HomeEDITORIALICovid, il diritto di protestare

Covid, il diritto di protestare

covid protesta La situazione Covid sta diventando grave, perché gli ospedali cominciano a riempirsi. Mettetevelo bene in testa. Questo però non significa che si debbano chiudere gli occhi sui gravi errori fatti nella gestione dell’emergenza.

Chi protesta per come è stata gestita male la seconda ondata è comprensibile: hanno fatto scappare i buoi e adesso chiudono il recinto.
La seconda ondata è scoppiata tra il 5 e il 10 ottobre in tutta Italia, soprattutto nelle metropoli e nelle loro periferie. Perchè? Non perché è arrivato l’autunno, dato che a Napoli l’autunno non c’era ancora. Non per colpa della movida, che c’era anche prima. E allora perché? Perchè si sono aperte le scuole nel modo peggiore. Scuole riaperte a metà settembre, boom di contagi ai primi di ottobre nelle metropoli. Non è colpa delle scuole, sia chiaro, è colpa dei mezzi di trasporto affollati.

Il Covid è esploso soprattutto nelle metropoli perché hanno i mezzi di trasporto più pieni! Bisognava da subito scaglionare gli ingressi a scuola: elementari e medie alle 9, superiori alle 10, obbligatorio, senza ascoltare i sindacati. E anziché sperperar soldi col bonus monopattino e il bonus vacanze, bisognava aumentare i mezzi di trasporto. Così non si affollavano treni e metrò e si teneva sotto controllo la crescita dell’epidemia.

Adesso per colpa di questo grave errore chiudono intere categorie: palestre, bar, piscine, ristoranti, fiere… Centinaia di migliaia di persone in ginocchio perché qualcuno non ha saputo agire con intelligenza. E io dovrei scrivervi di non protestare?

Piero Uboldi 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Maltempo: sottopassi allagati, crolli, situazione critica in provincia di Varese | FOTO

Pioggia intensa e vento stanno creando grossi problemi dal primo pomeriggio di oggi soprattutto nella provincia di Varese per sottopassi allagati e crolli sulle...

La figlia di Bearzot a Gerenzano: sarà intitolato al padre il centro sportivo

Avrà luogo domani, domenica 19 settembre, l’intitolazione del centro sportivo di Gerenzano a Enzo Bearzot. L’iniziativa è dell’amministrazione comunale e dell’Asd Gerenzanese Calcio, che...

Origgio nel circuito “Ville aperte in Brianza”: visite guidate a Villa Borletti e...

Quest’anno anche Origgio partecipa alla manifestazione “Ville aperte in Brianza”, organizzata dalla Provincia di Monza e Brianza e giunta alla sua 19ma edizione. Hanno...
solaro rotatoria

Solaro, auto ribaltata nella rotatoria, anche un bambino tra i feriti

Un incidente nella rotatoria, con auto ribaltata, ha provocato il ferimento di tre persone questa mattina a Solaro, tra cui un bambino di 12...
gianetti 0408

Gianetti, nessun accordo, tutti licenziati: rabbia dei sindacati contro azienda e Ministero

Una riunione fiume, durata oltre 12 ore, venerdì in Regione Lombardia, non è servita a trovare una soluzione meno drastica per i 152 lavoratori...

Paderno, venerdì sera di fuoco a Palazzolo: in fiamme un’auto abbandonata

Venerdì sera in fiamme a Paderno Dugnano. Poco dopo le 20:30 è andata a fuoco una vecchia Jaguar in sosta in via Faverio Pogliani....

Paderno, un’altra auto chiusa nel passaggio a livello: ritardi a Palazzolo

Auto chiusa nel passaggio a livello di Palazzolo nuovo disagi all’altezza di Paderno Dugnano. Attorno alle 18:30, un’auto è rimasta chiusa nella sede ferroviaria...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !