Home CRONACA - Coronavirus, Confcommercio Lombardia: la stretta costerà 860 milioni di euro al mese

Coronavirus, Confcommercio Lombardia: la stretta costerà 860 milioni di euro al mese

Coronavirus Confcommercio LombardiaCoronavirus, Confcommercio Lombardia lancia l’allarme: solo per i pubblici esercizi la stretta anti-Covid costerà in regione 860 milioni di euro al mese.

“E’ finito il tempo degli annunci: servono subito aiuti a fondo perduto, perchè il rischio è altissimo per interi settori del terziario, dalle palestre ai negozi dei centri commerciali. Oltre il danno anche la beffa: la chiusura è stata decretata nonostante le spese sostenute per la sanificazione”.

Ben 860 milioni di euro. E’ quanto costerà ogni mese, soltanto ai pubblici esercizi della Lombardia, la nuova stretta sugli orari imposta dall’ultimo Dpcm del Governo per l’emergenza Covid.

La stima è dell’Ufficio Studi della Confcommercio milanese per Confcommercio Lombardia.
Una perdita colossale: l’obbligo di chiusura alle 18 , sottolinea Confcommercio Lombardia, impatterà in maniera disastrosa sui bilanci di ristoranti, bar, pub e pubblici esercizi di tutta la regione.

“Significa mettere in ginocchio attività che stanno già subendo un crollo per il pranzo dovuto allo smart working e all’assenza del turismo internazionale, e che ora non possono lavorare neppure per la cena”.

Di fatto, per il settore, si tratta quasi di un lockdown. Un bar che lavora principalmente per l’aperitivo e la sera, perderà il 95% dei ricavi, mediamente oltre 25 mila euro al mese.
Un ristorante vedrà sparire l’85% dei ricavi, in media 35 mila euro ogni mese.

In totale, i bar che in Lombardia concentravano l’attività dopo le 18 perderanno 190 milioni, i ristoranti 638 milioni. E sarà di 33 milioni la perdita per gli esercizi che lavorano principalmente di giorno.

Effetto valanga sull’occupazione, a rischio 150mila addetti

Si rischia l’effetto valanga sull’occupazione in un settore, rileva Confcommercio Lombardia, che in Lombardia dà lavoro oltre 150 mila addetti.

Non solo pubblici esercizi: a soffrire per la stretta normativa, ricorda Confcommercio Lombardia, saranno più settori del terziario lombardo già duramente provato.

Pesantemente colpiti dalle nuove limitazioni gli impianti sportivi e gli esercizi di commercio al dettaglio posti all’interno delle gallerie dei centri commerciali, ora costretti a chiudere nel weekend per l’ordinanza regionale.

Spese per sanificazione vanificate 

Occorre, inoltre, considerare le spese sostenute per la sanificazione e messa in sicurezza dei locali. “Parliamo – spiega Confcommercio Lombardia – di 1.500 euro in media per un pubblico esercizio e di oltre 2.000 euro al mese per altre attività come le palestre e gli impianti sportivi”.

“Oltre il danno, la beffa. Tutte queste imprese – prosegue Confcommercio Lombardia – hanno sostenuto spese su spese per adottare le misure di sicurezza e ora vengono costrette a chiudere, di nuovo. Un controsenso che, in un colpo solo, polverizza centinaia di milioni”.

Per Confcommercio Lombardia gli aiuti alle categorie colpite devono arrivare il prima possibile: “E’ finito il tempo degli annunci: i ristori a fondo perduto devono essere sostanziosi e, con le moratorie creditizie e fiscali, devono arrivare subito. O assisteremo ad un disastro con il crollo definitivo di interi settori”.



EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

ceriano cartolina

Ceriano Laghetto, le Forze dell’ordine impediscono la riapertura annunciata del ristorante

Carabinieri e Polizia locale hanno impedito questa sera a Ceriano Laghetto la riapertura del ristorante annunciata dal titolare Alfonso Bassani e dal suo dipendente...

Nuovi poveri: a Caronno pacchi di alimenti a 60 famiglie, in gran parte italiane

Anche in piena pandemia il Centro di Ascolto Caritas resta aperto. Sono tanti e tali i nuovi poveri che non si può nemmeno pensare...
bomba seregno

Droga e una bomba nelle cantine, due arrestati a Seregno

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Seregno, hanno arrestato in flagranza per spaccio di sostanze stupefacenti, due calabresi 64enni –...

Caronno, nuovo punto tamponi drive-through attivo dal 11 dicembre

A partire da venerdì 11 dicembre sarà possibile effettuare anche a Caronno Pertusella il tampone rapido per il covid in modalità drive-through, eseguibile presso...

Nuovo Dpcm, Lombardia chiede modifica: “Si pensi ai piccoli comuni”

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente della Lombardia Attilio Fontana al nuovo dpcm presentato ieri sera da Giuseppe Conte. La Conferenza delle...
prima pagina Notiziario

Brumotti contro lo spaccio tra Senago e Bollate; vaccini antinfluenzali finiti | ANTEPRIMA

L’apertura della nuova edizione del Notiziario è affidata questa settimana all’incursione di Vittorio Brumotti dalle nostre parti, a caccia di spacciatori di droga. Il...

Nuovo Dpcm, Conte: “A Natale e Capodanno non ricevete persone non conviventi”

Coprifuoco, spostamenti vietati, pranzi e cene ridotti. Queste le novità nel nuovo Dpcm in vigore da oggi fino a metà gennaio per tutte le...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !