Home CRONACA - Caporalato nella Martesana: sequestrata una intera azienda agricola | VIDEO

Caporalato nella Martesana: sequestrata una intera azienda agricola | VIDEO

I finanzieri del Comando Provinciale di Milano hanno sequestrato un’Azienda Agricola di Cassina de’ Pecchi (MI) del valore complessivo di oltre 7.500.000 di euro. Il provvedimento costituisce l’esito delle indagini svolte dalla Compagnia di Gorgonzola che hanno consentito di portare alla luce un sistematico sfruttamento illecito della manodopera agricola a danno di circa 100 lavoratori extracomunitari.

Turni estenuanti e sottopagati nelle campagne della Martesana

Gli accertamenti hanno permesso di rilevare anomalie nelle assunzioni e nelle retribuzioni dei dipendenti dell’azienda e hanno evidenziato gravi violazioni delle norme che regolano l’impiego dei braccianti agricoli.

In particolare, i lavoratori non solo erano obbligati a prestare estenuanti turni di oltre 9 ore giornaliere, ma ricevevano una paga oraria di 4,50 euro, nettamente inferiore a quella minima prevista dal contratto collettivo nazionale. Inoltre, alla ingiusta retribuzione si aggiungevano degradanti condizioni d’impiego nei campi: i braccianti, infatti, erano costretti a sforzi fisici oltremodo gravosi, tesi a velocizzare la raccolta dei frutti e in spregio alle norme anti Covid-19 sul distanziamento sociale.

Al termine delle indagini sono state denunciate per il reato di intermediazione illecita e sfruttamento della manodopera 7 persone, tra i quali, oltre ai due amministratori, anche due sorveglianti, due impiegati amministrativi e il consulente dell’azienda che predisponeva le buste paga.

La Procura della Repubblica ha disposto il sequestro di tutti i beni della società, consistenti in 53 immobili, tra terreni e fabbricati, 25 veicoli strumentali e 3 conti correnti e la nomina di un Amministratore Giudiziario ai fini della continuità aziendale nel rispetto delle leggi vigenti. Durante l’esecuzione del provvedimento, inoltre, i finanzieri, anche grazie al supporto di personale dei Vigili del Fuoco e dell’ATS di Milano, hanno potuto verificare le precarie condizioni di sicurezza e di igiene in cui i braccianti erano costretti ad operare: erano assenti dispositivi di protezione individuale, spogliatoi, docce e servizi igienici a sufficienza. Risultavano mancanti persino il piano di prevenzione incendi ed il piano di emergenza.

L’operazione di servizio testimonia l’attenzione della Guardia di Finanza a tutela del mercato del lavoro per contrastare, in particolare, le più gravi forme di prevaricazione e sfruttamento in danno dei lavoratori dipendenti, specie se costoro si trovano in condizioni di particolare debolezza o bisogno.

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Limbiate: getta sacchi di rifiuti in strada, litiga coi vicini e insulta i...

La Polizia locale di Limbiate è intervenuta qualche giorno fa in via Fratelli Cairoli all'intersezione con Via Verdi, poco dopo la mezzanotte, richiamati dalle...
Gilli Saronno

Ballottaggio a Saronno: anche Gilli con Airoldi; tutti contro Fagioli

A Saronno, anche l’ex sindaco Pierluigi Gilli, con quasi tutta la coalizione che lo ha sostenuto al primo turno, ha deciso di schierarsi con...
Novate lite spara panico

Bresso, violenza sessuale nel Parco Nord? Ragazza violentata alle porte di Milano

Ha raccontato di essere stata vittima di una violenza sessuale. Un episodio che se confermato sarebbe davvero preoccupante avvenuto nel Parco Nord tra Bresso...
Sala Beppe Milano

Ballottaggio sindaco: Zingaretti e Sala a Saronno per sostenere il candidato Airoldi

Mercoledì 30 settembre, a pochi giorni dal ballottaggio per l’elezione del sindaco, arriveranno a Saronno Nicola Zingaretti e Beppe Sala, a sostenere la candidatura...
Poste Brollo

Poste Mobile down, problemi nelle chiamate e connessione internet in tutta Italia

PosteMobile down in tutta Italia. Lo riferisce la pagina DownDetector dopo le numerose segnalazioni di utenti che hanno problemi a effettuare chiamate e nella...

Cormano, incidente in Comasina: auto ribaltata. C’è anche un bimbo di 9 anni

Auto ribaltata in Comasina all'altezza di Cormano. L'incidente è avvenuto poco dopo le 8.30 di lunedì 28 settembre. Tra i feriti lievi c'è anche...
Guardia di Finanza covid

Contributi emergenza Covid con dichiarazioni false, sequestro e denunce della Guardia di Finanza

Quattro società di Milano e hinterland, hanno chiesto e ottenuto dallo Stato 87.000 euro di contributi Covid senza averne diritto, dichiarando fatturato falso, di...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !