HomeSERIE TV"Il ragazzo giusto", la recensione - L'amore in India fra tradizioni e...

“Il ragazzo giusto”, la recensione – L’amore in India fra tradizioni e modernità

Netflix.com

di Stefano Di Maria
Finalmente una bella serie ambientata in India, da vedere e godere, per chi ama il genere drammatico e romantico. Una produzione che rispecchia perfettamente il pathos, le atmosfere e le tradizioni raccontati nel romanzo di Vikram Seth “A Suitable Boy”, pietra miliare della letteratura indiana. Pubblicata dalla piattaforma Netflix, col titolo “Il ragazzo giusto”, è una storia creata per la tv da Vikram Seth e Andrew Davies, trasmessa a luglio in India e Regno Unito e ora distribuita dal colosso dello straming.
 
I sei episodi di un’ora ci catapultano nel Paese post coloniale del 1951, ferito dalle divisioni di casta e religione, dove – fra disordini sociali e storie d’amore – al centro della trama c’è una madre che cerca in ogni modo di trovare un marito alla figlia Lata. Da quel momento la ragazza avrà diversi pretendenti, tutti con le carte in regola per sposarla eccetto uno, lo studente di cui è pazzamente innamorata ma che a differenza della sua famiglia è musulmano.
 
Tutt’attorno una girandola di personaggi che vivono travagliate vicende amorose e di vita, tratteggiando l’immagine di una società in bilico fra tradizione e modernità, dove i giovani desiderosi di essere se stessi lottano contro famiglie legate ai riti e alle convenzioni del passato. Un tema di attualità ancora oggi in molte zone del mondo.
 

Movieplayer.it

IL RAGAZZO GIUSTO conquista per il ritmo, per le ottime interpretazioni di un cast azzeccatissimo, ma soprattutto per la fotografia, che mette in risalto i paesaggi sul Gange, le dimore e i vividi colori dell’India (sottolineati da romantiche ballad). Nulla a che vedere con le pellicole indiane di Bollywood, tant’è che la produzione è inglese, ma una miniserie godibile e di qualità, che non deluderà anche i lettori del libro di Vikram Seth, un tomo di oltre mille pagine. Chi lo ha letto racconta che non riusciva a fermarsi e che pensava quasi di trovarsi in India leggendolo. Vedere questa serie susciterà lo stesso effetto.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Traffico paralizzato in Milano Meda per un tamponamento a catena: tre feriti

  Un tamponamento fra tre veicoli in Milano Meda ha generato nel tardo pomeriggio grandi disagi alla circolazione in direzione di Milano, dove i veicoli...

Vince il no al Palio di Gerenzano (49 a 35): rinviato al 2022

Mentre a Uboldo è stato il parroco a decidere di non tenere il Palio delle Contrade a causa della pandemia, consultate la Curia e...

Bollate, quattro nuove telecamere multi ottiche al Parco Martin Luther King

A Bollate sono arrivate quattro nuove telecamere multi ottiche che verranno posizionate in zone particolarmente sensibili del Parco Martin Luther King con l'obiettivo di...
cusano investita strisce

Cusano, anziana investita sulle strisce in centro

Una donna anziana è stata investita da un’auto questa mattina a Cusano Mlanino mentre attraversava sulle strisce pedonali il centralissimo viale Matteotti. La donna di...
qualità vita

La qualità della vita dopo il Covid

Il Covid ha portato nell’ultimo anno grossi cambiamenti nelle nostre vite, ma non è detto che siano tutti negativi. Molti di voi avranno letto...
Garbagnate area cani virus

Garbagnate, area cani chiusa per un allarme virus (ma non è il Covid)

Area cani chiusa per un allarme virus a Garbagnate. La comunicazione alla Polizia locale di Garbagnate è giunta da Ats nei giorni scorsi, la quale...
Baranzate ospedale Sacco donne

Baranzate, l’ospedale Sacco è la “casa sicura” delle donne

L’ospedale Sacco è una “casa sicura” per tutte le donne. L’ospedale Sacco, posto proprio al confine tra Baranzate e Milano, è stato senza dubbio in...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !