HomeNEI DINTORNIFrasi oscene per 2 anni sotto la stanza delle suore, denunciato 71enne...

Frasi oscene per 2 anni sotto la stanza delle suore, denunciato 71enne di Monza

suore stalkingFrasi oscene pronunciate durante finte conversazioni telefoniche a sfondo sessuale sotto la finestra della stanza di due suore: due anni di pedinamenti e stalking.

Un uomo di 71 anni, residente a Monza, è stato raggiunto, al termine di un’indagine della Compagnia di Monza, da un’ordinanza di misura cautelare che prevede il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese.

 

Tutte le sere sotto la finestra del convento per conversazioni oscene 

L’uomo, per quasi due anni, dal 2018 ad oggi, ha molestato due consorelle di un istituto religioso monzese – che si omette per tutela delle persone offese – presentandosi con cadenza quasi quotidiana, nei pressi del convento e posizionandosi quasi ogni sera sotto la finestra o dell’una o dell’altra stanza, pronunciando ad alta voce frasi esplicitamente oscene e volgari. Oltre alle conversazioni simulate, sempre a sfondo sessuale, in cui di fatto invitava anche le religiose ad affacciarsi alla finestra, il 71enne era solito masturbarsi.

Insieme alle molestie l’uomo, in più occasioni, aveva monitorato gli spostamenti e le abitudini delle due religiose e si era presentato in chiesa negli stessi orari delle funzioni a cui partecipavano anche le due vittime provocando in loro un grave e perdurante stato di ansia tale da costringerle a cambiare abitudini.

Carabinieri appostati in convento 

Nel settembre 2020 alcune consorelle ormai esasperate dalle continue molestie, si sono rivolte ai Carabinieri di Monza che hanno così iniziato a indagare sulla vicenda, effettuando alcuni sopralluoghi finalizzati all’identificazione del presunto stalker. I militari, si sono così appostati all’interno del convento e hanno sorpreso l’uomo in azione, proprio come descritto dalle religiose.

Dopo la denuncia formalizzata dalle due vittime, ed alla luce delle risultanze investigative accertate, il Gip ha emesso l’ordinanza che ha portato alla misura cautelare per il reato di stalking.

Le due religiose hanno spiegato ai militari di non aver denunciato prima le molestie nella speranza costante di una redenzione da parte dell’uomo.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
limbiate auto villoresi

Limbiate, auto con mamma e figli nel Villoresi, vite distrutte, nessun risarcimento

Auto con madre e figli nel Villoresi, nessun risarcimento per la tragedia che ha distrutto la vita di una famiglia di Limbiate. In tanti...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !