Home NEI DINTORNI Trattamenti di favore in carcere, 7 arresti a Busto Arsizio

Trattamenti di favore in carcere, 7 arresti a Busto Arsizio

guardia finanza busto carcere La  Guardia di Finanza di Varese, in collaborazione con la Polizia Penitenziaria in servizio del carcere di Busto Arsizio, ha effettuato 7 arresti, (di cui 5 con trasferimento  in carcere e 2 ai domiciliari).
I destinatari del provvedimento risultano indagati, a vario titolo, per i reati di corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio, detenzione di armi da guerra, furti e ricettazione di merce di provenienza furtiva.
Le indagini hanno tratto origine da una segnalazione della Polizia Penitenziaria sulla possibile esistenza di trattamenti di favore assicurati ad alcuni detenuti della casa circondariale.

Le successive indagini svolte dai militari del Nucleo PEF di Varese sotto la direzione della Procura della Repubblica di Busto Arsizio, hanno consentito di individuare, con la fattiva collaborazione del Corpo penitenziario, un sistema illecito di natura corruttiva ad opera dell’allora responsabile dell’Area Trattamentale della Casa Circondariale bustocca.

Dalle indagini tecniche è emerso che i detenuti, per poter ottenere benefici (assegnazione di lavori all’interno ed all’esterno dell’istituto penitenziario nonché permessi premio da trascorrere in famiglia), si rivolgevano ad un ex appartenente alla Polizia Penitenziaria (responsabile dell’articolazione preposta), che, a fronte della promessa o dazione  di favori o somme di denaro, faceva ottenere relazioni nelle quali venivano omesse delle informazioni che, se rappresentate all’Autorità concedente, avrebbe precluso l’ottenimento dei benefici richiesti.

Tra i destinatari della misura cautelare ci sono anche i responsabili di una cooperativa sociale di Busto Arsizio che, sempre a fronte della promessa di denaro rivolta al principale indagato, ottenevano l’invio al lavoro di detenuti.

Nel corso delle attività sono emersi i contatti dell’ex poliziotto penitenziario con soggetti pregiudicati dediti alla commissione di furti. Il sodalizio criminale, oltre a ricettare la merce di provenienza furtiva, ha cercato di reperire componenti di una potente arma da guerra (mitraglietta “uzi”) tramite il principale indagato.



EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Divieto di fumo a Milano in parchi e fermate: il 7% dell’inquinamento è per...

Scatta il divieto di fumo all'aperto a Milano. Da martedì 19 gennaio niente sigarette nei parchi pubblici della città, nelle aree cani, nei cimiteri,...

Addizionale Irpef, Uboldo alza l’esenzione fino a 12.500 euro

Chi ha un reddito Isee inferiore ai 12mila 500 euro non dovrà pagare l’addizionale Irpef: questa la novità più significativa introdotta a Uboldo sul...

Paderno Dugnano, ladri come topi a scuola: rubati 18 computer anche per la didattica...

Sarebbero almeno 18 i computer rubati dalla scuola don Milani di Paderno Dugnano. Nello scorso fine settimana l’istituto di via Mascagni è finito nel...

Bollate, 10mila euro per un App che aiuti a crescere i negozi di vicinato

Il Comune di Bollate ha messo a disposizione un bando finalizzato a dare risorse per promuovere progetti di innovazione digitale. L'obiettivo è fornire un'ulteriore...
lentate droga

Lentate, spacciavano droga a Milano: perquisizione coi cani, 20enne arrestato, 24enne denunciato

Domenica mattina 17 gennaio,  la Polizia di Stato ha arrestato un 20enne di Lentate sul Seveso per detenzione e spaccio di stupefacenti, e denunciato...
Limbiate rimozione

Limbiate, da 10 mesi in giro con auto confiscata, i vigili lo aspettano a...

Un uomo di Limbiate ha continuato a circolare indisturbato con l’auto confiscata e non assicurata per ben 10 mesi, fino a quando, finalmente, la...

Lombardia zona rossa, Fontana e Moratti contro il Governo: oggi ricorso al Tar

È ancora polemica in Regione per la decisione del Governo di porre la Lombardia tra le regioni in zona rossa. Nelle ultime ore è...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !