostri volontari Gst che hanno attivato questa azione di bonifica senza precedenti e che non ha probabilmente eguali a livello nazionale dopo le reiterate operazioni di controllo e repressione che nei mesi scorsi hanno fatto “tabula rasa” dei malviventi, restituendo questa zona meravigliosa ai cittadini” -commenta l’Assessore alla Sicurezza, Dante Cattaneo.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Covid, proposta della Lombardia: coprifuoco dalle 23 e centri commerciali chiusi nel weekend

Coprifuoco dalle 23 alle 5 a partire da giovedì 22 ottobre e centri commerciali chiusi nel weekend a eccezione dei generi alimentari. E' la proposta...
vittorio demicheli

Covid, Ats in ritardo nel tracciamento dei contagiati a Milano e in Brianza

Il virus è più veloce delle Ats, che non riescono a star dietro all’aumento dei contagiati. Lo ha rivelato Vittorio Demicheli, direttore sanitario dell’Ats Milano...
calcio bambini

“Uno schiaffo allo sport giovanile”: il calcio dilettantistico contro Regione Lombardia

Il Comitato Regionale Lombardia della Lega nazionale dilettanti (che coordina l’attività dilettantistica del gioco del calcio), ha inviato una durissima nota a Regione Lombardia...

Sindaco di Origgio in auto isolamento, ma è negativo al tampone del Covid

“Nel weekend avevo la febbre a 38 e mi sono subito auto isolato, ma sto bene e lavoro da casa”. Via telefono dalla sua...
tampone covid auto

Covid, da domani tampone rapido in auto anche a Limbiate

La Asst Monza sarà operativa da domani, martedì 20, con un secondo drive-through, un punto tamponi con accesso diretto senza scendere dalla propria vettura, a...
saronno giunta

Saronno, ecco la nuova giunta comunale, primo consiglio venerdì 23

La nuova giunta comunale di Saronno è stata presentata ufficialmente oggi, lunedì 19 ottobre in Villa Gianetti. E’ la squadra di assessori nominata dal nuovo...

Coprifuoco in strade e piazze dopo le 21, sparita la parola “sindaci” dal Dpcm....

Coprifuoco in strade e piazze a rischio assembramento? Sì, ma non si sa chi ne avrà le facoltà per farlo. Ed è polemica. Ieri...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !