HomePrima Pagina"Metta la mascherina". Capotreno di Trenord aggredito: "Dimenticati a ogni lockdown"

“Metta la mascherina”. Capotreno di Trenord aggredito: “Dimenticati a ogni lockdown”

“Deve mettere la mascherina”. Dopo queste parole Marco Crudo ha rischiato di essere aggredito da un passeggero. “Siamo stati dimenticati nel primo lockdown, e ancora di più durante il secondo, è vero che abbiamo ancora un lavoro, a differenza di altri, ma è un lavoro che non è più lo stesso”, racconta su Facebook. Lui è un capotreno di Trenord che ieri si trovava in servizio su un convoglio. In base al suo racconto il viaggiatore aveva i piedi sul sedile ed era senza mascherina. “Dammela tu, risponde. Sputa per terra a un centimetro dalle mie scarpe”, ricostruisce Crudo. “Guardi che se non indossa la mascherina devo farla scendere alla prossima fermata oppure mi costringerà a chiamare la polizia”, lo avvisa il dipendente di Trenord. “Ma quale c*zzo di polizia?”, replica il viaggiatore.

A questo punto la situazione ha rischiato di sfuggire di mano: “Si alza e mi viene addosso. Si mette a urlare e mi spinge a braccia spalancate e avvicinandosi sempre di più col petto in aria di sfida contro la parete del treno”, racconta Crudo. “Tengo d’occhio le sue mani per paura possa tirar fuori un’arma di qualsiasi genere, perché, vista la reazione, ha tutta l’aria di uno che può possederne. Cerco di divincolarmi, lui mi sta sempre più attaccato, mi copro il viso con le mani, anche per evitare che mi respiri addosso, e lui urla”.

Il capotreno riesce a divincolarsi e a chiamare il numero di emergenza. Scappa di qualche carrozza più avanti: “Non mi segue, probabilmente perché ha con sé una bicicletta dalla quale non vuole separarsi. Richiedo immediatamente l’intervento della Polfer ma si aprono le porte perché siamo arrivati alla stazione successiva”. Arriva la Polizia che raccoglie le informazioni e si mette alla ricerca del viaggiatore, dopo qualche minuto il capotreno viene contattato: l’hanno trovato e denunciato. 

“In sedici anni di onorato servizio sui treni non ho mai avuto un’esperienza più frustrante e spaventosa (neanche dopo aver elevato multe da centinaia di euro)”, commenta il capotreno. “Doveva arrivare una pandemia a portare con sé questa follia generalizzata. Una follia che mi costringe tutti i giorni a fare le vasche su e giù per i corridoi del treno per ricordare a decine e decine di persone di indossare correttamente la mascherina.
E siamo in Lombardia, a Milano”. 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

A Caronno torna la banda dei box: ladri in fuga con gli attrezzi

In città c’è una banda che ruba gli attrezzi dai garage. L’ipotesi è che agisca su commissione, rubando proprio gli utensili di cui ha...
cesate incidente

Cesate, perde il controllo dell’auto e schianta contro il muro: 35 enne gravissimo ...

Un 35enne alla guida di un'auto che stava percorrendo  la via Verdi di Cesate ha perso il controllo della vettura   andandosi a schiantare su...

Da Saronno a Nairobi, Giorgia Marcomin ai mondiali di atletica under 20

Nemmeno il tempo di disfare la valigia ed è nuovamente tempo di partire. Ad un mese dalla partecipazione agli europei di Tallin, l'ostacolista dell'Osa...

Limbiate, incendio furgone nel parcheggio, due squadre dei vigili del fuoco sul posto

Incendio di un furgone nel parcheggio di via Pasquale Sottocorno a Limbiate. Erano circa le 6 di oggi, martedì 3 agosto, quando dal parcheggio...

Vaccino anti Covid in farmacia: la sperimentazione è partita anche a Garbagnate

Questa mattina, martedì 3 agosto, la Regione Lombardia ha dato avvio alla prima sperimentazione di somministrazione dei vaccini anti Covid direttamente in farmacia. Tra le...
Cusano Esellunga

Cusano: l’Esselunga si amplia, 2,3 milioni di euro al Comune

Esselunga: il complesso commerciale si amplia a Cusano Milanino, diventando da media struttura a grande struttura di vendita organizzata in forma unitaria. La convenzione sottoscritta...
Bollate pappagallo municipio

Bollate: pappagallo intrappolato in municipio

Pappagallo intrappolato dentro al municipio di Bollate. Un pappagallo di piccole dimensioni, uno dei cosiddetti “inseparabili”, resta chiuso dentro il palazzo comunale il venerdì sera...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !