HomePrima PaginaSaronno, da domani operativo il punto tamponi all'ex bocciodromo

Saronno, da domani operativo il punto tamponi all’ex bocciodromo

Saronno hot spot covid

Domani pomeriggio, 9 dicembre, verranno effettuati i primi tamponi nella struttura allestita nei giorni scorsi all’ex-bocciodromo di via Piave a Saronno. Ad inaugurare la tenda predisposta per il prelievo dei tamponi saranno i medici di Medici Insubria, che si alterneranno con le pediatre saronnesi nei giorni seguenti fino a quando ce ne sarà necessità.

L’accesso al punto tamponi non sarà libero, ma su richiesta del proprio medico di famiglia o del proprio pediatra, dato che si tratta di un servizio pubblico e non di una convenzione con una struttura privata. Il prelievo e l’analisi dei tamponi, quindi, saranno completamente gratuiti. Solo chi avrà uno slot prenotato dal proprio medico potrà quindi effettuare il tampone dopo una breve registrazione all’ingresso della struttura.

Il Sindaco di Saronno Augusto Airoldi ha così commentato: «Questo è il primo passo di un progetto per il quale sono stati coinvolti molti soggetti. L’Amministrazione di Saronno, i tecnici del Comune, Saronno Servizi, il comando di Polizia Locale, ATS Insubria, ASST Valle Olona, Croce Rossa Italiana, Protezione Civile, i medici della cooperativa Medici Insubria, alcune pediatre saronnesi e alcuni medici in pensione: tutti hanno dato il proprio contributo, e ci tengo a ringraziarli e a ricordarli tutti proprio per far capire quanto sia complesso far partire una struttura di questo tipo. Si tratta di una serie di servizi essenziali per la nostra città e per il nostro territorio, che adesso può dirsi più attrezzato per affrontare l’emergenza Covid-19. Come sappiamo, le dimensioni del contagio nella nostra provincia si stanno riducendo, ragion per cui il punto tamponi potrà partire con un numero di richieste non soverchiante, cosa che ci permetterà di affrontare meglio l’iniziale periodo di rodaggio. Parliamo comunque di una struttura che, a regime, potrà effettuare tranquillamente 400 tamponi la settimana, ovvero l’1% della popolazione saronnese. Noi speriamo che non ci sia il rimbalzo del contagio dopo le feste, come tanti dicono, ma nel caso ci arriveremo preparati, in modo da poter dare ai saronnesi un’assistenza più pronta e ravvicinata. Si partirà con i tamponi rapidi ma abbiamo già stabilito un protocollo per l’attivazione anche dei tamponi molecolari. L’obiettivo è quello di avere una struttura che, insieme all’hot-spot Covid che sarà attivato sotto il tendone principale non appena ATS ed ASST saranno pronte, possa gestire completamente e gratuitamente tutte le esigenze legate alla diagnosi del contagio da coronavirus nel nostro territorio».


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate scritte shock

Bollate, “Forza Hitrer” e “Viva Covid”: scritte shock sotto indagine

“Forza Hitrer” e “Viva Covid”: sconcerto a Bollate per le scritte comparse in due zone della città. Nei giorni scorsi un anonimo bollatese (ma non...

Saronno, i lavoratori del wedding in crisi: “Stop a feste nuziali abusive, fateci ripartire”

"Sì lo voglio, o forse no". Maggio è da sempre un mese gettonato per chi decide di convolare a nozze, per migliaia di operatori...
bar aperto tavolini

Coffee & Covid

I contagi da Covid nella nostra zona sono tornati a crescere. Di poco, ma stanno crescendo. I telegiornali non ve lo dicono ancora, perché...

Grave incidente tra Ceriano e Rovello, tre feriti in un frontale | FOTO

È di pochi istanti fa l'incidente che si è verificato sulla Sp31, strada provinciale che da Ceriano Laghetto porta a Rovello Porro. Si...

Monza e Brianza, 380mila euro per migliorare sicurezza e impianti di videosorveglianza

"Migliorare la sicurezza sui territori, anche con con la realizzazione di nuovi impianti di videosorveglianza". È questo uno degli obiettivi fondamentali di Regione Lombardia...

Caronno: scoperta serra di marijuana in casa, 48enne ai domiciliari

Aveva allestito alcune stanze di casa come serre, con tanto di lampade solari, per la produzione di marijuana: è così finito in manette un...
Limbiate Istituto via pace

Limbiate, 26 insegnanti in isolamento nell’Istituto comprensivo di via Pace

A Limbiate ci sono 26 docenti in isolamento fiduciario nell'istituto comprensivo di via Pace. Sono 13 maestre della primaria di via Pace e 13...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !