Home SERIE TV "Little fires everywhere", la recensione - "Essere madre fra rinunce e difficoltà"

“Little fires everywhere”, la recensione – “Essere madre fra rinunce e difficoltà”

 
Forse pretendevano troppo gli autori e i produttori di LITTLE FIRE EVERYWHERE, eguagliare la pietra miliare della serialità BIG LITTLE LIES (che ricorda per molti aspetti), ma il risultato è comunque sorprendente: da tempo non si vedeva una serie dai dialoghi accattivanti, dalla trama e dalle sottotrame mai noiose (anche se a tratti stucchevoli), da interpretazioni femminili di così forte impatto emotivo.
 
TANTI PICCOLI FUOCHI, com’è stata battezzata in italiano, è una miniserie di Amazon, tratta dall’omonimo libro di Celeste Ng, che ha scritto una storia sulla maternità e le responsabilià che comporta, su famiglia e scontro generazionale fra genitori e figli, su identità sessuale, aborto e adozione. Davvero tanta roba per un romanzo, figurarsi per una serie di otto episodi. Il risultato non è comunque confuso, ma trattato e approfondito nel giusto modo.
 
I tanti piccoli fuochi sono quelli che minacciano di divampare nella cittadina americana dov’è ambientata la vicenda, che culmina con l’incendio con cui si apre il primo episodio: un flashforward dopo il quale c’è un salto temporale a cinque mesi prima, quando Elena (la superba Reese Witherspoon di BIG LITTLE LIES) affitta una sua casa a un’artista arrivata in paese con la figlia, Mia (interpretata dalla Kerry Washington di SCANDAL): da allora nulla sarà più come prima, in una girandola di segreti e bugie le cui protagoniste indiscusse sono le due attrici, davvero convincenti nei rispettivi ruoli. Due madri completamente diverse: mentre Elena vive da borghese ed è maniaca del controllo, Mia è uno spirito libero, che non vuole rinunciare ai suoi sogni. Da incorniciare i dialoghi e gli scontri fra le due, che comunque non oscurano il resto dei personaggi. In particolare la piccola Megan Stott, che nel ruolo di Izzy riesce a trasmettere perfettamente il disagio adolescenziale di una ragazza che si sente diversa ed è costretta a lottare contro il mondo. Purtroppo in secondo piano il bravo Joshua Jackson dell’ndimenticabile THE AFFAIRE, relegato al ruolo di marito di Elena, sopraffatto dall’esuberanza e dalle prepotenze della moglie.
 
La vicenda è ambientata negli anni Novanta, con una ricostruzione degli ambienti perfetta quanto i dialoghi: un’epoca senza cellulari né internet, nella quale la famiglia era ancora al centro di tutto.
Ogni storytelling è ben trattata e alla fine, anche se sembra che il cerchio si chiuda in modo troppo poco credibile, ciò che resta è la sensazione che le vite dei protagonisti a cui abbiamo assistito potrebbero essere quelle di chiunque, per certi aspetti possiamo infatti riconoscerci. E che non esiste mai davvero un giusto o sbagliato, perché ogni decisione porta con sé il proprio carico di esperienze e formazione personale. Il finale è aperto: una seconda stagione ci sta.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

suore stalking

Frasi oscene per 2 anni sotto la stanza delle suore, denunciato 71enne di Monza

Frasi oscene pronunciate durante finte conversazioni telefoniche a sfondo sessuale sotto la finestra della stanza di due suore: due anni di pedinamenti e stalking. Un...
Coronavirus Confcommercio Lombardia

Coronavirus, Confcommercio Lombardia: la stretta costerà 860 milioni di euro al mese

Coronavirus, Confcommercio Lombardia lancia l'allarme: solo per i pubblici esercizi la stretta anti-Covid costerà in regione 860 milioni di euro al mese. "E' finito il...

Cislago, vandali prendono a calci il defibrillatore del parco

Ancora un atto di vandalismo contro un defibrillatore: succede a Cislago, dove stavolta è stato preso di mira quello donato dal Gruppo Alpini e...

Rissa al centro commerciale di Arese, carabinieri aggrediti: due arresti

Carabinieri aggrediti a “il Centro” di Arese, dove sono intervenuti per sedare una rissa: contro di loro calci, spintoni e insulti ed è pure spuntato...

Morto il 15enne travolto da un’auto fra Saronno e Rovello

E’ purtroppo morto il ragazzo di 15 anni che domenica è rimasto coinvolto in un grave incidente sulla strada provinciale che collega Saronno a...
Saronno Rovello Porro investito 15 anni bicicletta

Incidente tra Saronno e Rovello, 15enne in bici investito, scende l’elicottero

Grave incidente tra Saronno e Rovello, un 15enne in bici è stato investito, scende anche l'elicottero. Un ragazzo di soli 15 anni in bicicletta è...
Coronavirus decreto 25 ottobre Lombardia

Nuovo Decreto: i divieti fino al 24 novembre, anche in Lombardia

E' arrivato in mattinata l'ultimo Dpcm, previsto per la serata di sabato 24 ottobre, ma slittato a oggi, domenica 25. Il presidente del Consiglio, Giuseppe...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !