Home BOLLATESE Bollate, assalto dei ladri in piazza: tre colpi in una notte

Bollate, assalto dei ladri in piazza: tre colpi in una notte

A Bollate  una banda di ladri ha tentato e messo a segno tre colpi contro esercizi pubblici del centro. 

Un martello di quelli da carpentiere, pochi colpi ben assestati e poi il blitz. Un martello, quasi certamente lo stesso, forti colpi su un vetro blindato, che però non si sfonda.

Un piede di porco, la saracinesca del negozio alzata, ma forse qualcosa ha disturbato i ladri, che sono fuggiti. Sono i tre assalti ad altrettanti negozi della zona di piazza San Francesco che sono avvenuti nella notte tra domenica e lunedì.

Per i commercianti bollatesi è ritornato l’incubo dei ladri, quelli che colpiscono di notte o in pausa pranzo spaccando e causando danni per fuggire col cassetto della cassa o con altra merce di valore.

Era successo già l’anno scorso, quando un ladro aveva messo a segno una ventina di furti sull’asse via 4 Novembre – Magenta – Repubblica e vie traverse. Poi era stato catturato. Adesso però il ladro o i ladri hanno colpito ancora sembrano decisamente più spavaldi e pericolosi.

Ma cos’è successo esattamente la notte tra domenica e lunedì? Abbiamo cercato di ricostruirlo.

I ladri probabilmente hanno preso di mira per primo il negozio “L’ottico” di piazza San Francesco: con un martello hanno colpito più volte il vetro blindato della porta d’ingresso per spaccarlo.

Il vetro si è rotto, ma non ha ceduto, così i ladri devono essersi spostati al negozio di riparazione telefonini e computer gestito da un cinese che si trova poche vetrine dopo l’ottico: hanno forzato la saracinesca della vetrina laterale sollevandola.

Lì o qualcosa gli ha dato fastidio, oppure hanno guardato dentro vedendo che non c’era presente la cassa da rubare. Fatto sta che hanno rinunciato al colpo.

A quel punto si sono spostati all’inizio di via Madonna Speranza dove si trova il ristorante giapponese “Ammo”.

Alcuni testimoni ci raccontano di aver sentito dei rumori sospetti verso le 4,30 di notte e probabilmente erano proprio i ladri che, giunti alla porta d’emergenza del ristorante, si preparavano a entrare in azione.

La porta d’emergenza dà su via Madonna Speranza: i ladri non hanno dovuto spaccarla, sono bastati alcuni colpi ben assestati con un martello da carpentiere con cui poi hanno fatto leva e la porta si è aperta.

Una volta dentro, la corsa verso la cassa che hanno preso strappando i cavi, poi la fuga, sicuramente non in auto: o a piedi o in bicicletta. Infatti, i ladri hanno percorso soltanto la via degli Alpini prima di fermarsi a scardinare la cassa (fossero stati in auto, sarebbero sicuramente andati più lontani).

Si sono fermati in via Parri, lì hanno rotto la serratura della cassa impossessandosi di ciò che conteneva, a quanto pare una cifra modesta .

Poi hanno gettato la cassa nel parcheggio di via Parri e sono fuggiti.

A ritrovare la cassa abbandonata, lunedì verso le 6 del mattino, sono stati alcuni operai di Gaia che erano in servizio per l’igiene ambientale. Sono bastate poche telefonate per capire da dove arrivava, dato che l’Ammo era rimasto con la porta aperta tenuta ferma dal martello abbandonato


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

donna computer mail

Brugherio, quasi 2 anni di mail oscene ad una coppia e ai loro amici,...

Due anni di insulti a sfondo sessuale inviati a una coppia di coniugi e a loro colleghi e conoscenti: i carabinieri di Brugherio sono...

Covid, l’appello del sindaco di Cislago ai ragazzi: “Aiutateci, rinunciate a divertimento e socialità”

In questo periodo d’impennata dei contagi da Covid-19, il sindaco di Cislago Gianluigi Cartabia si appella ai giovani: “Aiutateci. i vostri bis bisnonni avevano...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO

Covid, numeri impressionanti, mentre mancano vaccini e medici; a Saronno caso di Tbc a...

Apertura inevitabilmente dedicata all’emergenza sanitaria anche questa settimana per il notiziario: la situazione è critica anche perché non ci sono ancora i vaccini antinfluenzali...

Dopo Saronno ci prova Caronno: in arrivo raffica di “Zone 30”

Dopo la sperimentazione non proprio felice di Saronno, dove il limite di 30 all’ora aveva creato una valanga di contestazioni, ci prova Caronno Pertusella:...
sesto droga tangenziale

Sulla Tangenziale Nord con 115 kg di hashish in auto, 25enne arrestato

I carabinieri di Bresso hanno arrestato ieri un 25enne albanese fermato sulla Tangenziale Nord alla guida di un’auto con 115 kg di droga a...
snam Covid 19

Covid: l’incendio è scoppiato, ecco i numeri della nostra zona

La seconda ondata della pandemia è arrivata anche nei nostri comuni. Settimana scorsa scrivevamo che stava arrivando, ora possiamo affermare che è arrivata, perché...

Allenamenti consentiti anche negli sport di squadra, ma con distanziamento

Parziale dietro-front di Regione Lombardia sulle attività sportive di squadra: gli allenamenti tornano ad essere consentiti con il distanziamento. Dopo le numerose proteste che si...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !