Home BRIANZA Limbiate, tre minorenni nell'ex Antonini con coltello, tirapugni e fiaccola rubata a...

Limbiate, tre minorenni nell’ex Antonini con coltello, tirapugni e fiaccola rubata a Trenord


Tre minorenni di Vanzago sono stati fermati dalla Polizia locale all’interno dell’ex Ospedale psichiatrico Antonini di Mombello, mentre completavano l’acquisto di strumenti da utilizzare per una rissa in programma l’indomani.

L’episodio è ancora al vaglio della Polizia locale che ha denunciato due dei tre minorenni fermati e controllati.

Durante una pattuglia di controllo del territorio, gli agenti notavano, in via Monte Grappa tre ragazzi che, con fare sospetto, si aggiravano nei pressi dell’ingresso di un’area dismessa dall’ex Antonini.

All’arrivo della pattuglia i tre soggetti tentavano di disperdersi, ma venivano invitati ad avvicinarsi alle agenti e venivano identificati, risultando tutti minorenni.

Fiaccola rubata sul treno di Trenord

Uno dei ragazzi, nonostante l’invito ad avvicinarsi, tentava di allontanarsi, cercando di occultare un oggetto dietro ad un cespuglio, oggetto che veniva invece recuperato: si trattava di una fiaccola a torcia di segnalamento, articolo di categoria P1, pertanto vietata alla detenzione nonché all’uso dei minori di anni 18.

Il ragazzo dichiarava che la torcia apparteneva ad uno dei due amici, il quale l’aveva sottratta dalla cabina del guidatore di un convoglio di Trenord da cui erano scesi poco prima.
Essendo quest’ultimo ragazzo privo di documento di identità, veniva accompagnato al Comando non prima di aver contattato i genitori per il successivo riaffido, mentre gli altri due ragazzi venivano rilasciati.

Il ragazzo senza documenti, visibilmente agitato, prima di essere accompagnato al Comando della Polizia Locale, chiedeva alle agenti di potersi appartare per espletare bisogni fisiologici, cosa che gli veniva concessa.

Nei pantaloni coltello e tirapugni

Pensando di non essere notato, il giovane, goffamente, da dietro un albero tentava di sfilarsi qualcosa dai pantaloncini nel chiaro tentativo di disfarsene.
Si trattava di un coltello multiuso/multilama e di una noccoliera (tirapugni) di colore nero. Da una verifica delle chat di WhatsApp, lette dal telefono cellulare del ragazzo, si apprendeva che il ragazzo aveva chiesto ad uno dei due amici di procurargli la noccoliera che gli sarebbe servita il giorno seguente per prendere parte ad una rissa organizzata in un altro comune con altri suoi coetanei.

Le armi in questione venivano pertanto poste sotto sequestro.
All’arrivo in comando, i genitori venivano informati di quello che sarebbe accaduto al figlio per il reato commesso dallo stesso.
Successivamente la Polizia locale ha ritenuto di denunciare anche il secondo giovane, colui che aveva ceduto la noccoliera per un importo di 25 euro. I ragazzi denunciati hanno 14 e 16 anni.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Il Parco Groane finanzia le pecore brianzole dell’Istituto Agrario di Limbiate

Il Parco delle Groane ha donato all'Istituto Agrario "Luigi Castiglioni" di Limbiate 1.500 euro da investire nei progetti di tutela della pecora brianzola, una...
Senago sushi incendio

Senago, incendio nel ristorante take away, 5 squadre di Vigili del fuoco | VIDEO

Un principio di incendio si è sviluppato questo pomeriggio a Senago, all’interno dei un negozio di cibo d’asporto di via Cavour. L’incendio è divampato poco...
negozi centro storico

Cna Lombardia: serve una web tax seria per arginare i giganti della vendita online

Nella giornata di oggi Cna Lombardia ha inviato una lettera a tutti i parlamentari lombardi per chiedere, tra le altre cose, di introdurre da...
Misinto Sindaco

Misinto, il Sindaco Piuri annuncia il nuovo sito del Comune e un’app dedicata ai...

Il sindaco di Misinto, Matteo Piuri, è tornato a parlare della situazioni contagi in paese. Nelle ultime settimane Misinto ha visto aumentare il numero...

I ladri sfidano il lockdown, svaligiate due scuole a Uboldo e Origgio

I ladri sono tornati in azione nelle scuole. A Uboldo nuova incursione al nido “Aquilone” di piazza Fratelli Oliva: forzata una porta sul retro,...
asilo pero

Maltrattamenti all’asilo di Cesano: maestra di Cormano a processo, punta a riduzione pena

Si è aperto venerdì a Monza il processo contro le due maestre d'asilo della scuola Calastri di Cesano Maderno accusate di maltrattamenti nei confronti...

Moto3: Arbolino perde per un soffio il Mondiale, ma il vincitore morale è lui

Il pilota garbagnatese Tony Arbolino non è riuscito a vincere oggi il Mondiale di Moto3, perdendo per un soffio il titolo al termine di...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !