HomePrima PaginaSaronno, volontari al servizio della comunità grazie al progetto "Saronno Amica"

Saronno, volontari al servizio della comunità grazie al progetto “Saronno Amica”

È attivo da ieri, 4 gennaio, il servizio “Saronno Amica – ascolta e risponde“. Il progetto, nato dalla collaborazione tra il Comune di Saronno e il Comitato saronnese della Croce Rossa, ha come obbiettivo generale quello di prendersi cura della cittadinanza, indirizzando e cercando insieme le risposte a situazioni venutesi a creare a causa del Covid-19.

Ma che cos’è “Saronno Amica”? Si tratta di un numero telefonico messo a disposizione di tutti i cittadini di Saronno e paesi limitrofi, che accoglie domande specifiche su come il territorio affronta diverse problematiche legate all’emergenza da Covid-19 dove spesso, accanto alla sofferenza fisica, sono presenti forte incertezza e confusione. Dall’altro capo del filo, un gruppo di Volontari, formati al compito, cercherà di offrire informazioni utili per la gestione della quotidianità. Il “cuore” del progetto è il desiderio di condivisione e di aiuto: non ha ambizioni “prestazionali”, bensì, decisamente “amicali”. Non si tratta quindi di call center tecnico ma di un “telefono di prossimità”. Ecco perché a gestirlo è il volontariato.

Gli obbiettivi specifici del progetto sono:

– sollevare il carico di lavoro dei Medici di Assistenza Primaria (Medici di Famiglia, 112, ecc.) da chiamate che possono essere gestite anche da altre figure non prettamente mediche.
– aiutare tutte quelle persone (soprattutto anziani) che hanno difficoltà a reperire le informazioni correttamente dai siti Internet delle diverse Amministrazioni governative e regionali
– cercare di aggiungere alle FAQ (domande più frequenti) del Ministero della Salute, della Regione Lombardia, della ATS, indicazioni legate alla realtà “locale” che aiutino le persone a orientarsi nella nostra città.
– Raccogliere e accogliere il disagio e la fatica di soggetti fragili indirizzandoli verso i giusti canali.
Per evitare confusioni e fraintendimenti è importante sottolineare anche cosa non potranno fare i volontari che rispondono:
– non è un servizio sanitario per cui non verranno date indicazioni di carattere terapeutico e farmaceutico, sostituendosi nella diagnosi o nelle prescrizioni al Medico di Famiglia.
– non si potranno prenotare esami o prestazioni.
I volontari rispondono alle telefonate direttamente dal PC di casa, grazie a un numero VoIP messo a disposizione dell’amministrazione, evitando in questo modo di violare ogni tipo di restrizione normativa o di dover operare al chiuso in uffici esterni. In totale, il costo dell’operazione è stato di circa 100 euro, grazie al contributo gratuito dei volontari e di CRI. Il numero da chiamare per “Saronno Amica”, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12 (tranne che nei festivi) è lo 02 8239 8518. Nelle prossime settimane, mano a mano che i volontari completeranno il percorso di formazione, l’orario di servizio potrà essere ampliato.

Sul progetto, ha speso parole di soddisfazione il Sindaco di Saronno Augusto AiroldiIl progetto “Saronno Amica” va nella direzione di una delle parole chiave del mio programma. Vogliamo far sentire la vicinanza della cittadinanza a quelle persone che oggi si sentono spaesate. Questo numero di telefono è uno dei modi a cui in futuro se ne affiancheranno magari altri. Voglio ringraziare i volontari che si sono resi disponibili per questo servizio e soprattutto il Comitato di Saronno della Croce Rossa che ci ha aiutato a sviluppare correttamente questo progetto, ha creato un percorso di formazione per i volontari e ha tenuto i contatti con i medici del saronnese. “Saronno Amica” si va ad aggiungere alle altre iniziative che abbiamo messo in campo contro il Covid-19, come il punto tamponi, il triage all’ex-Bocciodromo, il punto vaccini alla ex-Pizzigoni e renderà la nostra città più “attrezzata” in caso di una terza ondata».


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Bollate scritte shock

Bollate, “Forza Hitrer” e “Viva Covid”: scritte shock sotto indagine

“Forza Hitrer” e “Viva Covid”: sconcerto a Bollate per le scritte comparse in due zone della città. Nei giorni scorsi un anonimo bollatese (ma non...

Saronno, i lavoratori del wedding in crisi: “Stop a feste nuziali abusive, fateci ripartire”

"Sì lo voglio, o forse no". Maggio è da sempre un mese gettonato per chi decide di convolare a nozze, per migliaia di operatori...
bar aperto tavolini

Coffee & Covid

I contagi da Covid nella nostra zona sono tornati a crescere. Di poco, ma stanno crescendo. I telegiornali non ve lo dicono ancora, perché...

Grave incidente tra Ceriano e Rovello, tre feriti in un frontale | FOTO

È di pochi istanti fa l'incidente che si è verificato sulla Sp31, strada provinciale che da Ceriano Laghetto porta a Rovello Porro. Si...

Monza e Brianza, 380mila euro per migliorare sicurezza e impianti di videosorveglianza

"Migliorare la sicurezza sui territori, anche con con la realizzazione di nuovi impianti di videosorveglianza". È questo uno degli obiettivi fondamentali di Regione Lombardia...

Caronno: scoperta serra di marijuana in casa, 48enne ai domiciliari

Aveva allestito alcune stanze di casa come serre, con tanto di lampade solari, per la produzione di marijuana: è così finito in manette un...
Limbiate Istituto via pace

Limbiate, 26 insegnanti in isolamento nell’Istituto comprensivo di via Pace

A Limbiate ci sono 26 docenti in isolamento fiduciario nell'istituto comprensivo di via Pace. Sono 13 maestre della primaria di via Pace e 13...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !