Home Prima Pagina Covid, è terrorismo mediatico? La Sos Uboldo: “Andate a vedere negli ospedali"

Covid, è terrorismo mediatico? La Sos Uboldo: “Andate a vedere negli ospedali”

“A tutti coloro che non credono a questo virus, che pensano siano soltanto esagerazioni, consigliamo di farsi un giro nei pronto soccorso: cambieranno idea”. Lo assicurano i volontari della Sos di Uboldo che, come migliaia di colleghi di altre associazioni di primo intervento, ogni giorno salvano persone colpite dal Covid-19.

Dopo il primo lockdown i volontari della Sos non avrebbero mai voluto dover uscire ancora in ambulanza indossando tuta, calzari, visiera, mascherina Fp2 e doppio paio di guanti: è quello che avevano scritto in un post su Facebook quando si era registrato il riacutizzarsi dei contagi, assicurando che “ce la faremo anche questa volta”. Alla domanda se siano spaventati, rispondono: “Piuttosto siamo ormai preparati ai casi che ci si presentano. Bisogna munirsi di pazienza, perché si rischia di stare per ore fuori dagli ospedali in attesa. E’ difficile anche spiegare ai familiari dei malati che non potranno vederli mentre sono ricoverati, ma solo sentirli per telefono”.

C’è poi da considerare il disagio psicologico cui vengono sottoposte le persone, che magari hanno la febbre da giorni ma non sanno se hanno effettivamente il Covid: accade perché il medico non risponde, non li visita, o le telefonate agli organi sanitari sono inutili.

L’età delle persone in difficoltà respiratoria varia: sono di più gli anziani, ma non mancano i 50enni: “Troppo spesso sentiamo parlare di terrorismo mediatico – dice la Sos – Noi possiamo solo dire che ne abbiamo visti tanti entrare in pronto soccorso e, dopo 15 minuti, essere già sotto il casco… Per questo a chi parla di terrorismo mediatico consigliamo di farsi un giro negli ospedali”.



EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Nuovi poveri: a Caronno pacchi di alimenti a 60 famiglie, in gran parte italiane

Anche in piena pandemia il Centro di Ascolto Caritas resta aperto. Sono tanti e tali i nuovi poveri che non si può nemmeno pensare...
bomba seregno

Droga e una bomba nelle cantine, due arrestati a Seregno

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Seregno, hanno arrestato in flagranza per spaccio di sostanze stupefacenti, due calabresi 64enni –...

Caronno, nuovo punto tamponi drive-through attivo dal 11 dicembre

A partire da venerdì 11 dicembre sarà possibile effettuare anche a Caronno Pertusella il tampone rapido per il covid in modalità drive-through, eseguibile presso...

Nuovo Dpcm, Lombardia chiede modifica: “Si pensi ai piccoli comuni”

Non si è fatta attendere la risposta del Presidente della Lombardia Attilio Fontana al nuovo dpcm presentato ieri sera da Giuseppe Conte. La Conferenza delle...
prima pagina Notiziario

Brumotti contro lo spaccio tra Senago e Bollate; vaccini antinfluenzali finiti | ANTEPRIMA

L’apertura della nuova edizione del Notiziario è affidata questa settimana all’incursione di Vittorio Brumotti dalle nostre parti, a caccia di spacciatori di droga. Il...

Nuovo Dpcm, Conte: “A Natale e Capodanno non ricevete persone non conviventi”

Coprifuoco, spostamenti vietati, pranzi e cene ridotti. Queste le novità nel nuovo Dpcm in vigore da oggi fino a metà gennaio per tutte le...
alpini caronno

Gli Alpini di Caronno aiutano i commercianti: scatta la consegna dei cesti di Natale

“#ioacquistoinpaese” è lo slogan promosso dal Gruppo Alpini di Caronno Pertusella e Bariola per sostenere e aiutare i commercianti duramente colpiti dall’ennesimo lockdown. I volontari...
prima pagina Notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !