Home BUONO A SAPERSI Coronavirus: inaugurato il Settore B dell’ospedale San Gerardo di Monza

Coronavirus: inaugurato il Settore B dell’ospedale San Gerardo di Monza

coronavirus ospedale san Gerardo MonzaE’ stato inaugurato lo scorso 15 luglio il Settore B dell’ospedale San Gerardo di Monza.

Circa 300 posti letto, già in uso da fine febbraio 2020, che ha contribuito in maniera determinante alla cura dei pazienti Covid durante la pandemia.

Va infatti ricordato che in piena pandemia, la Direzione Generale della ASST Monza ha profuso sforzi notevoli per realizzare in tempi record il Settore B.

All’evento erano presenti il vicepresidente Fabrizio Sala e l’assessore al Welfare Giulio Gallera, oltre alle autorità locali, civili e religiose.

Si tratta della realizzazione di un terzo della complessiva struttura, disposta su 11 piani totalmente ristrutturati in termini di accoglienza alberghiera e dotazioni strumentali e tecnologiche.

Undici piani in cui trovano spazio la Medicina d’Urgenza e la Gastroenterologia, la Medicina Generale, l’Otorinolaringoiatria e la Chirurgia Maxillo Facciale, la Geriatria, la Senologia e la Ginecologia, la Cardiologia, la Pneumologia e l’Unità di Terapia intensiva respiratoria, la Chirurgia 2 e l’Urologia, l’Ostetricia, la Pediatria, le sale endoscopiche insieme a quelle di urologia, bronco spia e interventistica e al piano terra le sale di Radiologia dedicate ai pazienti interni (Tac, scheletrica, Rm, Eco), gli ambulatori di Pediatria e Day Hospital.

Settecento mila euro di nuovi arredi fanno del Settore B un gioiello dotato delle principali tecnologie all’avanguardia, come due risonanze magnetiche del valore di oltre un milione di euro e la nuovissima apparecchiatura radiologica polifunzionale scheletrica collaudata a gennaio, del valore di 234mila euro.

Le nuove camere di degenza sono tutte a due posti letto e con bagno dedicato per garantire sempre l’accessibilità alle persone con disabilità anche temporanea.

Il progetto di riqualificazione dell’Ospedale San Gerardo – sottolinea il Direttore Generale della ASST di Monza Mario Alparone – si propone di allineare la struttura ospedaliera, suddivisa in diversi edifici, ai rilevanti cambiamenti organizzativi, assistenziali e tecnologici che negli ultimi anni hanno profondamente modificato il modo di curare i pazienti. Il Settore B inaugurato questa mattina è l’esempio”.

E ancora: “Il Settore B ha avuto il suo “Battesimo del Fuoco” durante il periodo Covid, perché i posti letto Settore B hanno contribuito in maniera determinante a ricoverare, a fine marzo, parte dei 600 pazienti Covid gestiti dalla nostra ASST ed hanno consentito di offrire degna e sicura accoglienza ai cittadini lombardi che si sono rivolti a noi (1700 pazienti complessivi di cui oltre 350 da fuori provincia)”.

Numeri impressionanti e che comprendono gli oltre 100 posti di terapia intensiva attivati nel massimo picco di emergenza. Essere riusciti a fronteggiare questa emergenza è il risultato di un “sistema Monza” che si è stretto attorno al suo ospedale in tutte le sue dimensioni, Amministrazione Comunale, Prefettura, Volontariato, Cittadinanza“.

La gestione di un rilascio di 11 piani di degenza (un intero ospedale di medie dimensioni) è complicato in condizioni normali figuriamoci in piena emergenza. È il risultato di un lavoro di squadra ed è per me importante ringraziare Regione Lombardia, l’ATS della Brianza ed i costruttori. Avere con noi oggi Vice Presidente di Regione Lombardia e Assessore al Welfare è stato, per me e per tutta l’azienda che ho l’onore di dirigere, particolarmente significativo proprio per sottolineare i momenti intensi che hanno accompagnato la nostra attività in quel periodo”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

croce rossa vaccino misinto

Nella sede Cri Alte Groane il punto vaccino per Lazzate, Misinto, Cogliate e Ceriano...

Sarà la sede della Croce Rossa Alte Groane di via Guglielmo Marconi 15 a Misinto, l’hub nel quale i cittadini di Lazzate, Misinto, Ceriano...

Rho, operaio 49enne muore travolto da un camion in retromarcia

Un terribile incidente sul lavoro è avvenuto questa mattina, 1 marzo, a Rho: un operaio di 49 anni è morto investito da un camion...
Bollate hinterland

Poveri bollatesi, tra carcere, bulla, striscia e zona rossa… in ritardo

Bollate non è una città particolarmente fortunata. Oltre a essere un comune del problematico hinterland, in Italia il suo nome è associato a un...
Cestello lavoro

Giardinieri sul cestello toccano cavi dell’alta tensione, uno grave in ospedale

Un brutto incidente sul lavoro si è verificato questa mattina a Lesmo, in provincia di Monza e Brianza, dove due giardinieri impegnati in operazioni...

Cani buttati in un cassonetto, li adotta una famiglia di Caronno

Il futuro di due splendide cucciole nate a Latina e subito gettate in un cassonetto dell’immondizia sembrava segnato. E invece no, quello che ancora...

Bollate, raccolta firme per chiedere precedenza per il vaccino a chi risiede in zona...

E’ stata lanciata questa domenica 28 febbraio ed ha già raggiunto 250 firme la petizione per chiedere la vaccinazione prioritaria per tutti i cittadini...
covid grafico

Peggiorano i contagi nella zona: a Limbiate e Senago più nuovi casi che a...

La situazione dell’epidemia da Sars-Cov2 nella nostra zona sta peggiorando e in questo preciso momento il comune con il maggior numero di casi non...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !