HomeCRONACA -Coronavirus, Confcommercio Lombardia: la stretta costerà 860 milioni di euro al mese

Coronavirus, Confcommercio Lombardia: la stretta costerà 860 milioni di euro al mese

Coronavirus Confcommercio LombardiaCoronavirus, Confcommercio Lombardia lancia l’allarme: solo per i pubblici esercizi la stretta anti-Covid costerà in regione 860 milioni di euro al mese.

“E’ finito il tempo degli annunci: servono subito aiuti a fondo perduto, perchè il rischio è altissimo per interi settori del terziario, dalle palestre ai negozi dei centri commerciali. Oltre il danno anche la beffa: la chiusura è stata decretata nonostante le spese sostenute per la sanificazione”.

Ben 860 milioni di euro. E’ quanto costerà ogni mese, soltanto ai pubblici esercizi della Lombardia, la nuova stretta sugli orari imposta dall’ultimo Dpcm del Governo per l’emergenza Covid.

La stima è dell’Ufficio Studi della Confcommercio milanese per Confcommercio Lombardia.
Una perdita colossale: l’obbligo di chiusura alle 18 , sottolinea Confcommercio Lombardia, impatterà in maniera disastrosa sui bilanci di ristoranti, bar, pub e pubblici esercizi di tutta la regione.

“Significa mettere in ginocchio attività che stanno già subendo un crollo per il pranzo dovuto allo smart working e all’assenza del turismo internazionale, e che ora non possono lavorare neppure per la cena”.

Di fatto, per il settore, si tratta quasi di un lockdown. Un bar che lavora principalmente per l’aperitivo e la sera, perderà il 95% dei ricavi, mediamente oltre 25 mila euro al mese.
Un ristorante vedrà sparire l’85% dei ricavi, in media 35 mila euro ogni mese.

In totale, i bar che in Lombardia concentravano l’attività dopo le 18 perderanno 190 milioni, i ristoranti 638 milioni. E sarà di 33 milioni la perdita per gli esercizi che lavorano principalmente di giorno.

Effetto valanga sull’occupazione, a rischio 150mila addetti

Si rischia l’effetto valanga sull’occupazione in un settore, rileva Confcommercio Lombardia, che in Lombardia dà lavoro oltre 150 mila addetti.

Non solo pubblici esercizi: a soffrire per la stretta normativa, ricorda Confcommercio Lombardia, saranno più settori del terziario lombardo già duramente provato.

Pesantemente colpiti dalle nuove limitazioni gli impianti sportivi e gli esercizi di commercio al dettaglio posti all’interno delle gallerie dei centri commerciali, ora costretti a chiudere nel weekend per l’ordinanza regionale.

Spese per sanificazione vanificate 

Occorre, inoltre, considerare le spese sostenute per la sanificazione e messa in sicurezza dei locali. “Parliamo – spiega Confcommercio Lombardia – di 1.500 euro in media per un pubblico esercizio e di oltre 2.000 euro al mese per altre attività come le palestre e gli impianti sportivi”.

“Oltre il danno, la beffa. Tutte queste imprese – prosegue Confcommercio Lombardia – hanno sostenuto spese su spese per adottare le misure di sicurezza e ora vengono costrette a chiudere, di nuovo. Un controsenso che, in un colpo solo, polverizza centinaia di milioni”.

Per Confcommercio Lombardia gli aiuti alle categorie colpite devono arrivare il prima possibile: “E’ finito il tempo degli annunci: i ristori a fondo perduto devono essere sostanziosi e, con le moratorie creditizie e fiscali, devono arrivare subito. O assisteremo ad un disastro con il crollo definitivo di interi settori”.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Barlassina, incendio da una canna fumaria: intervento dei Vigili del Fuoco

Ieri pomeriggio, mercoledì 14 aprile, i Vigili del Fuoco sono intervenuti a Barlassina, per spegnere un incendio da una canna fumaria in una palazzina...
Regione Lombardia

I Sindaci del Rhodense scrivono a Regione Lombardia e ATS per chiedere più centri...

Lettera aperta dei Sindaci del Rhodense a Regione Lombardia e ATS. Son ben 13 i sindaci che hanno firmato una lettera indirizzata alla Vicepresidente...
virus svezia

Covid, il disastro svedese

Molti di voi probabilmente ricordano che in Europa c’è un Paese, la Svezia, che si è rifiutato di adottare stringenti misure anti Covid. Adesso,...

Paderno Dugnano, sul viale Bagatti, i Vigili del Fuoco di Desio provano le tecniche...

      Questa mattina, mercoledì 14 aprile, i vigili del fuoco di Desio, hanno scelto il Viale Bagatti per un'esercitazione sulle manovre SAF (Speleo-Alpino-Fluviale).  I pompieri,...
Novate lite spara panico

Bregnano, percepivano senza diritto il reddito di cittadinanza: nove rumeni denunciati

Altri nove cittadini rumeni residenti a Bregnano sono stati denunciati in stato di libertà poiché ritenuti responsabili delle violazioni in materia di Disposizioni per...
cesate sgombero ditta furto

Rovellasca, raid pomeridiano contro il barbiere, negozio distrutto e due feriti

Non era da solo l'uomo che ieri pomeriggio si è presentato davanti ad un negozio di parrucchiere in centro per danneggiarlo pesantemente a colpi...

Milano, camion si ribalta in mezzo ad una rotonda: Vigili del Fuoco con la...

Nella serata di ieri, martedì 13 aprile, intorno alle 22, un camion si è ribaltato sulla rotonda di via per Cusago a Milano, dopo...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !