HomeBRIANZABrugherio, quasi 2 anni di mail oscene ad una coppia e ai...

Brugherio, quasi 2 anni di mail oscene ad una coppia e ai loro amici, trovata la responsabile

donna computer mail
Foto di free stock photos from www.picjumbo.com da Pixabay

Due anni di insulti a sfondo sessuale inviati a una coppia di coniugi e a loro colleghi e conoscenti: i carabinieri di Brugherio sono finalmente riusciti ad individuare e bloccare la donna responsabile di questa persecuzione.

La donna inviava continuamente insulti contenuti in messaggi diffamatori, effettuava un controllo delle abitudini quotidiane, uno studio delle frequentazioni a cui seguiva l’invio di fotomontaggi sessualmente espliciti anche con la presenza di animali.

Una coppia brugherese ha dovuto subire queste continue vessazioni per circa 600 giorni, fino a quando i carabinieri, al termine di lunghe e approfondite indagini sono riusciti ad individuare e denunciare.

Tutto è iniziato più di due anni fa quando sono cominciate ad arrivare ad un uomo di Brugherio delle strane email, sempre con mittente criptato, dal contenuto diffamatorio e offensivo.

Poi i contenuti di queste email sono diventati sempre più osceni e denigratori, raggiungendo prima anche la compagna dell’uomo e poi anche i colleghi di lavori di entrambi.

La coppia non si è fatta intimorire e coraggiosamente ha denunciato i fatti ai militari della Stazione di Brugherio – riponendo in loro piena fiducia – che hanno condotto delle complesse e perseveranti indagini fino ad individuare l’autrice delle condotte: si tratta di una donna, monzese poco più che trentenne, il cui movente non è stato ancora definito con precisione e che aveva predisposto un vero e proprio arsenale tecnologico per depistare le ricerche e la sua identificazione.
Il Tribunale di Monza, su c richiesta dei Carabinieri, ha quindi emesso la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai due che, finalmente, hanno ripreso la loro normale vita quotidiana.

La donna utilizzava delle metodologie informatiche complesse per evitare di essere rintracciata, per esempio si registrava ad account di posta esteri, che si autodisattivavano dopo poche ore.

La misura cautelare è stata emessa a seguito delle risultanze ricostruite ed accertate durante le indagini: per il movente, che non è giuridicamente rilevante, non sono emersi elementi tali da poterlo definire, anche se potrebbe essere scaturito da una sorta di gelosia.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Sacchi col microchip, a Caronno differenziata all’80%, ma aumentano i rifiuti abusivi

Il sacco col microchip, tanto contestato a Caronno Pertusella, ha migliorato il sistema di raccolta, precorrendo i tempi rispetto alle nuove direttive statali sullo...

Limbiate, bimbo precipita da un balcone: portato in ospedale

Momenti di apprensione questa mattina per le sorti di un bambino caduto dal balcone. È successo in pieno centro città. L'abitazione è infatti proprio di...

Lombardia zona bianca sabato 24 e domenica 25 luglio: ristoranti aperti al chiuso, niente...

Weekend di zona bianca per la Lombardia. Novità degli ultimi giorni è l’introduzione del Green Pass obbligatorio per una serie di attività dal prossimo...
Bollate comune anello brillante

Solaro, rubano al super e spintonano la responsabile: presi

Nella mattinata di oggi, venerdì 23 luglio, tre persone sono state bloccate dai carabinieri di Solaro nella zona del Parco delle Groane dopo che...

Addio furti e danni alle bici: a Caronno e Cislago arrivano le velostazioni

Diminuire il traffico del mattino e della sera sulle strade, abbassando così l’inquinamento acustico e atmosferico; liberare parcheggi e, soprattutto, stimolare uno stile di...

Luca Attanasio, a Reggio Calabria dedicato un ponte per l’ambasciatore limbiatese

Nella giornata di ieri, giovedì 22 luglio, è stato inaugurato a Reggio Calabria un ponte intitolato alla memoria di Luca Attanasio, l'ambasciatore originario di...
draghi green pass

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco dove e come funziona

Varato il nuovo decreto legge con le “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !