Home EDITORIALI Covid, il diritto di protestare

Covid, il diritto di protestare

covid protesta La situazione Covid sta diventando grave, perché gli ospedali cominciano a riempirsi. Mettetevelo bene in testa. Questo però non significa che si debbano chiudere gli occhi sui gravi errori fatti nella gestione dell’emergenza.

Chi protesta per come è stata gestita male la seconda ondata è comprensibile: hanno fatto scappare i buoi e adesso chiudono il recinto.
La seconda ondata è scoppiata tra il 5 e il 10 ottobre in tutta Italia, soprattutto nelle metropoli e nelle loro periferie. Perchè? Non perché è arrivato l’autunno, dato che a Napoli l’autunno non c’era ancora. Non per colpa della movida, che c’era anche prima. E allora perché? Perchè si sono aperte le scuole nel modo peggiore. Scuole riaperte a metà settembre, boom di contagi ai primi di ottobre nelle metropoli. Non è colpa delle scuole, sia chiaro, è colpa dei mezzi di trasporto affollati.

Il Covid è esploso soprattutto nelle metropoli perché hanno i mezzi di trasporto più pieni! Bisognava da subito scaglionare gli ingressi a scuola: elementari e medie alle 9, superiori alle 10, obbligatorio, senza ascoltare i sindacati. E anziché sperperar soldi col bonus monopattino e il bonus vacanze, bisognava aumentare i mezzi di trasporto. Così non si affollavano treni e metrò e si teneva sotto controllo la crescita dell’epidemia.

Adesso per colpa di questo grave errore chiudono intere categorie: palestre, bar, piscine, ristoranti, fiere… Centinaia di migliaia di persone in ginocchio perché qualcuno non ha saputo agire con intelligenza. E io dovrei scrivervi di non protestare?

Piero Uboldi 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

gito Italia

Il Giro d’Italia 2021 passerà anche da Senago, l’anticipazione del sindaco

Il titolo del post pubblicato dal sindaco di Senago  Magda Beretta sulla sua pagina facebook, sembra davvero inequivocabile. “Senago si tinge di rosa” e...
Baranzate bomba musulmano

Baranzate, “Ho una bomba, voglio morire da musulmano!” e si spoglia nudo in strada

Qualche giorno fa a Baranzate un uomo si è messo a gridare in strada “Ho una bomba, voglio morire da musulmano!” e si è...

Desio, focolaio covid nel reparto di ortopedia dell’ospedale: positivi 12 pazienti e 3 operatori...

Occhi puntati sull'Ospedale di Desio, dove si sarebbe acceso un focolaio di covid all'interno del reparto di ortopedia. Stando alle informazioni filtrate per ora,...

Garbagnate Milanese, piromani appiccano un incendio nella chiesa dell’ex ospedale

Nel pomeriggio di domenica 21 febbraio dei vandali hanno fatto irruzione all'interno della chiesa abbandonata dell'ex Ospedale G. Salvini di Garbagnate Milanese, appiccando un...
Baranzatese Covid positivo test sierologici

Un atleta è positivo: la Baranzatese distribuisce a tutti i test sierologici

Un atleta della Baranzatese è risultato positivo al Covid e la società sportiva distribuisce a tutti i test sierologici. La lotta al Covid passa anche...
fily misinto

Misinto, in ricordo di Fily, 60mila euro alla ricerca contro i tumori

Nel terzo anniversario della morte di Filippo Finocchio, scomparso a soli 15 anni per un tumore, l’associazione Insieme per Fily, nata per mantenere il...
Attanasio ambasciatore limbiatee

Limbiate, venerdì in Comune l’addio all’ambasciatore morto in Congo, sabato funerali al centro sportivo

La salma dell’ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, di Limbiate, insieme a quella del carabiniere Vittorio Iacovacci, di Sonnino (Latina), morti nell’agguato di lunedì...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !