HomeNORD MILANOOmicidio in ospedale a Garbagnate, l'infermiere killer lavora al Sacco. La Vita...

Omicidio in ospedale a Garbagnate, l’infermiere killer lavora al Sacco. La Vita in diretta a Paderno

Lavora al Sacco di Milano, quello che è già stato ribattezzato come infermiere killer. Una storia choc i cui contorni non sono ancora pienamente a fuoco e che coinvolge tre Comuni: Garbagnate, Limbiate e Paderno Dugnano. In quest’ultima città era presente La vita in diretta in collegamento per ricostruire che cosa sia successo nell’ospedale Salvini di Garbagnate. 

E’ qui che l’infermiere avrebbe ucciso lo zio della fidanzata. Non come professionista, ma come parente dell’87enne in fin di vita nel reparto di terapia intensiva. Il pensionato di Paderno Dugnano è morto lo scorso 10 ottobre, ma solo da poche ore è scattato l’arresto per il 49enne. La svolta è arrivata il 22 del mese, quando lui è stato fermato in aeroporto a Linate. Per gli inquirenti si tratterebbe di un tentativo di fuga. “Si sa pochissimo di questo infermiere, dicono sia bravo e in grado di maneggiare il macchinario a cui era attaccato lo zio acquisito. Lui era andato lì con la volontà di ucciderlo”, ha detto Lucilla Masucci a La Vita in diretta in collegamento dalla piazza del Comune di Paderno. Il programma di Rai Uno ha incontrato il medico a cui sono venuti i sospetti su quella morte e ha fatto partire l’indagine: “Era un malato terminale e verosimilmente sarebbe morto”, sostiene il medico. “Aveva una polmonite a focolai multipli che creava difficoltà respiratorie. L’eccessiva sedazione nelle giornate del 9 e 10 ci ha allarmato e abbiamo voluto verificare”.

In quei giorni l’anziano ha ricevuto la visita del fidanzato della nipote, quello che ora per tutti è l’infermiere killer. “E’ difficile pensare a un errore umano”, dice il medico riferendosi a quell’eccesso di sedazione. Ancora c’è una risposta in sospeso: perché sarebbe stato messo in atto questo piano diabolico? I possibili moventi per la procura sono due: l’eredità che sarebbe andata anche alla fidanzata dell’infermiere e l’altro un gesto caritatevole. Ma è vicina la svolta che dovrà chiarire l’entità dell’eredità patrimoniale. E ancora c’è da chiarire la posizione della nipote intanto l’infermiere di Limbiate rimane ai domiciliari. 

CLICCA QUI PER IL SERVIZIO DE LA VITA IN DIRETTA SU RAI UNO.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Anatra e anatroccoli sulla Saronnese a Uboldo, salvati dai vigili

Cittadini e vigili salvano un’anatra e i suoi tre anatroccoli. E’ successo questo pomeriggio a Uboldo, dove c’è stata una sorta di mobilitazione quando nel...
cogliate auto fiamme

Cogliate, auto prende fuoco sulla provinciale verso Barlassina

Auto in fiamme durante la marcia questo pomeriggio a Cogliate, sulla provinciale che collega a Barlassina. Poco prima delle 15,30 un giovane alle guida...

A Saronno la prima del “Don Chisciotte” di Carmignan, giovanissimo regista di Origgio I...

Si riaccendono le luci in sala. Venerdì 18 giugno alle ore 21 il cinema "Silvio Pellico" di Saronno ospiterà la prima de 'Il Cavaliere...

Arriva la rotonda fra Origgio e Saronno: la paga un nuovo operatore commerciale

La Provincia di Varese dice sì alla rotonda fra Origgio e Saronno, nel pericoloso incrocio di via Per Saronno con le vie Celeste Milani,...
104

Inchiesta protesi Ceraver, patteggiano due chirurghi di Seregno e di Paderno Dugnano

Nella giornata di martedì 15 giugno è arrivata la decisione del gup Patrizia Gallucci che ha stabilito pene a 2 anni e 8 mesi...
AreseAlessia portachiavi autodifesa

Arese: la giovane Alessia crea portachiavi per l’autodifesa delle donne

  Dalla giovane  Alessia, di Arese, arriva un portachiavi per l’autodifesa personale delle donne. Come tristemente noto, spesso una donna deve fare i conti con il...
Bollate Cormano Paderno via La Cava

Bollate, Cormano, Paderno: Il sottopassaggio di via La Cava riaperto ma… tra un anno...

Il sottopassaggio di via La Cava potrà essere riaperto ma tra un anno e mezzo. Il sottopassaggio di via La Cava per collegare Bollate a...
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !