HomeSERIE TV"Barbari", la recensione - L'Impero romano sconfitto in Germania

“Barbari”, la recensione – L’Impero romano sconfitto in Germania

 

di Stefano di Maria

Chi si sente orfano di VIKINGS può consolarsi con I BARBARI. Non sono certo sullo stesso livello, ma comunque la nuova serie storica di Netflix ha un suo perché: anzi, visto il risultato produttivo di tutto rispetto, si spera nella seconda stagione, che magari saprà fare anche meglio della prima.

Narrata per metà anche in lingua latina (per rendere più realistici i dialoghi della fazione dei romani), la vicenda si svolge nel 9 d.C., ricostruendo gli antefatti e infine la famosa battaglia di Teutoburgo: quella in cui l’esercito di Roma, guidato dal generale Varo, viene sconfitto dai barbari seppure di tribù rivali, che volevano riconquistare l’indipendenza dopo anni di soprusi, tributi da versare e sottomissione. Protagonista è Arminio, strappato bambino alla famiglia barbara e cresciuto coi romani, portato dal padre Varo in Germania per estendere qui il predominio dell’impero. Si ritroverà così a dover fronteggiare i suoi amici d’infanzia Folkwin e Thusnelda: prevarrà l’amicizia o il senso del dovere?

La produzione ha fatto un ottimo lavoro nella ricostruzione storica, anche se il clima che si respira non è quello di VIKINGS, che affascinava non solo per le perfette ambientazioni ma per l’atmosfera epica, il senso del mistico e del mito, il carisma dei protagonisti (come dimenticare il grande Ragnar Lothbrok e la sua amata Lagertha?). Forse è un problema di scrittura, ma certo non giocano a favore i soli sei episodi della prima stagione, che magari vogliono essere un banco di prova avendo sulle spalle il fardello di analoghe produzioni storiche che alla lunga possono stancare.

I BARBARI, comunque, è una serie che fila via liscia, che non annoia mai e appassiona sino alla battaglia finale, che lascia senza fiato e in qualche passaggio, per ritmo e tensione, ricorda quelle dei vichinghi contro gli inglesi e i francesi. Fra tradimenti, rivalità e segreti, la miniserie è un tuffo nella storia di duemila anni fa, intriso di violenza, tradimenti e sesso. Certo non funzionali al racconto ma necessari per conquistare il grande pubblico.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Sacchi col microchip, a Caronno differenziata all’80%, ma aumentano i rifiuti abusivi

Il sacco col microchip, tanto contestato a Caronno Pertusella, ha migliorato il sistema di raccolta, precorrendo i tempi rispetto alle nuove direttive statali sullo...

Limbiate, bimbo precipita da un balcone: portato in ospedale

Momenti di apprensione questa mattina per le sorti di un bambino caduto dal balcone. È successo in pieno centro città. L'abitazione è infatti proprio di...

Lombardia zona bianca sabato 24 e domenica 25 luglio: ristoranti aperti al chiuso, niente...

Weekend di zona bianca per la Lombardia. Novità degli ultimi giorni è l’introduzione del Green Pass obbligatorio per una serie di attività dal prossimo...
Bollate comune anello brillante

Solaro, rubano al super e spintonano la responsabile: presi

Nella mattinata di oggi, venerdì 23 luglio, tre persone sono state bloccate dai carabinieri di Solaro nella zona del Parco delle Groane dopo che...

Addio furti e danni alle bici: a Caronno e Cislago arrivano le velostazioni

Diminuire il traffico del mattino e della sera sulle strade, abbassando così l’inquinamento acustico e atmosferico; liberare parcheggi e, soprattutto, stimolare uno stile di...

Luca Attanasio, a Reggio Calabria dedicato un ponte per l’ambasciatore limbiatese

Nella giornata di ieri, giovedì 22 luglio, è stato inaugurato a Reggio Calabria un ponte intitolato alla memoria di Luca Attanasio, l'ambasciatore originario di...
draghi green pass

Green Pass obbligatorio dal 6 agosto, ecco dove e come funziona

Varato il nuovo decreto legge con le “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed...
prima pagina
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !