HomeNEI DINTORNITrattamenti di favore in carcere, 7 arresti a Busto Arsizio

Trattamenti di favore in carcere, 7 arresti a Busto Arsizio

guardia finanza busto carcere La  Guardia di Finanza di Varese, in collaborazione con la Polizia Penitenziaria in servizio del carcere di Busto Arsizio, ha effettuato 7 arresti, (di cui 5 con trasferimento  in carcere e 2 ai domiciliari).
I destinatari del provvedimento risultano indagati, a vario titolo, per i reati di corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio, detenzione di armi da guerra, furti e ricettazione di merce di provenienza furtiva.
Le indagini hanno tratto origine da una segnalazione della Polizia Penitenziaria sulla possibile esistenza di trattamenti di favore assicurati ad alcuni detenuti della casa circondariale.

Le successive indagini svolte dai militari del Nucleo PEF di Varese sotto la direzione della Procura della Repubblica di Busto Arsizio, hanno consentito di individuare, con la fattiva collaborazione del Corpo penitenziario, un sistema illecito di natura corruttiva ad opera dell’allora responsabile dell’Area Trattamentale della Casa Circondariale bustocca.

Dalle indagini tecniche è emerso che i detenuti, per poter ottenere benefici (assegnazione di lavori all’interno ed all’esterno dell’istituto penitenziario nonché permessi premio da trascorrere in famiglia), si rivolgevano ad un ex appartenente alla Polizia Penitenziaria (responsabile dell’articolazione preposta), che, a fronte della promessa o dazione  di favori o somme di denaro, faceva ottenere relazioni nelle quali venivano omesse delle informazioni che, se rappresentate all’Autorità concedente, avrebbe precluso l’ottenimento dei benefici richiesti.

Tra i destinatari della misura cautelare ci sono anche i responsabili di una cooperativa sociale di Busto Arsizio che, sempre a fronte della promessa di denaro rivolta al principale indagato, ottenevano l’invio al lavoro di detenuti.

Nel corso delle attività sono emersi i contatti dell’ex poliziotto penitenziario con soggetti pregiudicati dediti alla commissione di furti. Il sodalizio criminale, oltre a ricettare la merce di provenienza furtiva, ha cercato di reperire componenti di una potente arma da guerra (mitraglietta “uzi”) tramite il principale indagato.


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

lazzate droga

Lazzate, droga nell’auto, arrestato un 23enne

I carabinieri di Cermenate, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato un 23enne di Lazzate per detenzione ai fini di spaccio di sostanze...
Cormano droga

Cormano, 4 kg di cocaina in auto, arrestata donna 51enne incensurata

I carabinieri di Cormano hanno arrestato una donna di 51 anni trovata in possesso di 4 kg di cocaina. L’operazione è stata effettuata ieri...
Napoleone nozze

Limbiate, nozze a Mombello delle sorelle di Napoleone, aperto il casting per la nuova...

Nella speranza di riuscire quest’anno a riproporre la rievocazione storica delle nozze delle sorelle di Napoleone a Limbiate, è aperto il casting per trovare...

Lombardia zona rossa sabato 10 e domenica 11 aprile: supermercati aperti, centri commerciali chiusi

Ultimo weekend di zona rossa per la Lombardia. Come annunciato ieri dal Presidente Attilio Fontana, da lunedì 12 aprile la regione vedrà allentate le...
Covid Lombardia Milano

Lombardia in zona arancione da lunedì 12, ecco cosa si può fare

Da lunedì 12 aprile la Lombardia torna in "zona arancione". I dati sull'andamento dei contagi da Covid 19 e gli altri parametri utilizzati per...
cani passeggio

Limbiate, cane muore all’improvviso dopo la passeggiata, colpa di un boccone avvelenato?

Un cane è morto questo pomeriggio dopo la quotidiana passeggiata con il proprietario per le vie del centro a Limbiate nella zona di Piazza...

Vaccini, giovani psicologhe di Saronno a Draghi: “Abbiamo lo stesso diritto di medici e...

"Smettetela di vaccinare prima chi ha meno di 60 anni come i giovani, gli psicologi di 35 anni". Fanno discutere le parole pronunciate ieri...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !