Home SERIE TV "Isis - Le reclute del male", la recensione - Fuga...

“Isis – Le reclute del male”, la recensione – Fuga dall’Occidente per morire da martiri

 
di Stefano Di Maria
 
Se siete abbonati a NowTv vi consigliamo un titolo poco pubblicizzato ma che merita di essere segnalato a chi cerca perle nel mondo seriale: ISIS – LE RECLUTE DEL MALE (Titolo originale THE STATE). Produzione britannica di Archery Pictures, è una miniserie in quattro episodi andati in onda su National Geographic nel 2017 ma che è possibile recuperare nei pacchetti di Sky.
Regista e sceneggiatore del progetto è Peter Kosminsky, che ha voluto raccontare le storie vere di quattro reclute dello Stato Islamico: uomini e donne che hanno lasciato l’Inghilterra per unirsi alla causa della Jihad. Jalal vuole seguire le orme del fratello, morto martire; Ziyaad si è lasciato convincere da lui; Shkira vuole servire lo Stato facendo la dottoressa; Ushana è un’adolescente che si è radicalizzata su Internet.
 
Ciò che vuole indagare Kosminsky è come sia possibile che persone che conducono una vita normale, con le comodità e le libertà del mondo occidentale, decidano di trasferirsi in Siria per unirsi all’Isis. A dire il vero se c’è una pecca è proprio la mancanza di un antefatto, di flashback che raccontino e spieghino proprio tale percorso. Comunque sia, seguendo le vicende dei quattro protagonisti in Siria, ci rendiamo conto che sono accomunati dal desiderio di riempire un vuoto esistenziale, dedicandosi a una causa di cui si sentono parte in quanto musulmani ma senza essere granchè consapevoli di ciò a cui vanno incontro. Si nota, per esempio, dalla tristezza e dai dubbi nello sguardo del soldato Jalal, che non riesce ad accettare la brutalità dell’Isis e tanto meno a tagliare teste. Anche dalla sofferenza di Shkira, che non immaginava quanto fossero sottomesse le donne in Siria, al punto che deve sposarsi per praticare la sua professione o anche solo fare la spesa; solo quando vedrà la trasformazione di suo figlio, preparato a essere un combattente a soli dieci anni, prenderà consapevolezza dello sbaglio commesso.
 
ISIS – LE RECLUTE DEL MALE è ben girata, con interpretazioni credibili e ambientazioni che rispecchiano la realtà di oggi in Siria, Paese martoriato e distrutto dalla guerra. Merito delle ricerche e della meticolosità con cui la produzione ha lavorato, un intero anno, al fine di rendere il più possibile attinente alla realtà la ricostruzione. Al punto che, per le numerose scene di violenza, la visione è consigliata solo a un pubblico adulto. Certo non condividiamo le polemiche innescate dalla stampa inglese all’uscita della serie, asserendo che incitava al fanatismo religioso. In realtà è il contrario: quel che cerca di dimostrare l’autore è quanto il fanatismo sia spinto da un’ideale del tutto irrazionale, rivelandosi per quello che è: pericoloso e deviante.

EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

cocaina mascherina monopattino

Cocaina nella mascherina e fuga in monopattino, spacciatore arrestato a Milano

La Polizia di Stato ha arrestato l’altra notte a Milano un uomo per detenzione e spaccio di droga: aveva la cocaina nascosta nella mascherina...
metropolitana coltello

Vuol salire in metropolitana senza mascherina e tira fuori un coltello, 71enne arrestato

La Polizia è intervenuta ieri mattina alla fermata della metropolitana di Lambrate dove un 71enne senza mascherina pretendeva di salire a bordo di uno...

Gianni Rodari insegnò a Uboldo: conservato qui uno dei suoi quaderni

Nel centesimo anno dalla nascita di Gianni Rodari, celebrato ieri, si riscopre il forte legame di Uboldo col famoso scrittore di libri per bambini. Un...
donna computer mail

Brugherio, quasi 2 anni di mail oscene ad una coppia e ai loro amici,...

Due anni di insulti a sfondo sessuale inviati a una coppia di coniugi e a loro colleghi e conoscenti: i carabinieri di Brugherio sono...

Covid, l’appello del sindaco di Cislago ai ragazzi: “Aiutateci, rinunciate a divertimento e socialità”

In questo periodo d’impennata dei contagi da Covid-19, il sindaco di Cislago Gianluigi Cartabia si appella ai giovani: “Aiutateci. i vostri bis bisnonni avevano...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO

Covid, numeri impressionanti, mentre mancano vaccini e medici; a Saronno caso di Tbc a...

Apertura inevitabilmente dedicata all’emergenza sanitaria anche questa settimana per il notiziario: la situazione è critica anche perché non ci sono ancora i vaccini antinfluenzali...

Dopo Saronno ci prova Caronno: in arrivo raffica di “Zone 30”

Dopo la sperimentazione non proprio felice di Saronno, dove il limite di 30 all’ora aveva creato una valanga di contestazioni, ci prova Caronno Pertusella:...
PRIMA PAGINA NOTIZIARIO
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !