Home NORD MILANO Paderno, aiuti per il Covid: fino a 2.500 euro per imprese e...

Paderno, aiuti per il Covid: fino a 2.500 euro per imprese e famiglie dal Comune

Si va da 500 fino a 2.500 euro per negozi, piccole e microimprese che sono state chiuse da uno a tre mesi durante il primo lockdown. Nelle prossime ore la giunta comunale di Paderno Dugnano ufficializzerà le fasce di ristoro. Il maxi piano prevede 620mila euro da destinare a fondo perduto a famiglie e imprese in difficoltà a causa del Covid.

La metà di questo fondo comunale sarà destinato alle imprese che potrebbero beneficiarne già nelle festività natalizie. Interessa bar, ristoranti, negozi di abbigliamento, attività produttive con dipendenti o a conduzione familiare.

“Abbiamo individuato tre fasce di ristoro in base al numero dei dipendenti e in relazione ai mesi di chiusura dell’attività”, ha detto l’assessore al commercio Paolo Mapelli durante il consiglio comunale che ha ottenuto voto favorevole sia dalla maggioranza che dall’opposizione.

La prima fascia arriva fino a 10 dipendenti, la seconda fino a 25 e la terza fino a 49. Il secondo parametro riguarda i mesi di chiusura da uno a tre per quanto riguarda il periodo tra marzo e maggio. Chi ha fino a 10 dipendenti ed è stato chiuso da uno a tre mesi potrà ricevere un contributo da 500 a 1.500 euro. Invece per chi ha fino a 25 dipendenti potrà ricevere 700 euro per un mese di chiusura, 1.200 per due e 1.900 per tre. Infine la terza fascia è riservata a chi ha fino a 49 dipendenti: chi è stato chiuso per un mese riceverà 900 euro, saranno 1.600 per chi ha tenuto le serrande abbassate due mesi e 2.500 euro per chi ha superato i 90 giorni. “La maggior parte delle imprese rientra nelle prime due fasce che hanno fino a 25 dipendenti per questo a loro saranno riservati 200mila euro dei 300mila totali”, ha aggiunto Mapelli.

Tra i dipendenti potranno rientrare anche i familiari per le microimprese, ma non i lavoratori occasionali o saltuari a partita iva. Questo dettaglio è stato uno degli ultimi a essere messe a punto prima della presentazione di venerdì. Potranno richiedere il ristoro comunale anche quelle attività che hanno potuto attivare le modalità d’asporto o della consegna a domicilio, ma il contributo per loro sarà rivisto in base alle settimane effettive di sospensione totale dell’attività. Non ci sarà una graduatoria, ma si accederà in base alla presentazione della domanda.

A questo contributo si aggiunge quello da 320mila euro per le famiglie in difficoltà. “Sarà un bando per il medio e lungo periodo. Da marzo a oggi sono 1.430 le famiglie che hanno fatto richiesta di un aiuto che si è concretizzato con un contributo medio di 300 euro”, ha detto Michela Scorta, assessore ai Servizi Sociali.

Entrambi i bandi verranno votati dalla giunta comunale nella giornata di lunedì. Per questo non si escludono possibili ritocchi a fasce e criteri di accesso. Già entro il primissimo fine settimana potrebbero essere rese pubbliche le modalità e i tempi per presentare le domande.



EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Lombardia zona arancione, negozi aperti e spostamenti consentiti nel proprio Comune

Che la colpa sia della Lombardia o che sia del Governo, è certo che da domani, domenica 24 gennaio, la Regione tornerà in...
carabinieri Mariano Comense

Cabiate, bimba morta in casa: maltrattamenti e violenza sessuale dal compagno della madre

L’11 gennaio scorso una bimba di soli 18 mesi era morta all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove era stata trasportate d’urgenza per le...
carabinieri auto

Lainate, una testa di maiale e un’esplosione per l’azienda in crisi

I carabinieri sono intervenuti ieri mattina a Lainate in seguito ad un’esplosione nel parcheggio davanti alla sede di una ditta, già oggetto di atti...

Rapinano un tir e sequestrano l’autista: 4 in carcere e uno agli arresti domiciliari

Nella mattinata di oggi 23 gennaio, i Carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti...
Limbiate Luciano Camerra

Limbiate, lo sfogo del medico di base su Facebook: “Siamo pochi e ci trattate...

Da 36 anni medico di base a Limbiate, Luciano Camerra ha reagito all’ennesimo post su Facebook in cui si accusava in maniera generica la...

Ancora zona rossa sabato 23 gennaio: centri commerciali chiusi, supermercati aperti (orari)

Entro lunedì la Lombardia cambierà colore, forse già da domenica 24 gennaio, passando all'arancione, come anticipato nelle ore scorse a causa di un errore...
scuola mascherina

Lombardia zona arancione, da lunedì 25 scuole aperte con almeno metà studenti

La Lombardia torna in zona arancione da domani, domenica 24 gennaio. Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !