HomeSERIE TV"Lupin", recensione - Non è la storia del ladro gentiluomo, ma di...

“Lupin”, recensione – Non è la storia del ladro gentiluomo, ma di più

di Stefano Di Maria

Una serie vivace, piena di ritmo, divertente e ricca di sorprese. Si presenta così LUPIN – SULLE ORME DI ARSENIO, la cui prima parte composta da cinque episodi è stata pubblicata da Netflix questo mese. In attesa della seconda parte, che proseguirà sulla scia di un cliffhanger che lascia in sospeso la storia sul più bello, non si può che promuovere a pieni voti questa nuova produzione del colosso dello streaming. Merito di un lavoro di squadra che non lascia nulla al caso: dallo script alla fotografia, dalla regia al cast concorrono tutti a un’opera d’intrattenimento di grande qualità, anche se fine a se stessa e senza la pretesa di chissà quale messaggio o morale di fondo.

Chi si approccia a LUPIN nella convinzione che sia il racconto del famoso ladro gentiluomo, tuttavia, resterà deluso. Ma anche sorpreso. Fin dal suo prologo la serie mostra tutte le sue carte: non è Lupin il protagonista ma un uomo che gli somiglia molto, forse anche più delle trasposizioni cinematografiche e dei cartoni animati sul famoso personaggio uscito dalla penna di Maurice Leblanc.

Al centro della vicenda c’è Assane, interpretato dall’Omar Sy del film “Quasi amici”, qui altrettanto divertente e ironico. Cresciuto col mito di Arsenio Lupin da quando il padre gli regalò il libro (che lui regalerà a sua volta al figlio), vivrà di espedienti, dimostrandosi un grande trasformista e abile manipolatore capace di mette a segno le più incredibili truffe. Come quella che dà il via al pilot: il furto della collana appartenuta alla Regina Maria Antonietta e conservata al Louvre. Lo storytelling principale di questo ladro gentiluomo, moderno Lupin, è il piano per vendicare la morte del padre Babakar, accusato e condannato ingiustamente di avere rubato la collana alla potente famiglia Pellegrini.

Ne esce il ritratto di un uomo che non può fare a meno di vivere le sue avventure di ladro truffatore, nelle quali si trova sempre a suo agio perché questa è la sua natura. Ma anche di un marito e padre devoto, seppure la sua storia familiare sia andata a rotoli per le sue continue assenze, i contrattempi, il mistero che aleggia attorno a quello che non è un vero lavoro. Omar Sy è perfetto nel ruolo di Assane, dominando ogni scena con la sua verve, la sua esuberanza e sicurezza di sé. Impossibile resistergli.

Non resta che attendere la seconda parte di questa prima stagione, finita di diritto in pochi giorni ai primi posti della classifica italiana di Netflix.

 

Trovate qui tutte le nostre recensioni

https://www.ilnotiziario.net/wp/serie-tv/

 


EDICOLA DIGITALE

Ultime notizie

Paderno, ambulante con borse e occhiali griffati: maxi sequestro di patacche

Occhiali da sole per 45 paia, 20 borse di noti brand da Gucci, Armani e Louis Vuitton, oltre a portafogli e cinture. Tutti grandi...

Due feriti gravi nell’incidente di Caronno: quando la rotonda?

E' di due feriti gravi il bilancio dell'ennesimo incidente accaduto questo pomeriggio a Caronno, fra la via Bergamo e il viale Europa, dove in...
caronno incidente

Grave incidente a Caronno sulla Varesina: 4 feriti di cui uno grave, scende l’elicottero...

Un violento scontro tra un’auto e un furgone ha provocato il ferimento di 4 persone questo pomeriggio a Caronno Pertusella, tra cui una in...

Uboldo come il Sudamerica: a due passi dalla Saronnese si coltivano le arachidi

Nasce a Uboldo un orto dove verranno prodotte anche le arachidi. Proprio così: c’è chi sta coltivando questa pianta nei campi, con un clima...
calcio pallone

Il calcio e l’economia

Io amo il calcio, non solo come sport ma anche come colore e forza aggregativa. Però quando sento dire che il calcio (come scrivono...

Bollate, viaggio tra i tesori restaurati di Villa Arconati a Castellazzo I VIDEO

«L'Etat, c'èst moi» diceva il Re Sole, Luigi XIV di Francia. E il sole tornerà a splendere anche sulla facciata restaurata di Villa Arconati...

Milano, festa di compleanno notturna per Lukaku: multe ai giocatori dell’Inter e all’hotel

Alle ore 3 di questa notte, giovedì 13 maggio, i Carabinieri della Compagnia Milano Duomo e del Nucleo Radiomobile, in seguito ad una segnalazione...
prima pagina notiziario
il notiziario è in edicola!
provalo in digitale
SCEGLI L’ABBONAMENTO !