HomeSERIE TV"Paranormal", recensione - Il mistero mina la scienza e... la vita

“Paranormal”, recensione – Il mistero mina la scienza e… la vita

 

di Stefano Di Maria

Netflix è sbarcato in Egitto con la sua prima produzione originale made in Cairo: PARANORMAL. La serie, che si compone di sei episodi, è un tuffo nel paranormale ma in un mix di comicità, dramma e tradizione.

Si tratta della trasposizione seriale dei romanzi di Ahmed Khaled Tawfik, uno scrittore egiziano che si è fatto conoscere in tutto il mondo per le sue appassionanti storie a metà fra il giallo e il mistero. Protagonista è Ahmed Amin, attore di grande spessore, perfetto nel ruolo di Refaat Ismail, un ematologo che, per i casi fortuiti con cui si troverà a che fare, si vedrà costretto a riconsiderare le sue nozioni di scienziato: il lato paranormale del mondo, che inizialmente farà capolino nella sua vita con lampadari che cadono senza ragione e tazzine di caffè che si capovolgono senza averle toccate, diverrà sempre più pressante e presente nella sua vita. Al punto che, spinto dalla curiosità, comincerà a indagare su una serie di casi che lo porteranno anche nel deserto (dove si svolge il bellissimo episodio “La leggenda del guardiano della grotta”). Ad accompagnarlo sarà una sua vecchia fiamma, arrivata al Cairo da poco e coinvolta quanto lui nelle indagini su fatti inspiegabili.

La vicenda si svolge nel 1979, perfettamente ricostruito con un grande sforzo produttivo nelle ambientazioni e nei costumi. Notevole il lavoro di scrittura, che non dà molto spazio ai personaggi secondari (ci sarà il tempo di approfondirli in un’eventuale seconda stagione?), ma mette in risalto usanze e tradizioni di famiglia: come l’obbligo di sposare una donna scelta dal parentado ma anche dover rispondere a quei canoni e a quelle regole tipiche di una società conservatrice.

Convincente Ahmed Amin nel ruolo di un uomo colto, un po’ sfigato, goffo nei rapporti con l’altro sesso e succube delle aspettative familiari. Un professore che nasconde le sue debolezze emotive nelle certezze scientifiche, per il quale sarà una sorta di riscatto personale indagare sul paranormale: mettendo in discussione la scienza è un po’ come se mettesse in discussione se stesso, il suo senso d’inadeguatezza, le sue paure.

PARANORMAL sembra aver reso giustizia ai libri di Tawfik, anche se ci sono pecche produttive perdonabili, come effetti speciali poco convincenti: vengono però messe in secondo piano rispetto alla complessità di una storia che smentisce i pregiudizi di chi si approccia con più di un dubbio alla prima produzione egiziana di Netflix, oltre che per il tema trattato.

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Limbiate vaccino

Terza dose di vaccino anti Covid, in Lombardia prenotazione per tutti gli over 60

A partire da domani, 27 ottobre, in Lombardia possono prenotare la terza dose di vaccino anti Covid-19 anche i cittadini over 60 e le...

Vincono le famiglie: nuovi bus dalle scuole di Legnano per Saronno e Uboldo

Ottime notizie per gli utenti della linea Z112 Saronno-Legnano di Air Pullman: sono state attivate nuove corse. Lo ha comunicato l’azienda nei giorni scorsi,...
pompieri anello

Pompieri al Pronto soccorso per rimuovere un anello dal dito

I Vigili del fuoco sono intervenuti questa mattina al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Cittiglio (Va) per affiancare il personale sanitario nella rimozione di un...

Caronno, ecco la nuova squadra del sindaco Marco Giudici

E’ pronta la giunta di Caronno Pertusella: il sindaco Marco Giudici, riconfermato alle ultime elezioni, ha concluso e comunicato la composizione questa mattina. Vice sindaco...

Scomparso da Cesano Maderno: Chi l’ha visto? sulle tracce di Angelo

Anche Chi l’ha visto? si mobilita per trovare Angelo. Un 56enne di Cesano Maderno (Monza e Brianza) scomparso da domenica 17 ottobre. “Dopo il...

A Uboldo uno dei panettoni più buoni al mondo: medaglia di bronzo al pasticciere...

“Bisogna sapere innovarsi, migliorarsi, restare al passo coi tempi, reinventarsi per proporre novità: altrimenti non vai avanti”. E’ lo stile di vita e lavorativo...
marco penza costa rica

Limbiate, trovato in Costa Rica il corpo di Marco Penza

Il mare del Costa Rica ha restituito il corpo di Marco Penza, il giovane di Limbiate disperso da qualche giorno nel Paese del Centramerica....
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !