HomePrima PaginaUboldo, Origgio: “Viviamo i nostri boschi. Solo così sparirà la droga”

Uboldo, Origgio: “Viviamo i nostri boschi. Solo così sparirà la droga”

Uno degli accampamenti trovati nei boschi dalla Protezione civile

“Solo noi cittadini potremo tenere alla larga i venditori di morte”. Non ha dubbi l’ex assessore uboldese ai Servizi sociali Ercole Galli, ambientalista e profondo conoscitore del verde uboldese, a proposito dello spaccio di stupefacenti nei boschi di Uboldo e Origgio. “L’unico modo per allontanare questi personaggi è non lasciarli spadroneggiare nel nostro territorio”. “Vivere i boschi”: questa la parola d’ordine di Galli, che lancia un appello ai cittadini affinché vadano nel verde per fare footing, picnic, passeggiate ed escursioni in bicicletta. “Del resto abbiamo una campagna e un’area boschiva immense e bellissime – sottolinea – Basta vedere il percorso della via Crucis, tutto ombreggiato fino al piccolo santuario della Madonna”.

Fin da quando era assessore, Ercole Galli sollecita la popolazione a frequentare i boschi e torna a farlo in questo periodo post-Covid, nel quale il viavai di pusher e tossicodipendenti è tornato a popolare la vegetazione: “Più gente c’è, più si spostano – spiega – E’ un dato di fatto, che io stesso ho verificato nelle ultime settimane. Andando in certe zone più frequentate, mi sono accorto che questa gente è andata altrove. L’unico modo è quindi la nostra presenza costante, che di certo disturba”.

E’ l’esperienza vissuta in questi ultimi mesi nella vicina Ceriano Laghetto dove, a furia di stargli col fiato sul collo, gli spacciatori sono spariti.

A confermare che dopo il lockdown si è tornato a spacciare è Cesare Bosco, che ha un ranch alla Regusella: “Quello che mi spiace è anche vedere tutto deturpato, dal Bozzente alle aree limitrofe – sbotta – Questa gentaglia abbandona di tutto: resti di cibo, cartacce e confezioni, bottiglie e lattine”. Spazzatura spesso ritrovata anche lungo la via Crucis, pulita proprio da Galli e Bosco con gruppi di giovani che danno così il buon esempio ai coetanei. Entrambi riferiscono che i pusher conoscono molto bene il territorio, sanno come muoversi, quali sono le vie di fuga e come spostarsi da un punto all’altro: “In questo periodo ad agevolarli è il fatto che possono nascondersi nella vegetazione cresciuta rigogliosa. In ogni caso, continuo a notare spostamenti”.

 

 

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Maltempo: sottopassi allagati, crolli, situazione critica in provincia di Varese | FOTO

Pioggia intensa e vento stanno creando grossi problemi dal primo pomeriggio di oggi soprattutto nella provincia di Varese per sottopassi allagati e crolli sulle...

La figlia di Bearzot a Gerenzano: sarà intitolato al padre il centro sportivo

Avrà luogo domani, domenica 19 settembre, l’intitolazione del centro sportivo di Gerenzano a Enzo Bearzot. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale e dell’Asd Gerenzanese Calcio, che...

Origgio nel circuito “Ville aperte in Brianza”: visite guidate a Villa Borletti e...

Quest’anno anche Origgio partecipa alla manifestazione “Ville aperte in Brianza”, organizzata dalla Provincia di Monza e Brianza e giunta alla sua 19ma edizione. Hanno...
solaro rotatoria

Solaro, auto ribaltata nella rotatoria, anche un bambino tra i feriti

Un incidente nella rotatoria, con auto ribaltata, ha provocato il ferimento di tre persone questa mattina a Solaro, tra cui un bambino di 12...
gianetti 0408

Gianetti, nessun accordo, tutti licenziati: rabbia dei sindacati contro azienda e Ministero

Una riunione fiume, durata oltre 12 ore, venerdì in Regione Lombardia, non è servita a trovare una soluzione meno drastica per i 152 lavoratori...

Paderno, venerdì sera di fuoco a Palazzolo: in fiamme un’auto abbandonata

Venerdì sera in fiamme a Paderno Dugnano. Poco dopo le 20:30 è andata a fuoco una vecchia Jaguar in sosta in via Faverio Pogliani....

Paderno, un’altra auto chiusa nel passaggio a livello: ritardi a Palazzolo

Auto chiusa nel passaggio a livello di Palazzolo nuovo disagi all’altezza di Paderno Dugnano. Attorno alle 18:30, un’auto è rimasta chiusa nella sede ferroviaria...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !